Pubblicato nella 'Egoismo' Categoria

Preparazione dell’egoismo per i cambiamenti futuri

Domanda: Perché l’umanità ha impiegato così tanto tempo per arrivare a condizioni eque e all’uguaglianza di tutti di fronte alla legge? Inoltre, anche se non è uguaglianza spirituale, vede ancora qualche progresso in questo?

Risposta: Sì, vedo degli avanzamenti. C’è voluto così tanto tempo all’umanità per arrivare allo stato attuale perché lavoriamo con l’egoismo. Al più basso livello del suo sviluppo, l’egoismo è davvero impenetrabile. Ci sono voluti migliaia di anni per prepararlo in qualche modo ai cambiamenti futuri.

Non sentiamo ancora questi cambiamenti, ma presto inizieranno a manifestarsi. Vedremo come in diverse fasi dello sviluppo umano e in differenti tappe storiche, ci stavamo preparando a questi cambiamenti.

Il fatto che è stato tutto distribuito in tale modo nel tempo indica solo che la natura sa con chi ha a che fare e organizza tutto secondo la legge del suo sviluppo intrinseco.

È necessario portare gradualmente l’egoismo ad una consapevolezza della necessità di cambiamenti etici, morali e infine spirituali.
[274127]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 11/09/2020

Materiale correlato:
L’incontro con la natura
Perché la natura ha pianificato una pandemia?
L’egoismo come distruttore della società

Uscire dalla prigione dell’egoismo

Domanda: In che modo il gruppo aiuta un individuo a superare il proprio egoismo?

Risposta: Non possiamo superare il nostro egoismo da soli. Se ci provassimo, cadremmo nella depressione e nell’autocritica e proveremmo differenti stati prima di capire che solo attraverso la connessione con gli altri possiamo salire al di sopra dell’egoismo, della separazione, del vuoto e dell’assenza di significato che ci opprimono.

Un individuo dovrebbe scappare da se stesso verso il gruppo. Solo allora egli sarà in grado di uscire dalla prigione dell’egoismo.

[240306]

Dalla trasmissione di KabTV “Fundamentals of Kabbalah”, 7/10/2018

Materiale correlato:
L’egoismo come distruttore della società
Abbiamo bisogno di un vaccino contro l’egoismo?
Elevarsi al di sopra dell’egoismo universale

In che cosa l’egoismo della natura è diverso dall’egoismo dell’uomo?

Domanda: In che cosa l’egoismo della natura è diverso dall’egoismo dell’uomo?

Risposta: L’egoismo umano è naturale. Non abbiamo nulla di nostro. E’ la natura che “ci mette in moto” e non ci sono altre qualità, sentimenti, azioni o forze in noi. L’unico problema è come li gestiamo.

Domanda: Quindi, se l’egoismo è un fenomeno naturale, non possiamo nemmeno prendere in considerazione di poterlo distruggere. Ma allora come possiamo utilizzarlo correttamente?

Risposta: Costruendo al di sopra dell’egoismo, in contrasto con esso, le qualità di dazioneamore.


[267737]


Dalla trasmissione di KabTV “The Post-Coronavirus Era”, 30/04/2020

Materiale correlato:

Qual è la differenza fra il desiderio di ricevere e l’egoismo
Come si neutralizza l’egoismo
Esiste la nazione altruistica nel nostro mondo?

Se cambiamo, la natura cambierà

Domanda: La necessità di connessioni sociali ci viene data dalla nascita. Il cervello di chiunque reagirà all’isolamento sociale come al dolore fisico. Le persone che sono isolate hanno maggiori probabilità di morire per varie malattie.

Buone connessioni sociali portano più soddisfazione del denaro. Gli esperimenti hanno dimostrato che la fiducia sul lavoro tra i dipendenti è uguale al percepire un aumento di stipendio del 30%. In altre parole, la cooperazione produce più risultati della concorrenza.

C’è un paradosso: comprendiamo l’importanza delle connessioni sociali, ma non ci interessa il loro sviluppo al livello dell’individuo o di una nazione. In nessun paese esiste un programma nazionale sul riavvicinamento tra le persone, sulla creazione di connessioni sociali sensoriali, non c’è spiegazione di quanto influiscano sulla nostra fisiologia. Cosa significa?

Risposta: E’ lo stesso l’egoismo. Forse ci piacerebbe, ma allo stesso tempo in noi c’è una cosiddetta “natura malvagia”, che significa egoismo, che non ci permette di trattarci positivamente. Al contrario, ci mette in opposizione gli uni con gli altri e ci costringe a essere in una lotta costante.

Nella nostra natura, ci sono dati iniziali che non possiamo semplicemente aggirare nonostante il fatto che buone relazioni nella società potrebbero portare enormi profitti e fornire un livello di sviluppo e sicurezza incomparabilmente maggiore. Immagina se ci trattassimo come una sola famiglia e liberassimo le nostre risorse e forze dalla corsa agli armamenti, vivremmo in un paradiso!

