Corso online di Kabbalah autentica – Aprile 2021

Vi invito al nuovo corso online di primo livello di Kabbalah Autentica in italiano. Domenica 18 Aprile 2021 alle ore 21:00. Iscrizioni aperte fino al 2 maggio con possibilità di recupero.

Il corso è tenuto da insegnanti qualificati dell’Accademia di Kabbalah Ashlag,  David Martino e Romolo Tiddia Sambucioni, miei allievi veterani.

Per informazioni e per registrazione al corso cliccare QUI

Tutta la Saggezza della Kabbalah è di conoscere la guida della Volontà Suprema, perché Lui ha creato tutti gli esseri umani e che cosa vuole da loro. Quale sarà la fine di tutti i giri del mondo.

(Mosè Luzzatto – HaRamchal, “138, Introduzioni alla Saggezza”)

La Kabbalah ci parla di tutta la creazione, di tutte le forze che si trovano intorno a noi e dentro di noi.
Se riusciamo a comprendere il sistema e veniamo a conoscere in che modo funziona, potremo ottenere la vera chiave per gestire la nostra vita.
La Kabbalah permette alla persona di controllare la propria vita, insegna come comunicare con le altre persone e insieme a loro costruire quei rapporti e sistemi che cambieranno la sua vita.
La saggezza della Kabbalah non è alla ricerca di pubblicità, ma cerca la verità.
Chi vuole veramente approfondire la conoscenza della vita, sapere come realmente uscire da problemi e difficoltà, come scoprire veramente la vita eterna e completa, non ha altra scelta se non attraverso la saggezza della Kabbalah.

L’effetto del femminismo

Domanda: Qual è la ragione per cui il femminismo ha dominato il mondo negli ultimi due secoli?

Risposta: Il femminismo è il risultato del fatto per cui le donne hanno sentito il bisogno di svilupparsi e partecipare al mondo. Si sono davvero impegnate ad essere non di meno degli uomini. Possono far fronte a tutto forse anche meglio degli uomini.

In generale, la concorrenza tra i sessi è assolutamente inutile. A casa, nessuno di noi compete per vedere chi sarà il migliore nell’organizzare la vita e tutto il resto. Ci è chiaro che una donna è capace di questo al di là di ogni competizione. Può fare in casa propria, in mezz’ora, ciò che un uomo non sarà in grado di fare in un giorno o, addirittura, rovinerà tutto. Ecco come siamo fatti.

Pertanto, dobbiamo sapere come e con cosa possiamo completarci adeguatamente a vicenda e, quindi, costruire relazioni l’uno con l’altro, specialmente nel nostro tempo quando noi stiamo già cominciando ad allontanarci dal superfluo e completamente inutile lavoro che ha riempito il nostro tempo. Filtreremo assolutamente tutto quello che è inutile così che rimarrà solo il lavoro più necessario.

Quindi, forse avremmo bisogno del 20% dell’intera popolazione per lanciare il sistema totale che servirà le persone e il mondo. Per il resto del tempo, saremo solo impegnati a provvedere ai nostri bisogni interiori e a capire come unirci e raggiungere la manifestazione dei mondi superiori dentro di noi. Questo, penso, sarà molto speciale e attraente per la nuova generazione.

 

[276078]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 12/07/2020

Materiale correlato:

L’Uomo E La Donna Nel Lavoro Spirituale
L’Uomo E La Donna Sono Il Risultato Delle Proprie Radici Spirituali
L’involucro materiale e l’essenza spirituale

Uomini e donne: lavorare secondo necessità

Domanda: Come può una donna sostenere meglio un uomo nel nostro mondo? C’è un’opinione secondo cui non dovrebbe lavorare affatto, ma dovrebbe dedicarsi il più possibile a sostenere il suo uomo.

Risposta: Credo che nel prossimo futuro sarà così perché smetteremo di produrre una quantità folle di prodotti completamente inutili.

La vita assumerà gradualmente uno stato più equilibrato e, quindi, non ci sarà bisogno che le donne lavorino. Anche la necessità di un numero significativo di uomini che lavorano scomparirà. Tutti saranno più coinvolti nella teoria e nella pratica della costruzione di corrette relazioni tra loro e tra i sessi.

