Pubblicato nella 'Crisi' Categoria

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 8

Dal libro Il Segreto Essenziale degli Ebrei, di Michael Brushtein, “Principi fondamentali della Teoria Integrale”

L’umanità non controlla l’auto-sviluppo.

Nuovi desideri che stanno cambiando tutto il tempo sono ciò che motivano il progresso umano.

Un programma nascosto dello sviluppo sociale gestisce la specie umana.

Il nostro sviluppo va avanti in fasi.

La quantità insegna sulla qualità. Più fasi ci sono, più alto è il risultato finale.
[139006]

Materiale correlato:

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 7
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 6
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 5

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 6

Dal libro Il Segreto Essenziale degli Ebrei, di Michael Brushtein

Prima di continuare, suggeriamo di prestare attenzione alle conclusioni alle quali sono arrivati gli scienziati ed esperti nei settori diversi del sapere. Li presentano alla fine di ogni capitolo nella prima parte del libro. Abbiamo dato un titolo secondo l’orientamento attuale: “Principi di base dell’Integralità”.

Principi di base dell’ntegralità

Dalla fine del ventesimo secolo l’umanità è diventata un corpo, una grande famiglia.

I problemi non sono per caso.

Il motivo di tutti i problemi si trova in una mancanza di equilibrio nei rapporti reciproci degli umani.

La violazione dei rapporti reciproci fra le persone, fra l’umanità e la natura, porta scontri, guerre, malattie.

Anche la guerra locale può portare problemi di clima in ogni punto sulla faccia della Terra.
[138749]

Materiale correlato:

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 5
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 4
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 3

Un tempo per agire come un solo uomo con un solo cuore

Dr. Michael LaitmanIsraele è in guerra. Non c’è mai stata una guerra simile prima. Per la prima volta, i razzi su Israele coprono quasi tutto il nostro paese. Oggi nel mirino ci sono cinque milioni di israeliani. In precedenza, Israele era divisa in zone climatiche; ma oggi, minuti e secondi sono stati aggiunti a questa divisione. È il tempo assegnato a noi e ai nostri figli per nascondersi dai missili in arrivo.

Stiamo combattendo e combatteremo fino a che vinceremo, ma questa non è la ragione. L’odio motiva il nostro nemico: come possiamo superarlo? Forniamo loro cibo, elettricità, curiamo i loro feriti e scambiamo il corpo dei nostri soldati con centinaia di terroristi vivi. Siamo d’accordo per un cessate il fuoco “umanitario”. E cosa otteniamo in cambio? Solo odio e rabbia.

Se fossero solo i nostri vicini. Che dire dei nemici interni? Riots a Gerusalemme, così come le manifestazioni in Giudea e Samaria della scorsa settimana, sono esempi vividi.

Come risponde il mondo a ciò che sta accadendo? Brasile ed Ecuador stanno ritirando i loro ambasciatori. In Germania, Francia, Inghilterra, Italia e altri paesi si svolgono manifestazioni anti-israeliane. Essi chiedono all’unanimità che usciamo da Gaza. In altre parole, vogliono che noi non interferiamo con Hamas che sta scavando tunnel e spara razzi contro di noi.

Il mondo intero, senza dire una parola, è unito contro di noi, e noi: “Dov’è la nostra unione?”

Quando i missili cadono su Tel Aviv, alcune delle nostre persone vanno in piazza per manifestare contro il nostro combattimento con Hamas. Quando i rivoltosi a Parigi bruciano negozi di ebrei francesi, gli ebrei americani protestano a Manhattan con i cartelli “Boicottate l’Apartheid israeliana”.

LA STORIA SI RIPETE

La storia si ripete in un modo orribile. Coloro che odiano gli ebrei sono uniti tra di loro, e gli ebrei sono o passivi, o al contrario, mostrano esempi di indifferenza autodistruttiva.

Prima che incombesse l’Olocausto, il kabbalista eminente del 20° secolo, Baal HaSulam, chiese al popolo ebraico, anche pregando, di unirsi, ma nessuno lo ascoltò. Ecco ciò che scrisse nell’editoriale del primo e, allo stesso tempo, ultimo numero di HaUma (La Nazione), pubblicato il 5 giugno 1940:

Se non speriamo in un miracolo, diventa chiaro che la nostra esistenza, sia individualmente che come nazione, è in bilico tra la vita e la morte.