Domanda: E forse niente di tutto questo è necessario perché è contro natura? Dovremmo vivere secondo le leggi egoistiche, le leggi della giungla?

Risposta: Ora stiamo vivendo secondo leggi egoistiche. Ma non possiamo vivere secondo le leggi della giungla, o ci uccideremmo a vicenda. Pertanto, ci sono alcune normative su dove e come possiamo consentire l’uso della forza. Questi sono codici criminali e ogni sorta di altri quadri in cui cerchiamo di coesistere.

Ma in generale, l’umanità è infelice. Oggi stiamo arrivando alla conclusione che non possiamo sfuggire alla nostra connessione. È necessario, importante e sempre più richiesto dalla natura per essere globale, integrale e reciproco. D’altra parte, l’egoismo non ce lo permette.

Domanda: Ma lei dice sempre che dobbiamo vivere secondo le leggi della natura. E in natura tutto si basa sull’egoismo naturale e ognuno divora l’altro. È così che dovremmo essere? Siamo un’estensione della natura.

Risposta: No. Ciò che accade in natura è un riflesso della società umana in cui tutti si divorano a vicenda.

Il fatto è che il livello più alto della natura influenza i suoi livelli inferiori. Pertanto, una società umana costruita sull’egoismo ha lo stesso effetto ai livelli inferiori. Per questo motivo, il lupo non può vivere accanto alle pecore e il bambino non può camminare con loro.

Tutto dipende solo dal rapporto nella società umana. Se cambiamo, tutta la natura cambierà.
[267828]

Dalla trasmissione di KabTV “L’era del post Coronavirus”, 30/04/2020

Materiale correlato:

Come si neutralizza l’egoismo?
Adattarsi alla natura come sua parte integrante
Perché le leggi dell’Umanità ci vengono nascoste?

Perché dovremmo elevarci al di sopra del contrasto?

Domanda: Ci sono vari conflitti in natura, specialmente nel mondo animale. Perché, a livello umano, dovremmo elevarci al di sopra della discordia? Viviamo secondo natura!

Risposta: Siamo discendenti del mondo animale, che si è elevato al livello dell’Uomo (Adamo). Anche il nostro egoismo non è lo stesso di quello degli animali. Essi ce l’hanno istintivamente, dato loro dalla natura, e non sono in grado di cambiarlo. Possono trarne il massimo vantaggio solo a proprio beneficio.

Pertanto, il livello animale non può essere un esempio per noi. L’uomo è un animale sociale. Per essere socialmente utile, deve correggersi. Non c’è niente che possiamo fare, oltre a correggerci; altrimenti non avremo futuro.

Nota: Ma noi siamo parte della natura …

La mia risposta: Siamo parte della natura solo in accordo al nostro corpo animale, ma non secondo il nostro egoismo. Non confondere questi due livelli in noi.

[270268]

Dalla trasmissione di KabTV “L’era del post Coronavirus”, 21/05/2020

Materiale correlato:
La connessione è fonte di decisioni corrette
La quarantena è il primo passo verso il superamento della crisi
Dove possiamo trovare la soluzione ai conflitti

Il piacere per le necessità di base

Domanda: Le necessità del livello più basso dei nostri desideri non scompaiono; rimangono a tutti i livelli. Pertanto, anche se oggi mi trovo in cima alla piramide, avrò sempre desideri animaleschi?

Risposta: Tutti loro. Ognuno di noi ha in sé l’intera piramide dei desideri. Inoltre, più saliamo nei nostri valori, più forte diventa la nostra connessione con i livelli più bassi.

E’ per questo motivo che nella Kabbalah si dice che più in alto una persona si eleva, più forte diventa la sua brama per i bisogni primari: cibo, sesso, famiglia.

Domanda: Cioè, non è che una persona inizia a trascurarli, ma al contrario, inizia a provare un gusto per loro, un gusto per il rispetto, per il denaro, ecc.?

Risposta: Per tutto.

Domanda: Nella persona si svolge costantemente una lotta?

Risposta: Questo è ciò di cui parla la sua crescita.

Domanda: Significa che non diventa indifferente a tutto questo mondo, ai soldi e a tutto il resto?

Risposta: Mai e in nessun modo. È solo nei libri che leggiamo che le persone spirituali sono presumibilmente tutte “denti di leone di Dio”. Anzi! Man mano che i loro desideri spirituali crescono, crescono anche i loro desideri fisici, egoistici e terreni.
[269263]

Dalla trasmissione di KabTV “Management Skills”, 25/06/2020

Materiale correlato:

I desideri sono determinati dall’ambiente
La suprema delizia dell’anima
I virus benefici

Cosa influenza il cambiamento di un desiderio?

Domanda: Come possono i desideri e le necessità scomparire a causa della crisi? La crisi, come forza dall’alto, comprime artificialmente la sorgente dei desideri, e solo per questo cresce. Cosa provoca il cambiamento del mio desiderio?

