Pubblicato nella 'Lavoro spirituale' Categoria

Perché non possiamo percepire tutto come se avessimo il cuore di pietra?

Domanda: Perché non possiamo percepire tutto come se avessimo il cuore di pietra?

Risposta: È possibile percepire tutto come se avessimo il cuore di pietra, ma è impossibile lavorare con esso perché non può essere cambiato in alcun modo. Vedete un desiderio in voi, una qualità che è irremovibile, come una roccia, e non potete farci nulla.

Iniziate a lavorare con esso, ad avvolgerlo in qualcosa, a cercare di collegarlo a qualcosa, farlo esplodere, bagnarlo, macinarlo come in un mixer in cemento, ma poi vedrete di nuovo che questa è la stessa roccia, lo stesso egoismo.

[211881]

Dalla lezione di Kabbalah in lingua russa del 14/05/17

Materiale correlato:

Come colorare il colore nero
Un errore intenzionale disposto dall’Alto
“Fare del male agli occhi di Dio”

 

Perché il Creatore è così crudele?

Domanda: Perché il Creatore è così crudele?

Risposta: Ti capisco perfettamente. Un tempo lo avrei pensato anche io, ma il Creatore non è affatto crudele. Quando il Suo atteggiamento amorevole verso di noi, viene sperimentato nel nostro egoismo, si percepisce totalmente opposto a noi.

Mi ricordo nella mia infanzia quando mia madre mi rimproverava per i voti bassi o per qualcos’altro. Questo le ha procurato una grande ansia e angoscia emotiva, ma lei dimostrava continuamente una gentilezza assoluta nei miei confronti anche se io la percepivo come crudeltà.

Il Creatore è la qualità altruistica della natura. Ma dato che noi ci comportiamo in maniera completamente opposta a Lui, ci sentiamo diametralmente opposti a questa bontà; è cosi, ci sentiamo male, come se stessimo vivendo in un mondo malvagio.

Ma Lui non sta facendo nulla di male. Lui si rapporta a noi con completa benevolenza e noi, in relazione a questo, vediamo noi stessi e il nostro mondo come completamente malvagi. Non abbiamo bisogno di incolpare Lui o noi stessi per questo.

Domanda: Ma come avviene che questa gentilezza che viene da Lui si manifesta come atti di violenza nel nostro mondo?

Risposta: Tutto questo lo facciamo noi. Le persone, con il loro egoismo, fanno sembrare questo mondo malvagio. Il Creatore ci ha dato l’egoismo e ci ha anche dato la possibilità di correggerlo. Egli ci sprona verso la correzione. Vediamo cosa sta succedendo nel mondo.

Commento: Ma Egli dà ad una persona ordinaria ostacoli enormi, creando mali terribili che è impossibile giustificare.

La mia risposta: Sono completamente d’accordo. Ma quando una persona comincia a rendersi conto di tutto ciò che il Creatore ha fatto per lei, smette di accusarlo per qualsiasi cosa. Allora si verifica l’opposto e un’enorme gratitudine nasce in lei.

Ma per adesso la persona non capisce, è come quando eravamo bambini e non capivamo perché i nostri genitori ci sgridavano.
[209961]

Dalla lezione di Kabbalah in lingua russa del 26/02/17

Materiale correlato:
Ricreare armoniche superiori
Avanzare insieme o soffrire da soli
Il Creatore agli occhi della creatura

“Non berrai vino”

Dalla Torah, (Deuteronomio, Tavo, 28:39): “Pianterai vigne e le coltiverai, ma non berrai vino né coglierai uva, perché il verme le roderà.”
Non ci saranno benedizioni nelle tue azioni, perché sono tutte destinate a soddisfare il tuo egoismo.

Dalla Torah, (Deuteronomio, Tavo, 28:40): “Avrai oliveti in tutto il tuo territorio, ma non ti ungerai di olio, perché le tue olive cadranno immature.”