Se perdiamo tempo e non ci eleviamo insieme come un solo uomo al fine di applicare un enorme sforzo necessario nell’ora del pericolo, salvando per noi la restante parte di Israele, allora gli eventi che stanno accadendo ora, dilagheranno, dato che la situazione si svolge secondo la volontà dei nostri nemici, che intendono ripulire noi dalla faccia della Terra.

È anche chiaro che gli enormi sforzi sul sentiero che si trova davanti a noi e che contiene ostacoli abbondanti, richiederanno unione, fermezza e che siamo indistruttibili come l’acciaio, in ogni parte del nostro popolo, senza eccezione.

COME UNIRCI

Purtroppo, pochi sanno che la Kabbalah è principalmente un metodo di unione. Nel corso della storia, i Kabbalisti univano le persone, ma c’erano sempre delle forze esterne e molto spesso, delle forze interne che lo impedivano. Quando tra la nazione prevaleva l’idea di unione, essa vinceva, e quando la nazione era lacerata da contraddizioni interne, i suoi nemici la sconfiggevano.

Oggi, i Kabbalisti devono nuovamente compiere ogni sforzo per unire il popolo di Israele, e l’occasione migliore per sperimentare la vera potenza di unione sono i cerchi di discussione che si svolgono in tutto il paese.

Con l’aiuto del metodo kabbalistico di unione, è possibile superare ogni barriera: mentalità, origine, età, opinioni politiche o qualsiasi altra cosa. Gli sforzi comuni possono superare il rigetto, il disaccordo e l’incomprensione. Siamo tutti diversi, ma possiamo diventare “come un solo uomo con un solo cuore!”

Il nostro sito web: http://www.kabbalah.it/
Il nostro telefono: 1-700-509-209 [Israele]
Per un Sì e per un No – Free Canale 66 [Israele]
Da Domenica a Lunedi – 18:00-20:00: relazioni speciali dedicate all’operazione “Pietra Indistruttibile”
[140487]

Materiale correlato:

Spaventare la gente, ma non esagerare
Fate ciò che Baal HaSulam non è riuscito a fare

L’innovativo progetto “Il futuro dell’umanità”

Dr. Michael LaitmanOpinione (Efim Reytblat, ingegnere, fondatore della scienza di gominisologii): “Guardando l’umanità attraverso gli occhi di un ingegnere, la si può immaginare come un meccanismo vivente. Come ogni meccanismo, l’umanità si caratterizza dal suo modello.

“Il modello moderno dell’umanità ha un certo numero di nodi: il modello geopolitico dell’umanità – lo stato di assoluto egoismo, la concorrenza globale, l’altamente sviluppata NTP, le invenzioni tecniche, la cultura, dominata da cantanti, musicisti, attori; il diritto penale, la lotta contro il male, il terrorismo, la corruzione, la droga, i conflitti etnici.

“Questi nodi sono strutturalmente uniti in un unico meccanismo, con un sistema comune di gestione e di controllo. I nodi sono interconnessi e determinano il funzionamento criminale e inefficiente dell’umanità.

“La regolamentazione sociale si basa sul principio dei segnali di uscita – i risultati delle attività delle persone. I medici iniziano a trattare, gli ispettori – a controllare, la polizia – ad arrestare i criminali, i giudici – a punire i criminali. Il ruolo normativo appartiene al diritto penale.

“Se si guarda al diritto penale attraverso gli occhi di un ingegnere, si può vedere che il diritto penale – è regolamentato sulla base del principio di segnale sociale in uscita; quindi la regolamentazione è in ritardo. Essendo tardiva; l’accordo risulta già fatto, l’errore è stato fatto, il reato è stato commesso.

“L’essenza del progetto innovativo “Il futuro dell’umanità” è di cambiare il modello di un meccanismo vivente. I nodi del vecchio modello, poco utile per la vita umana, devono essere sostituiti da nuovi nodi.

Il nuovo modello del futuro dell’umanità avrà i seguenti nodi:

-Il modello geopolitico dell’umanità – l’altruismo planetario

-Il settore dei metodi dell’amicizia

-Il progresso scientifico-sociale – altamente sviluppati

- La società abile

-La cultura, dominata da scienziati, inventori, ingegneri

- Morale Restaurato

-La violazione della coscienza dei corrotti

-Ridicolizzare immagine del tossicodipendente

- Le invenzioni sociali.

