Pubblicato nella 'Torah' Categoria

E Fu Così Che La Bibbia Divenne Un Fumetto

Dr. Michael LaitmanNelle Notizie (The Guardian): “La casa editrice cristiana Kingstone ha lavorato a questo progetto per sette anni, avvalendosi della collaborazione di più di 45 illustratori per mettere assieme ciò che viene definito come “Il più completo adattamento mai pubblicato, in chiave romanzo a cartoni animati, della Bibbia”…

“Art Ayrus, fondatore di Kingstone, dice che l’editore optò per il formato comico perché “l’interazione del testo con le immagini permette di comunicare una grande quantità di contenuti in una forma più abbreviata”.

Il mio commento: Le persone interpretano la Torah secondo la propria percezione del mondo, come una storia che ha avuto luogo sulla Terra. E’ difficile immaginare che la Torah parli di un campo di energia, della sua influenza su di noi, e di come siamo cambiati sotto questa influenza partendo dall’essere diametralmente opposti a questo campo, sino al diventare assolutamente come lui.

Noi siamo fatti di un desiderio di ricevere piacere; questo desiderio è composto da 613 parti. Esse sono corrette dal desiderio di ricevere piacere verso il desiderio di donare piacere agli altri tramite la forza superiore, chiamata Luce Superiore, che è composta da 613 Luci.

In generale questa Luce Superiore viene chiamata Torah, e la correzione dei desideri è chiamata mantenere le Mitzvot (comandamenti). La Torah parla solo della correzione dei 613 desideri. Nel momento in cui arriva la loro correzione, una persona inizia a percepire l’ambiente con nuove proprietà, e questo è chiamato scoprire il Mondo Superiore.
[195546]

Materiale correlato:

Miti e realtà della Bibbia
“La saggezza tra I gentili, credici”
Perchè la Bibbia viene considerata un testo sacro?

New Life #782 – A Proposito Della Torah

Dr. Michael Laitman

New Life #782 – A Proposito Della Torah

Il Dott. Michael Laitman in una conversazione con Oren Levi e Tal Mandelbaum ben Moshe

Riepilogo

Qual è il significato più profondo di ciò che è scritto nella Torah, cosa rappresentano le porzioni settimanali e perché ogni anno ricominciamo a leggere la Torah dal principio?

La Torah è la legge generale della natura che ci spiega come comportarci verso il sistema operativo superiore.

Punti principali:

  • La realtà è costruita a strati e c’è un sistema superiore che la gestisce tramite un sistema operativo chiamato Torah.
  • Mosè fu il primo a descriverlo in maniera comprensibile e diede la Torah al popolo di Israele. La Torah fu scritta in un linguaggio codificato.
  • L’intera Torah parla di come dobbiamo essere in equilibrio con le forze che agiscono su di noi. Spiega anche come ci si sviluppa via via verso un equilibrio completo.
  • C’è la Torah che leggiamo ogni settimana che è divisa in porzioni e c’è la Torah nascosta. Con l’aiuto della Torah nascosta una persona può scoprire il Creatore, la forza generale che opera nella realtà.
  • C’è una forma di cura esterna delle leggi della Torah e ce n’è una interna che è espressa nella correzione delle relazioni con gli altri. Una persona sa di essere nel vero equilibrio quando agisce per il bene degli altri.
  • C’è una lettura esterna della Torah e c’è anche una lettura interna: la scoperta della Torah ogni volta a un nuovo livello.
  • Leggere la Torah è una scoperta del sistema superiore, ci consente di scoprire il Creatore.
  • A ogni livello spirituale una persona deve raggiungere una comprensione più profonda di ciò che rivela.
  • I sette giorni sono sette forze: Hesed, Gevura, Tifferet, Netzah, Hod, Yesod,e Malchut.
  • “E i cieli e la terra furono completi….” (Genesi 2:1) L’equilibrio fra la forza positiva e la forza negativa porta a uno stato chiamato Shabbat.
  • La lettura annuale della Torah rappresenta un nuovo livello di scoperta della realtà che è nascosta sino alla sua completa rivelazione.
  • Nel suo punto finale di equilibrio vediamo “da un capo all’altro del mondo,” l’intera riconciliazione fra le forze opposte della natura.
  • Leggere la Torah significa scoprire il programma del mondo e raggiungere uno stato completo ed eterno.
    [195671]
Da KabTV, “New Life #782 – Leggere la Torah,” 25/10/16

Quando Il Signore Tuo Dio Allargherà Il Tuo Territorio

Dr. Michael LaitmanDalla Torah, (Deuteronomio 12:20):Quando il Signore tuo Dio allargherà il tuo territorio, proprio come ti ha promesso (ossia quando entrerai nella Terra Promessa), e certamente dirai: “Fammi mangiare carne”, perché la tua anima brama mangiare carne, potrai mangiare carne ogni qualvolta la tua anima lo bramerà”. (Nel deserto si poteva mangiare solo carne derivante da sacrifici animali. Entrando nella Terra Promessa era permesso mangiare anche carne non consacrata. L’espressione “quando il Signore tuo Dio allargherà il tuo territorio” è riferita al fatto che si dovrebbe mangiare carne solo quando le opportunità economiche sono favorevoli e lo permettono).