Secondo la Torah quest’olio viene utilizzato per l’illuminazione, il cibo e l’igiene. Se non hai l’opportunità di utilizzare olio, questo rappresenta un problema molto grande, perché con “olio” si intende la Luce di Hochma. Senza la Luce di Hochma non potrai capire con esattezza cosa ti sta accadendo.

La scomparsa dell’olio oltre a quella del grano è la fine. Il grano (il pane) è la qualità di Bina, della dazione. Il vino e l’olio sono la qualità di Hochma, ma in forme diverse. Pertanto, nel mondo materiale, la scomparsa di tutto questo conduce una persona a morte per fame. Nella forma spirituale, si perde la connessione di Malchut e di Bina e, in seguito a ciò, non si ha più l’occasione di correggere se stessi.

Oggi ci viene data l’opportunità; puoi scegliere quello che vuoi: vita o morte, ricompensa o punizione. Investi, lavori, ma poiché la tua intenzione è per te stesso e non a beneficio degli altri, finisci per perdere tutto. E oggi lo vediamo, sia il materiale che lo spirituale scompaiono entrambi.

L’umanità è arrivata allo stato in cui sospirerà profondamente, come pronunciando un grido angoscioso sopra un abisso: “Per che cosa siamo venuti qui e per che cosa abbiamo bisogno di questo?” Questo è perché una terribile depressione e disperazione sono peggiori della morte, non puoi morire, ma non puoi neanche continuare a sopravvivere così.

Penso che questa sia una condizione buona. Dobbiamo solo preparare una risposta rapida basata sul nostro amore per le persone e mostrare loro una via d’uscita da questa situazione.

[210733]

Da KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 14/12/16

Materiale correlato:
Vino esilarante
“Quando scuoterai i tuoi ulivi…”
Il lavoro straordinario dell’adattatore spirituale

Vedrai il mondo a venire nel corso della tua vita

Dalla Torah, (Deuteronomio 28:45): Tutte queste maledizioni verranno su di te, ti perseguiteranno e ti raggiungeranno, finché tu sia distrutto, perché non avrai obbedito alla voce del Signore tuo Dio, osservando i comandi e le leggi che egli ti ha dato.”

La persona viene lentamente annichilita finché non arriva a capire che tutto ciò che il Creatore le richiede è la somiglianza a Lui, cioè che vengano fatte tutte le azioni a beneficio degli altri, non per se stessi.

Dalla Torah, (Deuteronomio 28:46 – 28:47): “Esse per te e per la tua discendenza saranno sempre un segno e un prodigio.
Poiché non avrai servito il Signore tuo Dio con gioia e di buon cuore in mezzo all’abbondanza di ogni cosa.”

Un tempo ci è stato brevemente donato lo stato di “abbondanza di ogni cosa” ma non ci è servito per imparare nulla. L’egoismo ha prevalso ed il popolo d’Israele è caduto dal livello di dazione, amore e connessione interna, ed è piombato nuovamente in una guerra interiore e questo ha posto fine alla sua storia nella terra di Israele.

La caduta fu terribile. Le persone si uccidevano a vicenda mentre lottavano fra loro. Alcune lottavano per essere pure spiritualmente e per fare tutto per la dazione e l’amore reciproco. Altre persone non le capivano, pensavano volessero solo derubarle, sottraendo loro una comoda vita egoistica. Quindi la guerra fu combattuta ad ogni livello, sia spirituale che materiale.

I saggi, vedendo che la gente non riusciva ad osservare i comandamenti nel modo in cui erano stati dati, per vivere nella somiglianza col Creatore, permisero gradualmente alla gente di osservarli meccanicamente, nella forma esteriore.

La gente iniziò a credere che questa fosse la realizzazione dei comandamenti del Creatore. E’ così che è nato il Giudaismo, che tutt’ora esiste in questa forma.

Le guerre pian piano cessarono e gli ebrei ricevettero l’opportunità di vivere in uno stato d’esilio ed allo stesso tempo di osservare meccanicamente i comandamenti, nonostante essi, in effetti, implichino la correzione graduale di 613 particolari desideri dell’egoismo, fino al livello di “Ama il prossimo tuo come te stesso.”