“Il ruolo del regolatore apparterrà alla morale restaurata. La morale restaurata sarà il regolamento, basato sul principio dell’input sociale. Sanzioni psicologiche potenti saranno molte volte più efficaci della paura del carcere e multe.

“Un elevato livello di innovazione sarà dovuta all’introduzione di nuove scienze: la psicologia creativa, la sociologia inventiva e la diplomazia creativa. Per 100 anni, l’umanità ha accumulato una vasta gamma di conoscenze psicologiche e sociologiche. Per fare un salto rivoluzionario ciò che è richiesto non è solo la conoscenza, ma le invenzioni sociali.

“I vantaggi competitivi del nuovo modello di umanità:

1. Dovrà essere formata un’umanità abile.

2. Compariranno nuovi tipi di umani: homo socialis habilis – l’umano socialmente qualificato e homo habilis рsychologis – l’umano psicologicamente abile.

3. Appariranno nuovi ideali di umanità.

4. Finiranno le guerre sulla Terra.

5. Saranno chiuse le prigioni.

6. Accelererà il progresso scientifico e sociale. “

Il mio commento: Tutto bene, tranne un problema: come possiamo arrivare a questo stato? Solo il metodo dell’educazione integrale e istruzione darà la risposta!
[137642]

Materiale correlato:

Il futuro dell’umanità
Priorità assoluta: Educazione Integrale

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 5

Dal libro Il Segreto Essenziale degli Ebrei, di Michael Brushtein, Capitolo 1, la previsione di Abramo:

“Il Mondo intero è una Famiglia”

Chiudere gli USA

Che succedeva se gli Stati Uniti erano chiusi? Basta chiuderli. Come la porta della cucina. C’era una cucina in cui qualcuno stava cucinando qualcosa, e ora siamo di fronte alla porta che non ha neanche una maniglia.

Infatti, qual è il suo uso? Dagli USA. A proposito, c’è una buona scusa. Perché, scusami … hanno affogato il mondo con biglietti verdi? Chiudere e poi prendere e condividerli.

Il problema è che questo non può essere fatto!

Perché? Perché non lo vogliono? O non possiamo? No. C’è un altro motivo. Se chiudiamo gli USA oggi, domani io, voi, e anche loro non avranno niente da mangiare, significa nessun cibo. Non è chiara la connessione fra bortsch Ucraino e l’America? Fra brandy e cognac e Zio Sam?

È molto semplice. Bortsch and cognac costano soldi e le uve per il cognac devono essere coltivate. E come possono essere coltivate se non ci sono i pesticidi. Una chimica desiderata è prodotta per esempio, in Asia. Non prendono rubli per il loro prodotto, e non hanno mai visto l’ucraino Grivna. Si scopre che i dollari sono necessari per quelli che vivono in America, e per coloro che non vivono in America e non andranno mai a vivere lì.

Richard Duncan, l’autore della Crisi del dollaro, ha scritto che lo stato normale dell’economia globale dipende dagli USA.

Ci sono tantissimi scenari in conseguenza della cessazione delle esportazioni di dollari. La comunità mondiale può rispondere per esempio nel modo seguente.

Le banche centrali, banche ipotecarie e altre banche si fermano nel dare dollari perché non ottengono più nulla. Allora la Cina non può vendere maglieria né la Francia comprare olio.

Ottimisti disperati offrono “coniglietti” e Shekels per la merce. Però il compratore non divide il loro ottimismo e declina educatamente. La valuta Euro non è sufficiente per tutti, e per lungo tempo, nessuno ha visto oro e non ricorda ciò che sembra.

La popolazione comincia a rifornirsi con quelle cose che, in una tale situazione, non è possibile gestire senza: come armi automatiche e carne in scatola.

I magazzini non ordinano la merce; i fabbricanti non producono nulla. Le navi sono nei porti; i disoccupati vagabondano nelle strade.

Le scarpe da ginnastica “Nike” raccolgono polvere nei magazzini in Beijing, e il caffè si trasforma in muffa nel porto di Rio de Janeiro. Il contadino Americano rimane senza pesticidi, il buongustaio francese senza condimenti, gli inglesi disoccupati senza jeans.

