Pubblicato nella 'Libero Arbitrio' Categoria

La formazione della personalità

Domanda: La distinzione tra bene e male, tra verità e onestà, amore ed odio, nasce dalla società?

Risposta: I punti di vista si formano a causa dell’ambiente. Ma dipende dal tipo di suolo in cui vengono seminati i chicchi di grano dell’ambiente.

Vi sono poi molte altre variabili da considerare. Le caratteristiche dei genitori e dei nonni, della famiglia, della società attuale, così come tutte le relative interazioni.

Se nasco in una certa famiglia e cresco in un determinato ambiente dipende anche dal tipo di società in cui vivo… Occidentale, Orientale, religiosa, ecc. ecc.; vi sono innumerevoli fattori che influenzano lo sviluppo della personalità senza che ce ne accorgiamo.

Ma tutto questo ha un’influenza su di noi.

[267786]

Dalla trasmissione di KabTV “The Post-Coronavirus Era”, 30/04/2020

Materiale correlato:
La soluzione si trova nell’ambiente corretto
Nella schiavitù dell’egoismo
Il mio ambiente di oggi rappresenta ciò che sarò io domani

Accelerare la crescita personale

Domanda: Una persona può passare consapevolmente da un livello di desiderio inferiore a uno superiore?
Risposta: Questo dipende dalle persone intorno a lei e dall’ambiente in cui preferisce stare.

In linea di principio, a partire dal momento in cui una persona inizia a distinguersi dall’orda di animali, può scegliere il proprio ambiente. A poco a poco, cambiando il suo ambiente, può aumentare i gradi della piramide dei desideri, indipendentemente da come avviene la normale e naturale ascesa su di essa.

Domanda: Lei pensa che la crescita personale possa avvenire solo consapevolmente o semplicemente riveliamo il nostro potenziale intrinseco?

Risposta: Naturalmente, tutto questo è determinato dal destino di una persona. Tuttavia, allo stesso tempo, a una persona viene data l’opportunità di accelerare il proprio sviluppo.

Da un lato, la crescita personale è determinata in anticipo. Dall’altra parte, dipende dall’individuo. In altre parole, la velocità del potenziale dispiegamento dipende dall’ambiente in cui esiste.

Baal HaSulam, nell’articolo “La Libertà”, spiega come questo può essere cambiato e come usarlo.

Domanda: Cos’è più importante per la crescita personale: il potenziale, i geni o l’ambiente?

Risposta: La cosa fondamentale sono i geni. Alla fine, spingono la persona a realizzare se stessa. Poi arriva l’influenza dell’ambiente.
[269333]

Dalla trasmissione di KabTV “Management Skills”, 25/06/2020

Materiale correlato:
I desideri sono determinati dall’ambiente
E’ possibile accelerare l’avanzamento spirituale?
Il tempo dipende da noi

Il fattore più forte di influenza su una persona

Domanda: L’ambiente ci influenza attraverso tre canali. Il primo sono i media. Il secondo sono gli esempi delle persone intorno a noi. E il terzo è attraverso i pensieri e i desideri poiché siamo tutti interconnessi nello stesso sistema e sullo stesso globo.

Quale di questi fattori è più influente?

Risposta: Il fattore più forte di influenza su una persona è la società circostante, i suoi esempi e le sue opinioni.

Domanda: Noi esseri umani possiamo solo cambiare il nostro atteggiamento nei confronti del mondo, ma questo è sufficiente? O dobbiamo ancora cambiare il mondo?

Risposta: Noi stessi non possiamo cambiare il mondo. Possiamo cambiare gradualmente il nostro atteggiamento nei suoi confronti e poi vedremo un altro mondo.
[269173]

Dalla trasmissione di KabTV”L’era del post Coronavirus “, 07/05/2020

Materiale correlato:
La soluzione si trova nell’ambiente corretto
Consigli dalla Kabbalah
Perché veniamo così facilmente influenzati dalla società?

Percepire il mondo attraverso gli altri

Domanda: In base al suo punto di vista, esiste un’opinione oggettiva? O è sempre soggettiva?

Risposta: Le opinioni sono sempre soggettive. Ma se cambiamo noi stessi, allora in questo modo cambieremo la nostra opinione e il mondo in cui ci troviamo.

Domanda: Conosce qualche tecnica che permette di leggere la mente delle altre persone? Pensa che sia possibile?

Risposta: Questo è possibile solo se posso davvero lavorare su me stesso in modo tale che, per così dire, io diventi una persona diversa. Cioè, quando la contatto, mi trasferisco nel suo stato, come se la copiassi su me stesso, posso determinare i suoi pensieri e desideri.