Comunque, quando la gente li trasformò in comuni azioni fisiche, divenne possibile per qualunque egoista, caduto dal livello spirituale, pensare che egli stesse adempiendo i comandamenti del Creatore e potesse essere chiamato “popolo di Israele”.

Supponiamo che l’abluzione delle mani rappresenti la purificazione dei desideri dall’intenzione egoistica, poiché le mani rappresentano i desideri di una persona. L’immersione nell’acqua significa lavare via tutto l’egoismo. Dare agli altri è uscire da se stessi. Ma la gente, compiendo tutto questo e condividendo qualcosa con gli altri, pensa che stia compiendo azioni nobili. Cioè tutti i comandamenti spirituali si sono trasformati in varie azioni materiali del nostro mondo.

La gente ha iniziato a credere che per aver fatto tutto questo avrebbe ricevuto il diritto al mondo futuro dopo la morte. Ma non è così. E’ scritto nella Torah “Vedrai il mondo a venire nel corso della tua vita”.

Significa che se seguiamo le disposizioni della Torah correttamente, conseguiremo immediatamente il mondo superiore, dove agiremo tramite la nostra anima.
Percepiamo il nuovo mondo attraverso i sentimenti interiori corretti, cioè attraverso le forze di dazione ed amore e la forza generale che è chiamata Creatore, che ci viene rivelata.

[211028]

Dalla trasmissione di KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 19/12/16

Materiale correlato:

“Là costruirai anche un altare al Signore…”
Tutti potranno scoprire il Mondo Superiore
I tre parametri della fede

 

Così il Signore si compiacerà

Dalla Torah, (Deuteronomio 28:63): “Come il Signore gioiva a vostro riguardo nel beneficarvi e moltiplicarvi, così il Signore gioirà a vostro riguardo nel farvi perire e distruggervi; sarete strappati dal suolo, che vai a prendere in possesso.”

Da un lato, il Creatore distrugge i tuoi desideri egoistici che ti impediscono di rispettare le leggi della dazione e dell’amore, ma lo fa in un modo malvagio piuttosto che in un modo gentile. Dall’altra parte, si rallegra perché in ogni caso la correzione sta avvenendo.

Nel nostro mondo non possiamo apprezzare questo, nello stesso modo in cui non possiamo approvare o giustificare le sofferenze che si sono verificate durante l’inquisizione o l’Olocausto.
Infatti, queste sono correzioni enormi perché non possiamo attuarle da soli.

Il Creatore è la qualità del grado più elevato, che esiste nello stato corretto e pertanto è detto che Egli si compiace. Dopo tutto, questa azione attira una grande Luce nei mondi. Essa provoca grande oscurità dentro di noi poiché noi esistiamo in qualità opposte alle Sue.
[211772]

Dalla trasmissione di KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 12/08/16

Materiale correlato:
La Polvere del Vitello d’Oro
La forza distruttiva o la forza creativa
“Acquista” le qualità del Creatore

“…..per sette vie fuggiranno davanti a te”

Dalla Torah, (Deuteronomio 28:07): “Il Signore lascerà sconfiggere davanti a te i tuoi nemici, che insorgeranno contro di te: per una sola via verranno contro di te e per sette vie fuggiranno davanti a te.”

C’è una forza che rovina tutto, il nostro egoismo. Tuttavia, quando cominciamo a lavorare con essa, la Luce superiore la frammenta in uno spettro di sette sentieri che vanno dal rosso all’ultravioletto.

Scomponendolo in sette parti, come attraverso un prisma, l’egoismo rivela davanti a te l’intero quadro su cui si leggono le qualità del Creatore, interagiscono con Lui e si adattano a Lui. Cioè, scopri te stesso. Il prisma sei tu. Tutto passa attraverso di te.