Se una persona raggiunge uno stato in cui può ricevere le grandi Luci Superiori al fine di dare – cioè, è in grado di ricevere un enorme piacere non per se stessa, ma piuttosto per darlo agli altri – allora diventa possibile per lei farlo. Riceverà quindi la forza e l’aiuto del Creatore.

Questo è il significato di “Quando il Signore tuo Dio, allargherà il tuo territorio…… potrai mangiare carne….” (riceverai la Luce Superiore) seguendo tutti i desideri della tua anima.
[196673]

Da Kabtv, “I Segreti del Libro Eterno”, 30/06/16

Materiale correlato:
Sul sentiero dorato dell’ascesa spirituale
Il sistema della dazione
La formula di valenza dei desideri

Le Quattro Lettere Che Compongono Il Nome Del Creatore E Le Tre Linee

Dr. Michael LaitmanDomanda: Cosa significano le quattro lettere che compongono il nome del Creatore e cosa significano invece le tre linee in ognuna di queste lettere?

Risposta: Le quattro lettere che formano il nome del Creatore, sono necessarie per poter lavorare con l’egoismo in tutta la sua profondità.

In altre parole, questo è lo sviluppo dell’egoismo in quattro fasi, o le quattro fasi dello sviluppo della Luce Diretta.

Quando parliamo della correzione dell’egoismo, ogni fase è suddivisa in tre linee: di destra, di sinistra e di mezzo. La linea di sinistra è l’egoismo stesso, la linea di destra è la forza della Luce che è necessaria per la sua correzione, e la linea di mezzo è il luogo dove l’egoismo dovrebbe esistere allo stato corretto.

Quindi, ciascuna delle quattro tappe nella profondità dell’egoismo si compone di una parte non corretta, delle forze che lo correggono, e dello stato corretto.
[196146]

Da KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 30/06/16

Materiale correlato:
HaVaYaH: Le fasi della crescita della mente e del cuore
Un’eccitante avventura senza lasciare la tua stanza
Le 12 Tribù di Israele

“In Ogni Desiderio Della Tua Anima”

Dr. Michael LaitmanDomanda: Dalla Torah (Deuteronomio 12:15): “Solo ogni volta che la tua anima lo brami puoi scannare, e devi mangiare carne……L’impuro e il puro possono mangiarne, come la gazzella e come il cervo.” Cosa significa questo?

Risposta: La carne rappresenta la ricezione della Luce di Hochma nel reale desiderio di ricevere, ciò che una persona consuma con i propri desideri più egoistici, ma con lo scopo di dare. Il cervo e la gazzella sono animali che possono essere uccisi in modo diverso dagli animali domestici (per esempio, il cervo può essere ucciso con l’arco), ma rimangono comunque ancora kosher.

“Pura” è la persona che si trova in uno stato di correzione completo, “impura” è la persona che comprende che non è ancora stata corretta, ma arriva per essere purificata.

La Torah parla solo delle persone con un immenso desiderio di diventare simili al Creatore, e di vedere Lui e l’intero universo nella sua vera condizione.
[196567]

Da KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 30/06/16

Materiale correlato:
E l’oscurità brillerà come Luce
Il Linguaggio è formato delle interazioni della Luce con il desiderio
Sottigliezze di ricezione allo scopo di dare

“E Voi Vi Rallegrerete In Ogni Vostra Impresa”

Dr. Michael LaitmanDalla Torah (Deuteronomio, 12:7): “…….e voi vi rallegrerete in ogni vostra impresa.”

Le mani rappresentano i desideri egoistici di una persona che vuole possedere il mondo intero.

Tuttavia, quando ci comportiamo altruisticamente con le nostre mani egoistiche, oppure creando intenzioni altruiste per le nostre azioni, allora, in santità, siamo capaci di assorbire, percepire e rivelare il Creatore per avvicinarci a Lui, per arrivare in contatto e adesione con Lui ed entrare nella qualità della dazione.

