Pubblicato nella 'Lavoro spirituale' Categoria

Come possiamo innalzare il punto nel cuore?

Domanda: Come possiamo innalzare il punto nel cuore se è dentro l’ego ed è gestito da esso?

Risposta: Questo punto, che è il fondamento della nostra vita spirituale, ora è tenuto prigioniero dall’ego. Devi uscire dal tuo ego alzando il tuo punto nel cuore al di sopra di esso.

Tuttavia, non perdi il tuo egoismo quando lo fai. Esso rimane e non sarai in grado di rimuoverlo in alcun modo. Ma puoi elevarti al di sopra di esso per controllarlo.

Domanda: C’è un movimento del punto stesso all’interno dell’ego?

Risposta: Si. Il punto nel cuore è la base del nostro vaso spirituale, della nostra anima. Ma allo stesso tempo è come una goccia di liquido seminale da cui si sviluppa l’embrione. Pertanto, dobbiamo iniziare a svilupparlo e salirà gradualmente al di sopra del nostro ego.

La partenza di questo punto dall’ego è allegoricamente chiamata esodo dall’Egitto, l’uscita dal governo del Faraone, dal nostro egoismo. Questo è l’unico modo in cui possiamo essere liberi. Se continuiamo a sviluppare il punto nel cuore, crescerà e inizieremo a sentire il mondo spirituale in esso.
[239714]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 07/10/2018

Materiale correlato:

Il nutrimento per il punto nel cuore
Elevare il punto nel cuore
In che modo l’anima insegna all’uomo?

Nella spiritualità i sensi corporei cambiano?

Domanda: Come cambiano i miei sensi corporei nella spiritualità? Diventeranno più grossolani o più sensibili?

Risposta: Praticamente i sensi corporei  non cambiano. Eri come un animale e rimarrai un animale. Quando riveli il mondo superiore, cambia solo la tua realizzazione spirituale, che è un’aggiunta molto significativa che inizia a portarti avanti.

D’altronde le tue aspirazioni corporee  saranno necessarie solo per sopravvivere e non ti importa nemmeno come. Di cosa hai veramente bisogno? Un letto, un frigorifero, un tavolo, una sedia e un computer per studiare la Kabbalah. Se oltre a questo hai anche bisogno di lavorare, allora lavora. Hai bisogno di una famiglia? Avrai una famiglia e te ne occuperai. Ma tutto questo è secondario.

 

[240268]

Dalla trasmissione di KabTV “Fundamentals of Kabbalah”, 07/10/2018

 

Materiale correlato:
Qual’è l’essenza del corpo?
L’anima è la conoscenza del mondo superiore
Tutto dipende dalla radice dell’anima

Il piacere per le necessità di base

Domanda: Le necessità del livello più basso dei nostri desideri non scompaiono; rimangono a tutti i livelli. Pertanto, anche se oggi mi trovo in cima alla piramide, avrò sempre desideri animaleschi?

Risposta: Tutti loro. Ognuno di noi ha in sé l’intera piramide dei desideri. Inoltre, più saliamo nei nostri valori, più forte diventa la nostra connessione con i livelli più bassi.

E’ per questo motivo che nella Kabbalah si dice che più in alto una persona si eleva, più forte diventa la sua brama per i bisogni primari: cibo, sesso, famiglia.

Domanda: Cioè, non è che una persona inizia a trascurarli, ma al contrario, inizia a provare un gusto per loro, un gusto per il rispetto, per il denaro, ecc.?

Risposta: Per tutto.

Domanda: Nella persona si svolge costantemente una lotta?

Risposta: Questo è ciò di cui parla la sua crescita.

Domanda: Significa che non diventa indifferente a tutto questo mondo, ai soldi e a tutto il resto?