L’egoismo aggiunge un unico desiderio egoistico a te. Si connette con la Luce superiore che torna alla fonte, che, passando da te, costruisce un prisma. Quindi, risulta che tu sei già formato da sette Sefirot, sette colori: Hessed, Gevura, Tifferet, Netzach, Hod, Yessod e Malchut. Questi sette colori offrono un quadro completo del Creatore, la fonte della Luce stessa. Così diventi una persona.

Domanda: Come possiamo dividere questo nelle tre linee? Significa che la linea di sinistra è una forza e la linea di destra la copre?

Risposta: Entrambe le linee si completano a vicenda, come è scritto: “L’oscurità brillerà come la luce”. Non c’è differenza fra notte e giorno, perché sono opposte; tutte le luci si manifestano. Le luci vengono rivelate nella linea centrale con la giusta combinazione della linea di sinistra con la linea di destra.

[209219]

Dalla trasmissione di KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 5/12/16

Materiale correlato:
L’integrazione di forze opposte
Cosa sono le Sefirot?
La linea di mezzo è l’anima

Perché dovrei correggere me stesso?

Domanda: Perché dovrei correggere me stesso e non l’ambiente che mi circonda?

Risposta: Quando correggi l’ambiente che ti circonda, tu rimani comunque un egoista e persino uno dei più grandi. Ma quando correggi te stesso, hai una possibilità in più, una speranza e un’opportunità per diventare come il Creatore, il che significa un altruista assoluto.

[211458]

Dalla lezione di Kabbalah in lingua russa del 23/4/17

Materiale correlato:
La percezione della realtà all’interno di una luce semplice
Correggere i rapporti tra di Noi
All’epicentro della correzione del mondo

“Il tuo bue sarà ammazzato sotto i tuoi occhi….”

Dalla Torah, (Deutoronomio 28:31): “Il tuo bue sarà ammazzato sotto i tuoi occhi e tu non ne mangerai; il tuo asino ti sarà portato via in tua presenza e non tornerà più a te; il tuo gregge sarà dato ai tuoi nemici e nessuno ti aiuterà.”

Questo passo parla dell’uomo che non può usare correttamente il proprio stato animale a favore della dazione.

Tutto quello che una volta ha rappresentato la sua ricchezza spirituale, discende al livello dei valori egoistici. Questo succede nel caso in cui la persona cada dal proprio livello spirituale, nel quale dovrebbe trovarsi, perché non lo può dominare.

[210116]

Dalla trasmissione di KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 7/12/16

Materiale correlato:
La caratteristica della dazione: la Forza che ravviva tutto
La connessione è vita
Scalare i livelli dei mondi spirituali

L’unicità dei congressi odierni

Domanda: Come ci prepariamo per i congressi?

Risposta: Come regola generale, tutti i congressi sono molto diversi l’uno dall’altro, ma i congressi odierni sono unici perché le persone che vengono sono preparate. Sanno perché sono arrivate e capiscono esattamente che le loro realizzazioni dipendono proprio da loro.

Il loro obiettivo è quello di scoprire il mondo superiore, è molto evidente. Ma questo mi causa molta tensione perché sento il dovere di aiutarli tutti. Se le loro aspettative si materializzanno, questo dipende solo da loro, ma mi preoccupo ugualmente per loro come se fossero tutti i miei figli, per far sì che questo successo splenda su di loro.

In ebraico, il successo denota anche Mazal (fortuna), dalla parola “Nozel – grasso che si scioglie”. Questi sono segnali di successo che scendono dal livello superiore.

Accumuliamo il successo (Mazal) al di sopra di noi e, in seguito, esso scenderà su di noi. Tutto dipende dalle nostre mancanze interiori.

[208315]

Dalla lezione di Kabbalah in lingua russa del 19/02/17

Materiale correlato:
Il piacere del congresso e la domanda sul senso della vita
Il successo è determinato dalla preparazione
Il Congresso è….unirsi al flusso comune

“Il Signore ti colpirà alle ginocchia e alle cosce…..”

Dalla Torah, (Deuteronomio 28:35): “Il Signore ti colpirà alle ginocchia e alle cosce con un’ulcera maligna, dalla quale non potrai guarire; ti colpirà dalla pianta dei piedi alla sommità del capo.”