E’ scritto, “…….e voi vi rallegrerete in ogni vostra impresa,” poiché “rallegrerete” rappresenta la rivelazione del Creatore.

Noi Lo scopriamo nei nostri desideri corretti e opportunamente assemblati. Così, il Creatore risulta da ciò che noi siamo capaci di mettere insieme fra noi, dalle nostre parti frammentate.

In altre parole, quella determinata configurazione corretta della connessione fra noi ci dà una corrispondente immagine di dazione e amore, chiamata il Creatore, e un’altra configurazione ci restituisce una diversa immagine di Lui. Quindi, sia ne Il Libro dello Zohar che in altre fonti, è scritto che il Creatore è rivelato fra noi in diverse immagini. Tuttavia, queste immagini non sono materiali.
[195616]

Da KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 30/06/16

Materiale correlato:
Il campo delle intenzioni
Tutti potranno scoprire il Mondo Superiore
Il lavoro straordinario dell’adattatore spirituale

Sopra Al Desiderio Delle Persone

Dr. Michael LaitmanDalla Torah, (Deuteronomio 12:19): “Guardati bene, finché vivrai nel tuo paese, dall’abbandonare il Levita”.

I Leviti sono le qualità che appartengono al Tempio.

I Leviti non hanno una loro trama, loro sono sparsi in tutta la terra d’Israele, perché il loro compito è quello di servire la popolazione. Essi sono coinvolti nell’educazione, nel servizio e nello sviluppo della popolazione, nella creazione delle strutture di governo, e così via.

Questa è burocrazia, ma si basa unicamente sulla somiglianza fra il grado inferiore e quello superiore. I Leviti non fanno le leggi, non le inventano dal nulla, ma studiano le qualità dei gradi superiori e attraggono se stessi, la gente e il paese a questo stato. Loro devono essere al di sopra della volontà del popolo, più sublimi.
[196670]

Da KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 30/06/16

Materiale correlato:
I tre livelli di unità: il Sacerdote, il Levita, Israele
I Livelli del lavoro Spirituale
La redenzione della Shechina dall’Esilio

Le Caratteristiche che ci Ricordano la Correzione Spirituale

Dr. Michael LaitmanDalla Torah, (Deuteronomio 11:20): “E le scriverai sugli stipiti della tua casa e sulle tue porte e sui tuoi cancelli……”

Una persona deve realizzare tutti i comandamenti non solo dentro se stessa, ma in ogni possibile manifestazione esterna del proprio egoismo. Gli stipiti e i cancelli sono le restrizioni che esistono attorno ai nostri desideri esterni. Ma il fatto è che i desideri arrivano dall’interno e sono classificati in questa maniera: la casa, il giardino, il recinto attorno a loro e poi il campo e il deserto.

Tutto questo è dentro a ogni persona, e questo descrive anche come la persona è stata creata. Essa deve anche creare determinate caratteristiche, come i simboli esterni, per essere consapevole di loro. Per questo c’è la tradizione di baciare la mezuzah (lo stipite della porta), ma solo per ricordare a una persona i propri stati interiori che devono essere corretti.

Il problema è che questi stati noi non li usiamo. Sarebbe buono se avessimo spiegato che tutti questi sono segni che ricordano alle persone che devono correggere i loro cuori. Quindi, finché non insegniamo loro questo, le persone saranno soddisfatte con l’osservare i comandamenti meccanicamente e si considereranno rette per questo. Le persone non vogliono imparare e ascoltare cosa la Saggezza della Kabbalah dice loro.

E’ necessario insegnare loro queste due fasi allo stesso tempo e non sostituire l’una con l’altra. Questo è il problema.

Dalla Torah, (Deuteronomio 11:21): “Affinché i vostri giorni e i giorni de’ vostri figliuoli, nel paese che l’Eterno giurò ai vostri padri di dar loro, siano numerosi come i giorni de’ cieli al di sopra della terra”.

Affinché i vostri giorni …….. siano numerosi”, è una costante elevazione dei 125 gradini del mondo dell’infinito (Ein Sof), così che le persone avranno “questa terra”, significa tutto l’immenso desiderio dentro se stesse. Devono rilevare, sviluppare, correggere ed esistere in un livello completamente diverso.
[194992]

Da KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 15/06/16

Materiale correlato:
La Rivelazione del Creatore
Il significato di “Comandamento” nella spiritualità
I Kabbalisti sulla Torà ed i Comandamenti, parte 9

E’ difficile essere giusti

Dr. Michael LaitmanDalla Torah, (Deuteronomio 11:17): “E si accenda contro di voi l’ira dell’Eterno, ed Egli chiuda i cieli in guisa che non vi sia più pioggia, e la terra non dia più i suoi prodotti, e voi periate ben presto, scomparendo dal buon paese che l’Eterno vi dà.”