Ma non è un lavoro facile. Per fare questo, devo costantemente annullarmi davanti a lei e cercare di “indossarla”! Davvero. In questo caso, non leggo più la sua mente, ma la mia. Mettendomi nei panni di un’altra persona, accettandola come qualcosa di meglio di me, comincio a sentire il mondo attraverso di lei.
[269215]

Dalla trasmissione di KabTV “L’era del post Coronavirus”, 07/05/2020

Materiale correlato:
Dobbiamo superare la nostra barriera interiore
Lo scudo e la spada: il lavoro sui desideri
“Durante l’assedio e l’angoscia alla quale ti ridurrà il tuo nemico”

Il mio ambiente di oggi rappresenta ciò che sarò io domani

Domanda: Si dice che il mio ambiente di oggi è il mio io di domani. Lei è d’accordo con questo?

Risposta: Naturalmente. Noi vediamo come l’ambiente ci influenza.

L’uomo è nato completamente indifeso, come un piccolo animale selvaggio. Gradualmente, sotto l’influenza dei genitori e, poi, di una cerchia più ampia, egli passa attraverso le istituzioni educative, la scuola, la strada, il vicinato e così via.

Egli guarda un sacco di programmi alla televisione, sul computer e alla fine diventa ciò che vediamo in società. Se egli non ricevesse questa influenza dall’ambiente, non sarebbe affatto in grado di vivere nel nostro mondo.
[268641]

Dalla trasmissione di KabTV “L’era del post Coronavirus”, 5/07/2020

Materiale correlato:
I desideri sono determinati dall’ambiente
La soluzione si trova nell’ambiente corretto
Non danneggiare la società

Abbiamo bisogno di un vaccino contro l’egoismo?

Domanda: Se lei avesse l’opportunità di vaccinare le persone contro l’egoismo in modo che inizino a condurre uno stile di vita sociale e credano che la società è più elevata di ogni individuo, coglierebbe l’opportunità? O aspetterebbe ancora che l’essere umano ci arrivi coscientemente?

Risposta: In nessun caso lo farei perché uccidere l’egoismo significa uccidere la nostra natura. Rendere buono un uomo senza dover combattere il suo egoismo significa renderlo un idiota gentile e ingenuo.

Le persone devono educare se stesse ed elevarsi al di sopra del proprio egoismo. Questo è un lavoro immenso che non finisce in una sola vita terrena, ma continua per molti cicli di vita.

Pertanto, non dobbiamo interferire con la natura perché rimuoveremmo semplicemente la cosa più preziosa dell’essere umano: il suo egoismo e l’opportunità di decidere autonomamente cos’è la libertà di scelta e come dovrebbe provarla su se stesso.

[269253]

Dalla trasmissione di KabTV “L’era del post Coronavirus”, 07/05/2020

Materiale correlato:
Come si neutralizza l’egoismo?
L’egoismo come distruttore della società
Lo sviluppo dell’egoismo è una legge della natura

Perché veniamo così facilmente influenzati dalla società?

Domanda: Tutte le persone sono conformiste per natura. Sono più disposte a seguire la società che a mostrare la propria indipendenza.

Erich Fromm, famoso psicologo del XX° secolo, scrive: “La maggior parte delle persone non è nemmeno consapevole della necessità di conformarsi. Esse vivono sotto l’illusione di seguire le proprie idee e inclinazioni, di essere individualiste, di essere arrivate alle proprie opinioni come risultato del proprio pensiero e che le loro idee siano semplicemente le stesse della maggioranza.”

Perché veniamo così facilmente influenzati dalla società?

Risposta: Perché siamo interamente il risultato della società circostante. Completamente! E cosa mai può essere proprio della singola persona?

Nota: Potrebbe essere un’illusione, ma ognuno di noi si sente come un essere individuale.

Commento: Questo ci è dato dalla natura. E poi cos’altro?

Nota: Chiedi a qualsiasi persona e ti risponderà: “Ho preso la decisione di andare in questo paese. Sono stato io a decidere di svolgere questo lavoro e di seguire questa carriera”, e così via.

Commento: Certo, lei ha preso la decisione. Questo è quello che tutti pensano. Ma da dove è venuta questa decisione? Di cosa è la conseguenza?

Se scaviamo a fondo, arriveremo al fatto che una persona non ha nulla di proprio.