Tutto questo sarà implementato molto rapidamente e correttamente. Non vedo grossi problemi. I problemi sono gli stessi sia per gli uomini che per le donne. Soprattutto nel nostro tempo. Non credo che gli uomini lavoreranno di più e il lavoro delle donne non sarà affatto necessario.

Ci sono professioni svolte meglio dalle donne. Gli uomini, come si suol dire, possono riposare, cioè saranno liberati da tali doveri che non sono in grado di svolgere a causa della loro organizzazione psicologica interna.

Pertanto, non stiamo parlando di rimuovere le donne da tutti i lavori e di tenere solo gli uomini. Penso che quasi tutte le donne possano davvero essere risparmiate dal lavorare fuori casa ma, se necessario, ne saranno coinvolte. Anche gli uomini saranno coinvolti nella misura in cui saranno necessari per produrre ciò che è essenziale per l’esistenza.

Il resto del tempo sarà dedicato solo a padroneggiare la tecnica della connessione reciproca al fine di elevare l’intera umanità al livello del sistema del  mondo superiore.

Domanda: Quindi, le persone non sono state create per lavorare affatto?

Risposta: In  principio, no. Lo stesso vale per i livelli inanimato, vegetale e animale. Per quanto strano possa sembrare oggi, saranno alimentati solo con l’energia che noi persone produrremo attraverso le nostre corrette interazioni. Dobbiamo ancora vedere questo mondo speciale.

 

[276025]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 7/12/2020

Materiale correlato:
Le professioni del futuro
Uomini e donne: responsabilità e possibilità
Quali professioni scompariranno?

Il concetto di “vita” cambia nel tempo?

Domanda: Con il mondo che da un lato è colpito da una pandemia e da altre crisi e dall’altro affronta sviluppi molto forti nella tecnologia e nella scienza,  significa che il concetto stesso di “vita” è mutevole?

Risposta: Sta cambiando. Le persone comuni che vivono in questo mondo stanno iniziando a sentire sempre di più che questo mondo non ha alcun significato, che nessuno dei nostri sforzi ci porterà a qualcosa di speciale, cioè alla realizzazione eterna, e, quindi, che non c’è davvero bisogno di vivere.

Questo è il risveglio, specialmente nella nuova generazione. Stanno arrivando le prossime generazioni che sentiranno pienamente la disperazione e la mancanza di scopo della nostra esistenza. Questo porterà le masse a riflettere sul significato della vita. Dobbiamo preparare questa transizione per loro.

 

[275865]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 7/12/2020

Materiale correlato:
L’unico valore nella vita
C’è un senso della vita, nella vita stessa?
Lasciare un segno della propria vita

L’amore è un’unione

Domanda: Cosa convince una persona ad accettare l’idea dell’uguaglianza universale? Sebbene siamo tutti diversi, uguaglianza significa che l’amore coprirà tutte le trasgressioni. Quali informazioni devono essere fornite a una persona affinché possa capirlo?

Risposta: L’amore coprirà tutte le trasgressioni è la legge della natura verso cui dobbiamo avanzare. Prima lo facciamo, prima domineremo il mondo superiore e lo stato più elevato; raggiungeremo la perfezione, la completezza e la vera sensazione di dove siamo.

Commento: Ma se questa è la legge della natura, allora mettiamoci a lavorare con gli scienziati.

La mia risposta: No, il raggiungimento dello stato più elevato non riguarda gli scienziati perché avviene all’interno di una persona nel momento in cui cambia la sua natura da egoistica ad altruistica. La scienza materiale non si occupa di questo. Non dispone di tali strumenti.

Commento: Tutti possono capire che il rifiuto tra di noi è un peccato, ma capire come costruire l’amore, in base a questo, è del tutto incomprensibile.

Quando ci viene chiesto specificamente di una determinata situazione, come comportarsi in essa, è impossibile spiegarlo. Non posso dire a qualcuno come coprire il rifiuto con l’amore se lui ha un’opinione e io ne ho un’altra.