Risposta: Ti contraddici all’inizio e alla fine della frase. La crisi non viene dall’alto, appare dentro di noi visto che abbiamo giocato abbastanza con questi “giocattoli” e ora ne siamo stanchi. Quindi iniziamo a sbarazzarcene. Questo è ciò che sta accadendo.
Esistiamo nella sfera della natura.

E suoniamo qualcosa finché non inizia a degenerare. Poi arriva la crisi: non posso più giocare, non posso agire in questo modo, non voglio interagire con gli altri in quel modo. Tutto questo viene da dentro di noi involontariamente; non ce ne rendiamo nemmeno conto.

Di conseguenza, entriamo in crisi nelle nostre relazioni.

Domanda: E allora cosa influenza il cambiamento del desiderio?

Risposta: La nostra incompatibilità con la sfera assoluta, altruistica e buona in cui esistiamo è una mancata corrispondenza con il mondo superiore.

[267432]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 17/05/2020

Materiale correlato:
La quarantena è il primo passo verso il superamento della crisi
Il virus addolcisce i nostri cuori
I desideri sono determinati dall’ambiente

Abbiamo bisogno di un vaccino contro l’egoismo?

Domanda: Se lei avesse l’opportunità di vaccinare le persone contro l’egoismo in modo che inizino a condurre uno stile di vita sociale e credano che la società è più elevata di ogni individuo, coglierebbe l’opportunità? O aspetterebbe ancora che l’essere umano ci arrivi coscientemente?

Risposta: In nessun caso lo farei perché uccidere l’egoismo significa uccidere la nostra natura. Rendere buono un uomo senza dover combattere il suo egoismo significa renderlo un idiota gentile e ingenuo.

Le persone devono educare se stesse ed elevarsi al di sopra del proprio egoismo. Questo è un lavoro immenso che non finisce in una sola vita terrena, ma continua per molti cicli di vita.

Pertanto, non dobbiamo interferire con la natura perché rimuoveremmo semplicemente la cosa più preziosa dell’essere umano: il suo egoismo e l’opportunità di decidere autonomamente cos’è la libertà di scelta e come dovrebbe provarla su se stesso.

[269253]

Dalla trasmissione di KabTV “L’era del post Coronavirus”, 07/05/2020

Materiale correlato:
Come si neutralizza l’egoismo?
L’egoismo come distruttore della società
Lo sviluppo dell’egoismo è una legge della natura

Perché proprio ai nostri tempi dovremmo rivelare il Bore’?

Domanda: Le persone hanno sempre cercato di esplorare la natura. Se il Bore‘ è un pensiero onnicomprensivo, un campo, un’unica legge di natura, allora perché proprio ora dovremmo rivelarLo come questa legge?

Risposta: Oggi possiamo davvero indagare sul Bore’ e diventare simili a Lui, o viceversa, nella misura della nostra somiglianza con Lui.

Lo sviluppo finale dell’egoismo ci offre questa opportunità. In ogni generazione, si è sviluppato gradualmente e ci ha guidato costantemente attraverso tutti gli stati fino all’ultimo, in cima alla piramide dei bisogni umani.

Domanda: Con un piccolo egoismo è impossibile rivelare il Bore’, o è possibile ma a un livello molto primitivo?

Risposta: No, con un piccolo egoismo ci aspettiamo anche alcune conquiste, non dal Bore’, ma dalle Sue piccole azioni esterne secondarie.

Domanda: Realizzazione spirituale significa rivelare il Bore’?

Risposta: Questo significa non solo la realizzazione personale nella spiritualità, ma in generale rivelare il vero mondo.

[269189]

Dalla trasmissione di KabTV “Management Skills”, 25/06/2020

Materiale correlato:
Richiedere la connessione con il Creatore
Le caratteristiche del Creatore
La Kabbalah e lo sviluppo della società

Dal livello animato alla società umana

Domanda: Lei dice che la natura è un sistema integrale e che ogni cosa in essa è costruita sull’amore. Abbiamo però imparato dalla storia che tutto in natura è costruito sulla competizione, la sopravvivenza e la soppressione del prossimo. Cosa si sente di dire in merito?

Risposta: È molto semplice. Ognuno di noi è composto da due parti: l’animata e l’umana. Nella forma animata, ci sottomettiamo allo sviluppo evolutivo generale e non si può fare nulla al riguardo.

Nella parte umana, invece, dovremmo essere al di sopra della competizione, solo in reciproca assistenza. La Kabbalah ci insegna come diventare una società umana dal nostro livello animale. Questo è l’unico modo in cui possiamo sopravvivere. Altrimenti, semplicemente, scompariremo proprio come animali.

[265738]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 12/04/2020

Materiale correlato:
Il mondo non è ancora pronto
Lo scopo della creazione e lo sviluppo del desiderio
New Life n.3 – L’ambiente come mezzo per lo sviluppo