[268342]

Dalla trasmissione di KabTV “L’era del post Coronavirus”, 30/04/2020

Materiale correlato:
I desideri sono determinati dall’ambiente
La soluzione si trova nell’ambiente corretto
L’evoluzione dei desideri – 4′ Parte

L’illusione del libero arbitrio

Domanda: Come può una persona totalmente gestita rivelare qualcosa? Sappiamo che ogni rivelazione viene dall’alto.

Risposta: Questo è vero. L’unica cosa che esiste è ciò che sentiamo e ciò che accade nella pratica. Finché questa discrepanza viene mantenuta, abbiamo l’illusione del libero arbitrio.
Osservando la natura e le sue leggi assolute e la totale reciproca connessione che ogni giorno ci si rivela essere sempre più integrale, è possibile dire che siamo liberi di fare quello che vogliamo, liberi di pensare quello che vogliamo? No! Solo l’uomo può pensare in questo modo poiché gli manca la vera percezione della realtà.
[239024]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 2/09/2018

Materiale correlato:
Nella gabbia del tuo egoismo
Qual è il punto libero dall’influenza del Creatore?
Illusione E Realtà Secondo La Kabbalah

I desideri sono determinati dall’ambiente

I desideri di un individuo non sono sotto il suo controllo. Sono determinati dalla società. Se confrontiamo la storia degli indigeni papuani con quella delle persone moderne, possiamo vedere chiaramente che lo sviluppo di ogni persona determina i suoi desideri e piaceri.

Domanda: Perché una persona si illude che si tratti esattamente dei suoi desideri?

Risposta: Perché la persona non conosce nient’altro. L’uomo è stato creato con questo desiderio, sviluppato in esso, e quindi lo sente come se fosse suo. In cosa consiste questo desiderio? In realtà, egli è come un burattino, pieno di determinati desideri e piccoli programmi, ed esiste così.

Domanda: Pensi che sia importante arrivare alla consapevolezza che la società determina tutti i miei desideri?

Risposta: Una persona non ha desideri propri, tutti dovrebbero saperlo. I desideri sono determinati dalla società, dall’ambiente. Cambiando l’ambiente, posso cambiare questi desideri.
[265789]

Dalla trasmissione di KabTV “L’era del post Coronavirus”, 23/04/2020

Materiale correlato:
L’evoluzione dei desideri – 4′ Parte
La soluzione si trova nell’ambiente corretto
Sentire i desideri degli altri

Aumentare l’influenza della luce

Domanda: Quando tante persone hanno il libero arbitrio, è difficile o impossibile prevedere il loro futuro?

Risposta: Io non direi che tante persone hanno il libero arbitrio, ma piuttosto che esse hanno una possibilità che non usano.

Per capire come devono fare devono studiare la saggezza della Kabbalah. Devono trovarsi in un gruppo e far sì che energie e forze speciali si muovano in una certa direzione sotto la sua influenza. Loro non hanno questo.

Domanda: Una persona impegnata nello studio della Kabbalah evoca un certo tipo di influenza dalla natura?

Risposta: Essa aumenta l’influenza della natura. E così, la natura ci porta avanti, influenzandoci costantemente. Ma se siamo in un gruppo, allora esso aumenta il suo impatto e quindi accelera il nostro sviluppo interno.

Domanda: A cosa dovremmo arrivare?

Risposta: Nel nostro stato interno, dobbiamo arrivare all’uguaglianza con il Creatore, alla proprietà della dazione e dell’amore. La natura ci conduce a questo. Ma finora l’umanità è avanzata attraverso colpi e sofferenze. Se muovi te stesso in avanti, trasformi queste sofferenze in bontà e amore.

Domanda: La proprietà della dazione e dell’amore si manifesta come unità tra le persone?

Risposta: È dall’unità che otteniamo la forza che ci sviluppa in modo positivo.

Nota: Ne risulta che la natura, con ogni tipo di sofferenza, ci rende in qualche modo uniti e diventiamo simili al Creatore.

Il mio commento: Ma se non vogliamo soffrire e iniziamo a studiare la saggezza della Kabbalah, noi iniziamo a capire dove la natura dovrebbe portarci. Vediamo che non siamo vicini al Creatore. Questo è ciò che sentiamo come sofferenze, sebbene in realtà non esistano.

Quindi possiamo sforzarci verso l’unificazione, invocare da soli la più alta luce riformatrice, che ci svilupperà più velocemente di ogni altra cosa.

[257319]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 04/02/2019

Materiale correlato:
Il percorso verso la meta
Il destino dal punto di vista della vita quotidiana
L’umanità è un singolo organismo