La mia risposta: Il fatto è che non puoi trasformarti in un attimo. Ciò richiede un allenamento costante con gli amici in un gruppo, in una piccola società, dove ristabilisci e simuli la legge spirituale dell’ama il tuo prossimo come te stesso.

Questo è un processo educativo di crescita a lungo termine, dopo il quale la tua percezione del mondo cambia. Quindi, si può arrivare ad uno stato in cui si è in grado di unirsi al di sopra di tutte le differenze. L’amore è unione.
[275462]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 16/10/2020

Materiale correlato:

Come capire che l’amore è la legge?
La Kabbalah: il dono della connessione con la forza superiore
L’amore senza odio è possibile?

La metamorfosi dell’amore

Domanda: La forza altruistica dell’amore è la più importante in natura poiché contiene un’energia creativa e generatrice che da origine a una molteplicità di forme e di creazioni, disseminandole ovunque e creando sistemi nuovi. Perché è chiamata la forza dell’amore?

Risposta: Nel nostro mondo, l’amore è l’attrazione di un uomo per qualcosa dalla quale riceve riempimento, soddisfazione o piacere. Egli potrebbe essere attratto dall’aspetto, dalle forme o da qualsiasi altra cosa ma non dalle persone. Questo vale per tutti.

Domanda: Molto spesso noi ascoltiamo da lei, così come da molti altri filosofi, che la natura ci ama. Non sto nemmeno parlando del concetto di Bore che, dal punto di vista della Kabbalah, è identico al concetto di natura. Cosa significa che la natura ci ama e che noi abbiamo bisogno di amarla?

Risposta: L’amore è una legge della natura. L’attrazione reciproca, per compiere qualche funzione comune, rende possibile perpetuare se stessi, ecc. In particolare, noi chiamiamo prole e riproduzione la conseguenza dell’amore.

Domanda: L’amore umano non è costruito sull’amore per l’altro ma sul proprio bene attraverso il bene dell’altro. È chiaro che non esiste qualcosa come l’amore altruistico. C’è una grande differenza tra l’amore altruistico, quando pensi solo all’altro e a come soddisfarlo, e l’amore umano. Le persone non possono amare in tal modo senza un qualche beneficio personale.

Frequentemente, il nostro amore si trasforma in odio. Se amo qualcuno e all’improvviso mi inganna, il mio amore si converte in odio. Perché c’è una così grande distanza tra questi sentimenti?

Risposta: Perché si vuole essere soddisfatti con questo oggetto e invece di un piacevole riempimento alla fine si ottiene esattamente l’opposto. Questa è la ragione per cui appare l’odio invece dell’amore.

Domanda: Cosa deve accadere in un individuo allo scopo di sentire l’amore assoluto manifestarsi in lui?

Risposta: Se egli si eleva al di sopra di se stesso, indipendentemente da come gli altri lo trattano, lui li tratterà comunque bene, allora è possibile l’amore assoluto.
[275104]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 23/10/2020

Materiale correlato:

La linea di mezzo è al di sopra dell’amore e dell’odio
Cinque tipi di amore
L’amore eterno

Il senso della vita di una classe sociale “inutile”

Domanda: Sarebbe logico pensare che le comunità virtuali aiutino le persone a comunicare nella vita reale ma in realtà è il contrario, perché?

Risposta: Poiché le persone sono influenzate dal loro egoismo. Non possiamo farci nulla. Fintantoché non ci correggeremo, ogni modalità e forma di comunicazione ci danneggerà.
Domanda: Alcuni studiosi credono che i videogiochi forniranno un senso della vita alla classe sociale “inutile”, composta dagli individui che hanno perso il lavoro. Potranno essere miliardi di persone. Gli sarà garantito un salario minimo e giochi così da non farli ribellare. Lei vede possibile uno scenario del genere?

Risposta: Purtroppo sì, potrà succedere. Anche se questa sarà una fase intermedia di sviluppo dell’umanità e non quella finale.

Domanda: Oggigiorno ognuno di noi entra in contatto con così tante persone per cui non basterebbe una vita intera per incontrarle tutte. È un’opportunità per noi? Come possiamo sfruttarla nella giusta maniera per la nostra crescita personale?