Se quei desideri che devono lavorare per la dazione, la connessione e l’amore, lavorano nella direzione opposta, allora sentirai in essi la lebbra. Le lesioni della lebbra (l’egoismo) si diffonderanno attraverso l’intero corpo della tua anima. Tutte le tue dieci Sefirot saranno danneggiate da ogni tipo di lesione egoistica in modo che non sarai capace di sentire il Creatore o il Mondo Superiore, e per questo soffrirai.

Domanda: Tuttavia, ai figli di Israele è consentito di entrare nella terra di Israele. Quindi questo significa che corrispondono a questo desiderio. E, improvvisamente, come è scritto nella Torah, “Il Signore ti colpirà…”

Risposta: Pensi che la terra di Israele sia un Giardino dell’Eden (paradiso) dove tu entri ed è tutto pronto per te, e non pensi né ti preoccupi più di nulla?

Sì, hai avuto il permesso di entrare in questa terra, ma là avrai ancora molto lavoro da fare. Non c’è nulla di più pericoloso che essere nella terra di Israele quando devi convertire tutti i tuoi desideri per la dazione e l’amore.

Un tempo, questi desideri erano ad un livello inferiore e, quindi, era sufficiente un atteggiamento neutrale l’uno verso l’altro, che si chiamava “Quarant’anni vagando nel deserto.” Questi sono gli stessi desideri che avevi in Egitto durante i quattrocento anni della schiavitù e tu, che vivevi solo relazioni di tipo egoistico, non ti potevi liberare di loro e soffrivi enormemente, perché avevi realizzato che sono spaventosi, disgustosi e terribili.

Ora devi correggerli per lo scopo della dazione e dell’amore e questa è la forma più difficile ed elevata di correzione. Quindi, l’entrata nella terra di Israele, che rappresenta lo stato in cui una persona si è elevata al livello spirituale, comprende un lavoro molto complesso e responsabile.

Questo comporta problemi costanti, di momento in momento, che devi risolvere dentro te stesso, generando amore per gli altri dentro di te. Questo è l’unico modo per dimorare nella terra di Israele perché dimostra la sempre crescente similitudine col Creatore, che è la forza della dazione e dell’amore.

Domanda: I “confini” di Israele sono conosciuti? Posso sapere quanto soffrirò o per quanto dovrò lavorare sul mio egoismo?

Risposta: Questi dati sono noti al cento per cento!

E’ scritto che stai conducendo la terra di Israele in base a certi parametri e questi parametri si espandono sempre più sino a che l’intero mondo sarà “coperto”. In altre parole, tutti i desideri dell’umanità devono essere convertiti nella qualità della dazione e dell’amore reciproco. L’amore assoluto rappresenta la fine della correzione universale.

Se non fai questo sarai colpito dalla lebbra. A volte una simile lesione è persino necessaria perché tu possa vederla e correggerla. Dopo tutto, ci sono desideri che possono essere corretti senza esporre la loro completa essenza egoistica, e ci sono dei desideri che invece sei costretto a svelare nel loro stato pieno, egoistico e nauseante; essi possono essere corretti solamente quando vedi in quale misura ti stanno divorando.

Domanda: Perché è scritto: “Il Signore ti colpirà alle ginocchia e alle cosce con un’ulcera maligna, dalla quale non potrai guarire”.

Risposta: Questi sono i livelli dell’anima: NHY, HGT HBD. Ti sentirai come se dei piccoli vermi ti strisciassero addosso, mangiando la tua carne e masticando le tue ossa; la tua carne sparirà gradualmente e nulla rimarrà di te. Avrai questi tormenti spirituali sino a che non sarai capace di trasformarli nella qualità della dazione e dell’amore.

[210577]

Dalla trasmissione di KabTV “I Segreti del Libro Eterno” 14/12/16

Materiale correlato:
Purificare i nostri desideri
Guardando il mondo attraverso un prisma di desiderio
La suprema delizia dell’anima