Gli aerei girano arrugginiti; il popolo svuota i negozi alimentari e i magazzini. Non c’è acqua corrente; non c’è carta igienica, e le medicine sono esaurite.

I soldati vendono mitragliatrici e razioni secche. Sfortunatamente, l’inverno è insolitamente freddo; l’estate come mai prima è afosa e l’autunno troppo piovoso.

Una vecchia con una stampella vaga nelle strade. Il suo nome è devastazione. Cominciano le guerre. Per il pane, l’acqua, il carburante, e il burro …

Si, non è possibile chiudere gli USA, insieme con tutto il resto.

A proposito, di chi è la colpa per questo crollo globale? Non è chiaro?

Un sondaggio recente ha rivelato che il 63% dei polacchi crede nella cospirazione ebraica di prendere il controllo del sistema bancario e lo SMI (Swiss Market Index).
[138694]

Materiale correlato:

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 2
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 3
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 4

“I governi sono sistemi di potere, cerchiamo di sostenere il potere”

Dr. Michael LaitmanOpinione (Noam Chomsky, linguista americano, filosofo, scienziato cognitivo, professore emerito al MIT, autore di oltre 100 libri): “I governi sono sistemi di potere. … Così, per esempio, leggendo le riviste di tecnologia tu apprendi che nei laboratori di robotica per alcuni anni ci sono stati sforzi per sviluppare piccoli droni, ciò che essi chiamano “fly-sized drones”, i quali possono sconfinare in casa di una persona ed essere quasi invisibili ed effettuare una sorveglianza costante. Puoi essere sicuro che l’industria militare è molto interessata a questo, e anche i servizi segreti, e saranno presto utilizzati. …

“Certo, si sono sempre giocati la carta della sicurezza. Ma penso che uno dovrebbe essere molto cauto con tali affermazioni. Ogni governo invoca la sicurezza per quasi qualsiasi cosa che sta facendo, così dato che il motivo è prevedibile, esso essenzialmente non fornisce nessuna informazione. Se dopo l’evento il sistema di potere pretende di sicurezza, questo non significa che in realtà è un principio di funzionamento. E se si guarda la cronaca, si scopre che la sicurezza è generalmente un pretesto e che la sicurezza non è una priorità dei governi. Se con questo intendo la sicurezza della popolazione – la sicurezza del sistema elettrico stesso e gli interessi nazionali che rappresenta, questa sì, che è una preoccupazione “.

Il mio commento: Lo Stato non può essere migliore del popolo e il governo è sempre peggio di esso, perché il cammino verso i piani alti è possibile solo grazie ad un egoismo enorme. Solo i cambiamenti dal basso sono in grado di costringere le autorità a cambiare se stesse e la società, perché coinvolgono la forza superiore.

All’interno dello stesso sviluppo egoistico, non può aver luogo nessun cambiamento di un governo in meglio perché l’egoismo non può cambiare se stesso; esso richiede l’influenza della Luce Superiore.
[139428]

Materiale correlato:

Le carenze dello Stato
Le persone sono a favore di uno Stato di Polizia
Uno stato corretto

L’avvertenza di Baal HaSulam

Se tu vieni a una persona al momento giusto, quando lui è disperato e non sa come passare ai nuovi criteri al fine di sperimentare la dolcezza piuttosto che l’amarezza, allora lui ascolterà. Questa è l’essenza della crisi.

Anteriormente, abbiamo sempre cercato e trovato i mezzi per fare questo, a causa di questo, l’umanità è cresciuta ed è avanzata, come i bambini che crescono  e con i loro giocattoli diventano più orientati agli obiettivi e quindi, cambiano i loro gusti, comprendendo e avendo la consapevolezza di ciò che si chiama dolce e ciò che si chiama verità .

E quando arriviamo alla fine dello sviluppo egoistico, scopriamo che siamo in uno stato amaro, che è impossibile trasformarlo in quello dolce. Non c’è né verità né falso che possono aiutare in questo e a cambiarci in modo che sentiamo dolcezza invece di amarezza.