Risposta: Mai e in nessun modo. È solo nei libri che leggiamo che le persone spirituali sono presumibilmente tutte “denti di leone di Dio”. Anzi! Man mano che i loro desideri spirituali crescono, crescono anche i loro desideri fisici, egoistici e terreni.
[269263]

Dalla trasmissione di KabTV “Management Skills”, 25/06/2020

Materiale correlato:

I desideri sono determinati dall’ambiente
La suprema delizia dell’anima
I virus benefici

Il cuore di una madre

Il cuore di una madre si trova nel punto centrale dell’intero universo, sia corporeo che spirituale. Dopotutto, è proprio da questo punto che avviene la nascita spirituale e corporea. Non c’è niente di più forte del cuore di una madre; è il punto più sensibile e più importante di tutta la realtà. Il Bore’ ha creato un desiderio, che è la base del cuore di una madre.

Pertanto, se le donne iniziano a pensare almeno un po’ all’unità, toccheranno già questo punto centrale dell’intero universo da cui è iniziata la nascita di tutta l’umanità, l’anima comune. Il mondo arriverà alla correzione solo attraverso una donna.

Una donna ha un enorme potere che partorisce, sviluppa e organizza. E viceversa, se una donna non partecipa a questa correzione, si trasforma in una causa di contesa, in un luogo di alienazione e di male. Pertanto, spero davvero che le donne si uniscano e portino pace, tranquillità e unità all’umanità.

[270082]

Dalla lezione delle donne del 29/08/2020, “Bnei Baruch Rule Toward Humanity”

Materiale correlato:
Donne, Relazioni e Kabbalah
Uomini e donne: responsabilità e possibilità
L’uomo e la donna nel lavoro spirituale

Aggrapparsi all’insegnante

Domanda: Cosa significa aggrapparsi all’insegnante e sentirlo, e cosa significa ricevere la luce attraverso l’insegnante?

Risposta: Aggrapparsi all’insegnante e sentire l’insegnante sono due cose diverse. Tenere stretto l’insegnante significa provare a fare tutto ciò che ti consiglia di fare, imparare tutto ciò che ti insegna. Puoi aggrapparti al maestro solo se soddisfi tutte le sue esigenze e lo aiuti, anche forse nella sua vita quotidiana, ma principalmente nel processo di studio e divulgazione.

Dedicati a servire non la persona, ma ciò che rappresenta, e poi scoprirai che è così che inizi a raggiungere il mondo superiore.

[239711]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 16/09/2018

Materiale correlato:
Il legame fra insegnante e studente
Come può l’insegnante soddisfare i desideri di ogni studente?
Il desiderio di un insegnante di Kabbalah

Realizza te stesso ovunque tu sia

Domanda: Studio la Saggezza della Kabbalah. Ho un gruppo con il quale posso condividere uno scopo comune, ma sento che nessuno nel gruppo mi capisce e che i miei amici non sono abbastanza forti per me. Cosa posso fare?

Risposta: In ogni caso vale la pena restare nel gruppo. E’ meglio stare in un gruppo debole che lavorare da soli.

Domanda: Ma la libertà può aiutarmi a scegliere un ambiente diverso? Dipende tutto da me?

Risposta: No, l’individuo non può fare nulla. Deve comunque scegliere un ambiente. Se pensi che l’ambiente sia molto debole per te, cercane un altro, ma non penso che sia la scelta giusta. Accetta l’ambiente nel quale sei e vedrai che quello che ti è stato dato, è quello giusto.
[256987]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 17/11/2019

Materiale correlato:
Puoi avanzare solo in un gruppo
Il gruppo è un mini-modello dell’umanità
I desideri sono determinati dall’ambiente

Conseguire la forza superiore

Domanda: La domanda sul significato della vita è individuale o comune a tutti?

Risposta: La necessità di comprendere la radice della vita è comune a tutti, ma ognuno ci arriva individualmente.

Tu inizi a percepire che il vero universo è eterno, infinito e che anche tu esisti in questo eterno, infinito movimento. Non c’è nessuna morte oltre quella che sembra a noi perché avviene solo sul nostro stato animale. Lo stato più alto non è condizionato dalla morte del corpo animale.

Tu vedi che la conoscenza della vita è il conseguimento della forza che governa tutta la natura. Noi lo chiamiamo “Creatore” perché ci ha creati, ma questo non è ciò che è implicato nelle religioni. Questa forza è conseguita nelle proprietà che acquisiamo con assoluta chiarezza in modo sperimentale. Inizi a sentire come tutto esiste attorno a te e allo stesso tempo tu ti alzi a quel livello.
Ti diventa chiaro cosa significa il livello umano, come è diverso dal mondo inanimato, vegetale e animale. Dopotutto, esistono tutti dentro la cornice di un piccolo egoismo terreno, inclusi noi stessi.

