Pubblicato nella 'Lezione quotidiana di Kabbalah' Categoria

Come un pesce preso nella rete

Dr. Michael LaitmanDomanda: Come è possibile che una persona sia in grado di annullare se stessa davanti all’ambiente?

Risposta: Una persona si dispera per il tempo passato e la grande fatica applicata, e ancora non vede il risultato. Ma se, tuttavia, resta nel gruppo e continua a partecipare, alla fine il suo desiderio cambia.

Ricordo che una volta sono venuto alla lezione di Rabash durante un terribile temporale. Nessuno aveva la macchina tranne me, quindi abbiamo aspettato per molto tempo, ma nessuno è arrivato. Allora ho cominciato a chiamare e chiedere perché la gente non è venuta, e poi le ho offerto un passaggio. E la risposta è stata: “Cosa posso fare se c’è un tale diluvio la fuori?”

E poi uno studente si presentò tutto bagnato. Quando gli abbiamo chiesto come è stato in grado di camminare sotto un tale diluvio, ha risposto: “Che cosa potevo fare, c’era la lezione, e non potevo starmene a casa?”

Ne risulta che uno si siede a casa e dice: “Che cosa potevo fare?” “Come potevo andare sotto questa pioggia?” E un altro è venuto completamente fradicio e ha anche detto, “Cosa potevo fare, c’era una lezione, e non potevo starmene a casa? “

Tutto dipende dall’atteggiamento di una persona verso una determinata condizione. Ogni momento dovete chiedervi riguardo il vostro atteggiamento. Non dovete dimenticarvi che tutto viene dall’alto, specialmente per voi in modo da poter lavorare su questo, e allora non hai scelta, devi agire di conseguenza.

Domanda: Come posso, in ogni possibilità che mi viene data, persuadermi a fare un passo verso il gruppo?

Risposta: E’ scritto: “Qualunque cosa non fa la mente, il tempo lo fa”. E in effetti è vero. Se non c’è la qualità, la quantità funzionerà. In ogni caso, dobbiamo renderci conto che un giorno, l’influenza della Luce realizzerà tutto, e null’altro vi aiuterà. Non si puo’ realizzare qualcosa affrontando il Creatore direttamente, dato che così non funziona.

Quando ti disperi e decidi di chiedere di essere connesso con l’ambiente, allora vorrai collegare i fili con tutti gli altri, e tutti gli altri vorranno connettersi con te, come se fossi un pesce catturato in una rete. Solo in questa forma avrai l’opportunità di fare qualcosa con te, e, soprattutto, far lavorare gli amici su di te.

Tu sei costretto a sentirti deluso fino al punto in cui dubiti delle tue proprie capacità al fine di essere d’accordo a sottomettere te stesso all’ambiente, per essere impigliati nella rete con una sola speranza, che gli amici ti influenzano. Tu credi che loro avranno il potere di farlo. Non puoi avere la connessione con il Creatore da solo, e Lui non vuole influenzarti per cambiarti.

Dopo tutto, tu vedi che sono passati molti anni, ma niente aiuta. Non c’è niente altro da fare, e allora prendi la tua decisione. Questo richiede un grande sforzo, tempo, perseveranza e persistenza. Non ci dovrebbe essere un giorno in cui ci si dimentica della lezione.
[148969]

Dalla 1° parte della Lezione quotidiana di Kabbalah 04.12.2014, Gli scritti di Rabash

Materiale correlato:

Verso il vento!
Il Gruppo è più forte delle Klipot

Lezione quotidiana di Kabbalah – 18.12.2014

Scritti di Rabash, articoli “Shlavei Hasulam”, articolo 6
Audio
Video

Zohar per Tutti, estratti selezionati
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, TES, Volume 6, parte 16, punto 74
Audio
Video

Brani selezionati su Hanukah
Audio
Video

Lezione quotidiana di Kabbalah – 17.12.2014

Scritti di Rabash, lettere, Lettera 43
Audio
Video

Zohar per tutti, estratti selezionati
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, TES, Volume 6, parte 16, punto 66
Audio
Video

Sezione selezionata “Chanukah”
Audio
Video

Lezione quotidiana di Kabbalah – 16.12.2014

Scritti di Rabash, lettere, Lettera 53
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, TES, Volume 6, parte 16, punto 62
Audio
Video

Zohar per tutti, estratti selezionati
Audio
Video

Scritti di Rabash, lettere, Lettera 43
Audio
Video

Lezione quotidiana di Kabbalah – 15.12.2014

Scritti di Baal HaSulam, articoli “Shamati“175”, E se il percorso fosse troppo lungo per te”
Audio
Video

Zohar per Tutti, il capitolo “Bereshit” (Genesi), articolo “Ha scopito una scultura nella Luce Superiore“, punto 2
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, TES, Volume 6, parte 16, punto 62
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, articolo “L’Essenza della Saggezza della Kabbalah”, titolo “I termini corporei e i nomi fisici nei libri di Kabbalah”
Audio
Video

Lezione quotidiana di Kabbalah – 14.12.2014

Scritti di Rabash, articoli “Shlavei HaSulam”, 1986, articolo 7 “L’importanza della preghiera dei molti”
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, TES, Volume 6, parte 16
Audio
Video

Zohar per tutti,  Capitolo “Bereshit” (Genesi)
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, articolo “L’Essenza della Saggezza della Kabbalah”
Audio
Video

Responsabilità, la Luce, e le previsioni dei Profeti

Dr. Michael LaitmanDomanda: Da un lato, dobbiamo sentirci responsabili per l’antisemitismo in tutto il mondo e per tutti gli eventi cattivi che succedono perché non stiamo adempiendo il nostro ruolo.