Qui arriviamo con il nostro metodo di Educazione Integrale per spiegare che c’è una forza: la forza della connessione tra le persone. Dovuto a questo, raggiungeremo la dolcezza che contemporaneamente sarà la verità. Questa verità dolce non è rivelata in qualcuno individualmente, ma dentro la nostra unione comune.

Le persone non saranno in grado di rivelare questa conoscenza. Anche se loro iniziano ad unirsi a vicenda, tutto si trasformerà in un circo o una banda criminale; niente di buono succederà .

Dobbiamo essere consapevoli che se non abbiamo successo nella nostra missione, allora in futuro, associazioni per delinquere attende il nostro mondo, ovvero, il regime nazista, sul quale Baal HaSulam avverte nell’articolo: “L’Ultima Generazione.”

Se il nostro metodo di Educazione Integrale non riuscirà, allora il mondo sarà vinto dalla dottrina fascista, che si basa anche sulla dolcezza derivata dall’unità . Ma questa unità è fondata sull’odio per gli altri. Il mondo intero allora sarà diviso in due metà : mio e tutto il resto. E costruiremo  la nostra unità non nell’amore degli altri, ma sull’odio degli altri. E al suo interno troviamo dolcezza.

Sebbene questo approccio nazista è contrario all’obiettivo della Creazione e lo sviluppo della Natura non potrà resistere a lungo, questa possibilità esiste solo per un breve periodo.
[114577]

Dalla quarta parte della Lezione quotidiana di Kabbalah del 13.08.2013, Scritti di Baal HaSulam

Materiale correlato:

Il pericolo non è passato
Uniti dall’ amore o dall’ odio

I parassiti o le vittime della Società?

Notizie (da DailyLife): “Se ultimamente avete fatto attenzione ai magnati dell’Australia, a chi cerca una casa in affitto e ai dirigenti della bolla economica, potreste aver incominciato ad avvertire un crescente senso di panico.

“Il mercato del lavoro dell’Australia è inondato da una nuova generazione di lavoratori improduttivi[...]

“‘ I lavoratori della generazione Y hanno un proprio diploma, secondo 300 boss della finanza australiana sondati dall’agente di collocamento Robert Half. Si dice che i lavoratori sotto i 30 anni hanno un’ingigantita e spesso disillusa percezione del valore che possono aggiungere ad una organizzazione’.[...]

“La generazione Y è un incubo sul mercato del lavoro – sembra che non facciano mai quello che vuoi, hanno sempre un piede fuori dalla porta, sono intriganti ed ambizioni invece che sostenitori dai colletti bianchi delle società che hanno fatto funzionare le economie dell’occidente – e adesso sempre più di frequente – le economie dell’oriente”.

Il mio commento: Questa è una conseguenza della crisi dell‘egoismo che in passato desiderava il successo e che oggi è “stanco”. Ed è percepita nei gruppi di ogni età. Non c’è alcuna motivazione; gli uomini hanno bisogno di una nuova motivazione per vivere. La si può imparare dalla natura: è percepita solamente nelle relazioni correttamente connesse.

Competizione, paura, pressione, ecc non possono più dare energia da un uomo. Solo le emozioni positive della connessione, della dazione, e dell’amore possono dare energia. Per il momento, non è visibile, ma presto sarà scoperta come la sola sorgente di vita.
[117276]

Materiale corrrelato:

La fine della generazione di schiavi
Una definizione della nuova generazione

Marx aveva ragione?

Dr. Michael LaitmanOpinione  (Umair Haque, consulente e autore londinese, direttore di Havas Media Labs):