E se tu sali al di sopra del tuo egoismo animale, inizi così a conseguire lo stato eterno e perfetto in questo mondo, in questa vita e la nostra esistenza materiale non ci limita in nessun modo.
[267167]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 24/05/2020

Materiale correlato:
Possiamo sottrarci al controllo dell’egoismo
Le tappe della realizzazione spirituale
Come l’umanità può sviluppare una nuova caratteristica

Perché il mondo materiale è così diverso da quello spirituale?

Perché c’è una distanza così vasta, una tale discrepanza, tra la vita materiale e quella spirituale? Il fatto è che questi sono due mondi diversi, una forma di esistenza completamente diversa, un obiettivo diverso. In essi operano due diversi programmi: lavorare per il bene della ricezione e lavorare per il bene della dazione.

Non c’è niente di più opposto l’uno all’altro di questi due principi. Stiamo cercando di connettere in qualche modo questi mondi con la nostra mente. Ma in realtà, è possibile comprenderli solo con la fede al di sopra della conoscenza, cioè appena al di sopra della ragione egoistica.
[269127]

Dalla seconda parte della lezione quotidiana di Kabbalah del 28/07/2020, Gli Scritti di Baal HaSulam, “La libertà”

Materiale correlato:
Perché la carità non viene considerata vera dazione
Lavoro in questo mondo e ricompensa nel mondo a venire
La natura ci chiede l’impossibile?

Perché proprio ai nostri tempi dovremmo rivelare il Bore’?

Domanda: Le persone hanno sempre cercato di esplorare la natura. Se il Bore‘ è un pensiero onnicomprensivo, un campo, un’unica legge di natura, allora perché proprio ora dovremmo rivelarLo come questa legge?

Risposta: Oggi possiamo davvero indagare sul Bore’ e diventare simili a Lui, o viceversa, nella misura della nostra somiglianza con Lui.

Lo sviluppo finale dell’egoismo ci offre questa opportunità. In ogni generazione, si è sviluppato gradualmente e ci ha guidato costantemente attraverso tutti gli stati fino all’ultimo, in cima alla piramide dei bisogni umani.

Domanda: Con un piccolo egoismo è impossibile rivelare il Bore’, o è possibile ma a un livello molto primitivo?

Risposta: No, con un piccolo egoismo ci aspettiamo anche alcune conquiste, non dal Bore’, ma dalle Sue piccole azioni esterne secondarie.

Domanda: Realizzazione spirituale significa rivelare il Bore’?

Risposta: Questo significa non solo la realizzazione personale nella spiritualità, ma in generale rivelare il vero mondo.

[269189]

Dalla trasmissione di KabTV “Management Skills”, 25/06/2020

Materiale correlato:
Richiedere la connessione con il Creatore
Le caratteristiche del Creatore
La Kabbalah e lo sviluppo della società

Su cosa focalizzare i nostri pensieri

Domanda: Perché dovrebbe avere valore focalizzarsi su un mondo di incertezza, anche in termini di lavoro e famiglia?

Risposta: Prima di tutto, hai bisogno di imparare a fare soldi, a partire dalle cose di cui tu e gli altri avete bisogno. Potrebbe non essere un lavoro di alto profilo, ma gli altri hanno bisogno di te. Hanno bisogno dei risultati del tuo lavoro.

In secondo luogo hai bisogno di una famiglia, una casa, un lavoro per provvedere alla tua famiglia; ma oltre a ciò che è assolutamente necessario, dobbiamo pensare solo allo sviluppo spirituale, a percepire il mondo nella maniera in cui è realmente e non distorto, come è nelle nostre qualità egoistiche e diventerà un mondo completamente diverso.
[267040]

Materiale correlato:
Sebbene i ricchi stiano diventando sempre più ricchi, non sono loro il problema
Lo scompiglio nel sistema economico
La forma futura della società