Se la persona non si dedica alla correzione spirituale, rimarrà senza Luce di Hassadim, senza umidità e senza pioggia e non potrà usare correttamente il proprio egoismo.

Il sole brucerà così tanto che non vi sarà Luce di vita, ma un calore fulminante. Con questa attitudine verso la vita, verso il mondo e verso la sua missione, la persona appassirà senza l’acqua. (Luce di Hassadim). Questo è esattamente quello che sta succedendo oggi.

Domanda: E’ questo stato di stagnazione, ciò che si sente in ogni nuovo livello?

Risposta: Si, ma questo blocco non deve durare più di un attimo. Dev’essere comunque riconosciuto dalla persona, per avanzare, come è scritto, “Non c’è uomo giusto sulla terra, che faccia del bene senza avere prima peccato”. Così che in ogni grado si inciampa e poi si avanza, si inciampa e si avanza.

Passa per il punto più basso della diramazione il riconoscimento dell’ego e, solo allora, comincia a elevarsi.

D’altra parte, nel punto più basso, la persona nega completamente il Creatore, non è d’accordo con niente, si immerge nell’egoismo estremo e si converte nel peggiore dei trasgressori di tutte le leggi, cioè, è assolutamente opposta allo stato superiore dei giusti.

Domanda: Questo si applica solo alle persone che avanzano e non a quelle che non arrivano a questo punto?

Risposta: Certamente, la gente normale non sperimenta nessuno stato interno. Neanche conosce gli stati nei quali i giusti si trovano.

[194779]

Da KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 15/06/16

Materiale correlato:
Giusto è chi giustifica il Creatore
La preghiera delle diciotto Sefirot
Chi sta prendendo esempio dal Creatore?

“Nella Direzione del Tramonto”

Dr. Michael LaitmanDalla Torah, (Deuteronomio 11:29 – 11:30): “Quando il Signore, tuo Dio, ti avrà introdotto nella terra in cui stai per entrare per prenderne possesso, tu porrai la benedizione sul monte Garizìm e la maledizione sul monte Ebal. Questi monti non si trovano forse oltre il Giordano, oltre la via nella direzione del tramonto, nella terra dei Cananei che abitano nella pianura, di fronte a Gàlgala, presso le pianure di Morè?”

“Har” (montagna) viene dalla parola “Hirhurim” (dubbi).Una persona ha sempre dei dubbi. Comunque alcuni dubbi la portano sulla strada corretta e con il loro aiuto essa si innalza, mentre altri dubbi la portano alla discesa, quando da retta alla propria natura.

Quindi, le benedizioni sono date su di una montagna e le maledizioni su di un’altra, in altre parole: una ricompensa qui e una punizione là. Nella spiritualità questa è una montagna: un posto dove inciampi e cadi oppure dove ti puoi anche innalzare.

Non c’è null’altro se non lavorare nel modo corretto con le maledizioni e arrivare alle benedizioni. Dopo tutto, il desiderio è lo stesso e lo correggi gradualmente, inciampi, lo correggi e così avanzi.

Domanda: E’ scritto che “Questi monti non si trovano forse oltre il Giordano, oltre la via nella direzione del tramonto, nella terra dei Cananei”. Perché essi sono “nella direzione del tramonto”?

Risposta: Al tramonto inizia un nuovo grado di sviluppo dell’essere umano. Quindi dovresti considerare questo grado un buon segno: hai attraversato gli stati precedenti e adesso ti stai muovendo verso il prossimo nuovo stato.

Tutto inizia verso il tramonto, al crepuscolo, quando tutto è un’incognita: non puoi vedere e non puoi distinguere fra la verità e le bugie, fra la strada giusta e quella sbagliata. In questo caso devi andare avanti e scegliere attraverso la fede sopra la ragione.

La fede sopra la ragione è un principio spirituale molto importante. Solo se ci muoviamo veramente con la fede sopra la ragione allora saremo in grado di comprendere la differenza fra lo stato della benedizione e quello della maledizione, perché questo non è deciso al livello della nostra comprensione terrena ma precisamente innalzandoci sopra al nostro egoismo. Questa decisione è presa contro tutto quello che c’è di terreno, contrariamente alla logica e al nostro atteggiamento verso ciò che accade.

Quindi tutto avviene al crepuscolo, nell’oscurità, verso il tramonto.
[195316]

Da KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 22/06/16

Materiale correlato:
L’inganno delle forze impure
Quando il sole non lascia lo Zenith
Fede al di sopra della ragione