Dall’altro lato, dobbiamo riferire questi problemi solo al Creatore perché “non vi è nessun altro oltre a Lui.” Per me, c’è molta confusione. Non so come relazionarsi correttamente a questa situazione.

Risposta: Da “non vi è nessun altro tranne Lui,” capiamo che tutti i problemi vengono da Lui. Chi gli dà forma? Il Creatore. Però perché Lui lo fa? Perché Lui deve portarci a uno stato di correzione completo (Gmar Tikkun). Perché ci manda i guai e li rende così terribili? Perché non abbiamo raggiunto la somiglianza delle proprietà con Lui al grado che possiamo considerare i suoi atti come atti di benevolenza.

Salvo che uno raggiunga la rivelazione, uno non è in grado di comprendere l’intero quadro. Applicando gli sforzi senza rendersene conto dell’essenza del perché esattamente ci stiamo sforzando, portiamo anche più piacere al Creatore. Dobbiamo accettare questo stato di cose.

A questo proposito ci sono alcuni aspetti che devono essere considerati. Con ogni mezzo, il Creatore organizza tutto secondo il programma che Lui ha pianificato prima e attraverso il quale Lui vuole portarci all’unità e fare la nostra connessione simile alla Luce Superiore. Per questo, tutti i frammenti frantumati della creazione devono essere riconnessi e dare reciprocamente, realizzando così la somiglianza con la natura di dazione della Luce.

Questo è il modo in cui tutti i 600 000 frammenti devono riunirsi in modo che la forma di dazione reciproca fra loro diventerà simile alla Luce che li riempie. Infatti è la Luce che li soddisfa. Non c’è altra Luce! C’è solo la proprietà di dazione e amore.

Quando correggiamo noi stessi e ci relazioniamo gli uni agli altri con amore e dazione, la Luce riempie il nostro vaso, Kli. Non ci sarà mai altro oltre ad essa! Costruiremo questo tipo di rapporti tra noi con l’aiuto del Creatore, la Luce che ritorna.

Allora, significa che riceviamo energia da Sopra che ci permette di connetterci reciprocamente nella misura del nostro bisogno di connetterci; infatti la nostra unità è la Luce che ci riempie. Non abbiamo bisogno di niente altro oltre ad essa, la connessione globale che costruiamo è il Creatore.

Noi siamo quelli che “fanno il Creatore!” Siamo noi che dobbiamo rifornire tutti gli stati che attraversiamo. Qualsiasi altra cosa che ci succede è una rivelazione della frantumazione.

Questo spiega perché i profeti scrivono delle cose che stanno per accadere prima della fine della correzione. Descrivono le guerre, i massacri, e altri eventi terribili perché loro hanno visto il vaso generale, il desiderio, come completamente frantumato da cima a fondo. In ciascuno degli strati, essi predissero ciò che sarebbe potuto accadere. Hanno percepito il futuro perché erano coscienti dei rapporti terribili fra gli elementi del vaso rotto.

Tuttavia, le loro previsioni si avvereranno solo se non correggiamo il male che si sta gradualmente rivelando in noi. Il male si è rivelato in accordo con la nostra disponibilità a correggerlo. Quando siamo pronti, attraversiamo il processo di rivelazione del male in noi con gioia, come ha scritto Baal HaSulam: “Sono felice di vedere i peccatori emergenti.”
[148065]

Dalla quinta parte della Lezione Quotidiana di Kabbalah 19.11.2014, Scritti di Baal HaSulam

Materiale correlato:

Un tempo per agire come un solo uomo con un solo cuore
Fate ciò che Baal HaSulam non è riuscito a fare

Lezione quotidiana di Kabbalah – 12.12.2014

Scritti di Baal HaSulam, “Introduzione alla Prefazione alla Saggezza della Kabbalah”
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, articolo “L’Insegnamento della Kabbalah e la sua Essenza”
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, articolo “L’Essenza della Saggezza della Kabbalah” Titolo : I nomi astratti
Audio
Video

Zohar per tutti, Introduzione, articolo “La Notte della Sposa“, Punto 138
Audio
Video

Scritti di Rabash, Shlavei HaSulam 1984, Aticolo 17 “Riguardo l’importanza degli amici”
Audio
Video

Scritti di Rabash Shlavei HaSulam 1987, Articolo 31 “Il Patto”
Audio
Video

Scritti di Rabash, Shlavei HaSulam, Articolo “Una congregazione non è meno di dieci” (1986)
Audio
Video

Scritti di Rabash, Shlavei HaSulam 1990, Articolo 11 “Collocare la candela di Hanukah sulla sinistra nel lavoro (spirituale)
Audio
Video

Lezione quotidiana di Kabbalah – 11.12.2014

Scritti di Rabash, “Dargot Hasulam”, l’articolo 875
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, TES, Volume 6, parte 16, punto 57
Audio
Video

Zohar per tutti, Introduzione, articolo “Spiegazione della divisione dei Quattordici Comandamenti in Dieci Parole”
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, articolo “L’Essenza della Saggezza della Kabbalah”, titolo “La molteplicità di Partzufim, Sefirot, e Mondi”
Audio
Video

Lezione quotidiana di Kabbalah – 10.12.2014

Scritti di Rabash, “Shlavei Hasulam”, articolo “Cosa” Hai dato al forte nelle mani del debole “vale a dire nel lavoro”
Video

Workshop
Audio
Video

Scritti di Baal HaSulam, articolo “L’Essenza della Saggezza della Kabbalah”
Audio
Video