Risposta: Credo che questo fenomeno ostacoli la nostra crescita personale, e che una persona qualunque non abbia la possibilità di staccarsene e crescere.
[274792]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 7/10/2020

Materiale correlato:
Il senso della vita sta nell’impararne il significato
Le fasi dello sviluppo dell’umanità: la paura e l’impotenza
La dipendenza dai videogiochi

Convenzioni morali e leggi della natura

Domanda: Le norme sociali possono essere divise in diversi tipi. Esistono standard etici come cedere il posto agli anziani sui mezzi pubblici. Esistono norme legali come il divieto di fumare in luoghi pubblici. Ci sono norme religiose riguardanti l’adempimento di alcuni tipi di comandamenti. Esistono norme politiche relative alla definizione di determinate leggi. Ci sono anche standard estetici, etc.

Dici spesso che l’amore per l’ amico è una legge della natura. Qual è la differenza tra le convenzioni morali e le leggi della natura?

Risposta: Le convenzioni morali sono le leggi del comportamento umano in un dato momento. Se in passato consideravano corretti metodi di comunicazione aspri, anche al punto di trattarsi crudelmente, in seguito queste norme sono cambiate e si sono fatte più morbide, e poi ancora più amichevoli e così via.

Man mano che l’egoismo cresceva, l’uomo continuava a sviluppare un codice di norme morali al fine di coesistere tra loro più correttamente. Così siamo arrivati al nostro stato attuale. Di principio, questo è lo stesso egoismo che ci governa e determina tutte le norme per la nostra interconnessione.

Domanda: Quindi se le norme continuano a cambiare nel corso della storia, non possono essere attribuite alle leggi della natura? Dopo tutto, se è una legge della natura, non dovrebbe cambiare.

Risposta: Nel tempo il nostro egoismo cambia e noi cambiamo con esso e di conseguenza stabiliamo nuove leggi.

Domanda: Chi determina se l’amore per l’amico è una legge o no?

Risposta: Noi non definiamo niente. Possiamo solo scoprire questa legge della natura e rivelare che esiste. Nella misura che riconosciamo quanto sia universale, iniziamo ad applicarla nelle nostre vite.

L’amore per gli amici è comunque una legge. E’ sopra di noi. Pertanto, il livello del nostro sviluppo determina quanto vogliamo implementarlo.
[274327]

From KabTV’s “Communication Skills” 10/9/20

Materiale correlato:

Esaminando le leggi della natura
Perché le leggi dell’Umanità ci vengono nascoste?
Crisi: La ricerca di una soluzione

Pigrizia utile

Domanda: Gli scienziati ritengono che la pigrizia sia una delle qualità più utili. Hanno dimostrato che la pigrizia rafforza la salute, ci rende più produttivi, aumenta la creatività, protegge il cervello dal sovraccarico, migliora la concentrazione, promuove la salute e prolunga la vita.
Come si combatte la pigrizia e soprattutto, dobbiamo davvero contrastarla?

Risposta: Ci stiamo sviluppando in una continua evoluzione tecnica e psicologica. Di conseguenza, con la nostra tecnologia e i più recenti mezzi di comunicazione, ci vincoliamo sempre di più e lavoriamo senza sosta.
Prima non era così. Al contrario, la maggior parte del tempo le persone la trascorrevano a casa nei loro paesi, impegnate in molte altre attività. Anche la persona comune non lavorava dall’alba al tramonto.

Tutto è iniziato nel diciannovesimo secolo con lo sviluppo di motori a vapore e altre innovazioni tecniche. Si è infatti scoperto che più possiamo inventare, più lavoriamo, imbrigliandoci a un carro che dobbiamo tirare noi stessi. Questo è sbagliato.

Una persona dovrebbe lavorare di meno. Dovrebbe sedersi accanto al fuoco come nei tempi antichi (in senso figurato), ballare in un prato, visitare amici e parenti, trascorrere la maggior parte del tempo impegnata in tutti i tipi di eventi casalinghi o sociali e avere tempo per rilassarsi. Ma in ogni caso, non dedicare tutto il proprio tempo al lavoro di cui nessuno ha bisogno, che viene fatto solo per aggiungere degli zeri al conto di qualcuno.
Pertanto, non è male essere pigri, è anche utile.