  • “L’impoverimento. Marx sosteneva che il capitalismo rende i lavoratori poveri: voleva dire che il loro lavoro sarebbe stato ‘sfruttato’ – non solo in senso puramente etico, ma in uno più stretto economico: perché i salari reali sarebbero stati ridotti e le condizioni di lavoro peggiorate. Come ha fatto Marx a pronosticare questo? Direi facendo una media: i salari in molte economie avanzate – particolarmente nel capitalismo più puro, hanno un senso finanziarizzato – e hanno fallito nel tenere il passo con la produttività; non per anni, ma per decenni. (Il salario medio americano è stato stagnante per circa 40 anni.) In termini macro, la quota del reddito dei lavoratori è crollata, mentre la parte del leone di crescita è maturata per quelli in cima.
  • La crisi. Siccome i lavoratori sarebbero stati pagati sempre meno, il capitalismo sarebbe stato incline a croniche, perpetue crisi di sovrapproduzione – e loro non avrebbero avuto i mezzi per acquistare o investire in beni sufficienti soldi per mantenere l’economia ronzio. Quindi Marx aveva previsto, si sarebbe arrivato a una specie di ‘povertà in mezzo all’abbondanza.’ [...]
  • “La stagnazione. Ecco la più controversa – e più curiosa – previsione di Marx. Come tutte le economie di stagnazione, i tassi reali di profitto scenderanno. Come fare per tirarli su? Al primo sguardo, sembrano essere stati completamente screditati: i profitti aziendali stanno sfondato il tetto fino a livelli stratosferici. Ma pensateci di nuovo, in termini economici: la previsione di Marx interessa il ‘profitto reale,’ non solo numeri di misteriosa carne servita dai contatori di fagioli, e masticata con gusto da ‘analisti’. [...]
  • “L’alienazione. Se i lavoratori vengono separati dal risultato del loro lavoro, sostiene Marx, il loro senso di autodeterminazione diminuisce, alienandoli dal senso del suo significato, scopo e riempimento. Cosa sta facendo Marx a questo punto? Direi abbastanza bene: la maggior parte dei luoghi di lavoro moderni umani, anche se autoproclamati per tutte le loro comodità, sono bastioni di noia spaccaossa e succhiatori mediocri di anime, pieni di squallidi incontri, attività lugubri, e obiettivi inutili che sono un bel po’ ‘alienanti. [...]
  • “Feticismo dei prodotti. Un oggetto feticcio è più che un simbolo: si crede di avere in realtà il potere del simbolo rappresentativo (come un idolo, o un totem con proprietà magiche). Marx sosteneva che in base alle regole dell’epoca industriale del capitalismo, le materie prime saranno diventate talismani venerati, adorati attraverso scambi transazionali, intrise di poteri mistici che danno loro valore intrinseco – e oscurando il loro valore reale e delle stesse persone che hanno lavorato su di loro, in primo luogo. E’ uno dei concetti e sfumature più sottili di Marx. Ha retto? Ancora una volta, io posso solo indicare una società in furiosa ricerca per il di più, il più grande, più veloce, più economico, più perverso, ora, che si tratti di templi al dettaglio di mega-centri commerciali dell’America, o rivoltosi di Londra che vanno a rubare, non il pane, ma i videogiochi. “

Il mio commento: Marx aveva ragione nel fatto che egli credeva che solo l’educazione umana e l’istruzione possono portare una persona alla trasformazione del sistema capitalistico in un vero socialista, e se succede violentemente, da pressioni esterne (una rivoluzione), e non dal libero arbitrio delle persone corrette, ci sarà un altro nazismo tedesco oppure in stile sovietico.
[139494]

Materiale correlato:

La rivincita di Marx
Riguardo alla Kabbalah, Marx, ed alla grande bugia

La globalizzazione si sta sgretolando

Dr. Michael LaitmanOpinione (Michael Khazin, economista): “Ho analizzato l’andamento delle tendenze globali ed è accaduto il tutto al contrario. Dal 1990 al 2005, c’è stato un trend globale di crescente globalizzazione, ma i processi di integrazione regionale sono andati contro, ed è stato molto difficile e costoso mantenerli.

“Sin dal 2008, il meccanismo di stimolare la domanda attraverso l’emissione del dollaro ha smesso di funzionare, e ci restano ora due problemi: sopportare la caduta del tenore di vita, o modificare il meccanismo continuando il mantenimento della domanda con l’emissione del dollaro nei centri regionali di emissione.

“La fine del capitalismo è d’avanti a noi, ma l’Europa e gli Stati Uniti non sono disposti ad ammetterlo. L’integrazione regionale è diventata la nuova tendenza globale. La globalizzazione si sta sgretolando. Tutto sarà deciso nel quadro dei processi di integrazione regionale”.

Il mio commento: Tutto sarà risolto solo attraverso la connessione nei circoli. Chiamiamola integrazione regionale. A poco a poco, i suoi confini si espanderanno a ricopriranno il mondo intero.
[139359]

Materiale correlato:

Globalizzazione
“Che cosa andrà a sostituire il modello della globalizzazione?”