Domanda: Esiste un qualcosa come la pigrizia nello sviluppo spirituale di una persona?

Risposta: Sì, e lo accogliamo molto favorevolmente. La pigrizia spirituale aiuta una persona a non fare nulla di superfluo, altrimenti porta il mondo intero alla distruzione. Perciò è detto: “Siedi invece di stare in piedi. Stai in piedi invece di camminare” e così via. Ciò significa che la pigrizia è utile. Meno movimento si traduce in meno problemi.
[274319]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, del 6/11/2020

Materiale correlato:

La pigrizia: una qualità meravigliosa
Da che cosa dipende la salute umana?
Progressi lungo il mio percorso

 

L’energia che ci alimenta

Domanda: L’uomo fa parte di un sistema grande e complesso. Abbiamo ovviamente bisogno di energia interiore e di forza per mantenere le relazioni del sistema. Qual è la fonte di energia che ci alimenta?

Risposta: Questa è una soddisfazione egoistica a tutti i livelli: inanimato, vegetale, animale ed umano.
Se vogliamo raggiungere il livello successivo, abbiamo bisogno di usare questa energia per alimentare il nostro corpo, solo lo stretto necessario per la sua esistenza e portiamo al nostro “io” la qualità della dazione e dell’amore per gli altri. In questo modo riceviamo il nuovo piacere, quello di donare. Sarà una sensazione completamente diversa di consapevolezza dell’esistenza.

Domanda: In realtà, l’uomo può ricevere contemporaneamente due tipi di energia?

Risposta: Sì. Ho una soddisfazione animale per il mio corpo, assolutamente cosciente perché la mia condizione me lo impone. Il piacere più elevato è dove lavoro in forma completamente diversa, nella qualità della dazione e amore per gli altri.

Domanda: Perché a volte l’uomo ha poca energia?

Risposta: Perché non vede la sua origine e non sa il motivo per cui la riceve e tantomeno come usarla correttamente. Per questo, gli stati di impotenza, mancanza di direzione, separazione e annullamento sono buoni stati, che ci portano alla rivalutazione corretta dei nostri valori, sia interni che del mondo e si passa allo stato successivo.

Commento: Dal punto di vista dell’approccio del sistema, la nostra mancanza di energia non è molto buona perché siamo in disequilibrio.

La mia risposta: Questo ti stimola ad avanzare nella tua ricerca. In questa ricerca si trovano nuovi stati. Se non ci fosse questa necessità, non evolveresti. Come si dice: “L’amore e la fame governano il mondo”.

Domanda: Come si può essere felici e appagati in qualsiasi situazione?

Risposta: Questo dipende dall’obiettivo. Se si avvicina a te anche con una sensazione di certe qualità, sensazioni, azioni poco piacevoli, non importa. La cosa principale è che, alla fine, si ottenga qualcosa di più. Tutto dipende dal valore dell’obiettivo verso il quale ti dirigi.
[275958]

Dalla trasmissione di KabTV «Kabbalah espress», 07/12/2020

Materiale correlato:

L’amore dal punto di vista della Kabbalah
Completare l’energia della vita
Lo sviluppo dell’egoismo è una legge della natura

Ognuno con i propri tempi

Domanda: Lei dice che tutti hanno il punto nel cuore ma solo in alcuni si risveglia mentre in altri no. Cosa sono luce e ombra per una persona alla quale non si è risvegliato il punto nel cuore? Qual è il significato della vita per loro?

Risposta: La nostra vita è uguale a quella degli altri fino a che non si risveglia in noi il punto nel cuore. Non bisogna pensare che la vita degli altri sia perduta. Anche loro devono passare attraverso certi stati affinché si accumulino le Reshimot (esperienze vissute) fondamentali per raggiungere qualsiasi stato spirituale ed entrare in un mondo nuovo.
[258716]

Dalla trasmissione di KabTV “Fundamentals of Kabbalah”, 15/12/2019

Materiale correlato:
Di cosa ha bisogno il punto nel cuore?
Il nutrimento per il punto nel cuore
Come possiamo innalzare il punto nel cuore?