Pubblicato nella 'Israele' Categoria

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 13

Dal libro Il Segreto Essenziale degli Ebrei, M. Brushtein.

“I Principi Fondamentali della Teoria Integrale”

I ricercatori del passato e presente sono unanimi.

L’essere umano è una creatura che è emersa in un gruppo, si sta sviluppando e si sta evolvendo in un collettivo.

Inoltre, la sua natura sociale è insita anche nella stessa parola “uomo”.

Letteralmente, un uomo è un membro di una tribù o una famiglia.

Allora, gli esseri umani, così come gli animali, sono creature che sono sociali, pubblici, e si può anche dire, collettivi. La domanda è: qual è la differenza fra loro?

In contrasto con il “collettivo animale”, la società umana non rimane ferma. Essa è in costante evoluzione. In quale modo? Un esempio è nei cambiamenti di formazione sociale.

Una formazione socio-economica, con le parole di Marx, è uno stato storicamente determinato nello sviluppo della società umana.

Quale formazione non fu sopportata dall’umanità?! Sotto sono elencate le brevi definizioni di strutture sociali di base e sistemi.

  • La società primitiva comune è una formazione primaria arcaica caratterizzata da proprietà comune dei mezzi di produzione, lavoro collettivo e consumo, e basso livello degli sforzi produttivi.
  • La società schiavista è una formazione caratterizzata da possedimento privato dei mezzi di produzione e produttori diretti; le classi principali della società schiavista sono gli schiavi e i padroni.
  • Il feudalesimo è una formazione socio-economica, che ha sostituito la schiavitù, era basata su un possedimento feudale della terra e lo sfruttamento dei contadini, che erano in uno stato di legame.
  • Il Capitalismo è il tipo di sistema socio-economico che emerse nel tardo Medioevo, ed è adesso prevalente nella maggior parte dei paesi industrializzati. Le caratteristiche comuni del capitalismo sono considerate generalmente possedimento privato dei mezzi di produzione e competizione.
  • Nelle parole di Karl Marx, socialismo è la prima fase di comunismo, un sistema sociale che sostituisce il capitalismo e si basa sul possedimento pubblico dei mezzi di produzione.
  • Il Fascismo (Italiano “fascismo”, dal “fascio” – fascio, mazzo, associazione) è una forma di movimento e dittatura politica, caratterizzata dalla violenza contro le masse tramite un meccanismo politico globale.

Nel corso della storia, l’umanità si è correlata differentemente al cambiamento nell’ambiente sociale. In ogni caso, tanti hanno creduto che gli ebrei potevano avere qualcosa a che fare con esso.

I Romani e il loro impero sembrano non più di una bolla rispetto agli ebrei. Loro (gli ebrei) hanno dato la religione a tre-quarti dell’umanità ed hanno influenzato gli eventi storici in misura maggiore di ogni altra nazione, antica o moderna.

Tuttavia, non importa veramente se gli ebrei hanno influenzato i processi storici o no. Ciò che è più importante è che l’umanità è in continua evoluzione e in evoluzione continua. La domanda è: che cosa ci attende? Abramo era convinto che il punto finale fosse l’unità e un’umanità interdipendente. Prima o poi impareremo se Abramo aveva ragione o no. Comunque, oggi, guardando indietro, vediamo un incremento ovvio di tendenze collettive.

All’inizio, una persona è stata associata solo con la sua famiglia. Poi egli “divenne collegato” con il maestro, poi il signore feudale, il suo paese, e oggi con il mondo intero. Il problema è che questi processi si sono verificati e accadono inconsciamente, sotto l’influenza delle condizioni esterne.
[140375]

Materiale correlato:

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 12
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 11
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 10

Svoltare la storia verso un nuovo orizzonte

Dr. Michael LaitmanDomanda: Che cosa esattamente aiuta a giungere a una calda sensazione di connessione in un cerchio?

Risposta: Tutti percepiscono ugualmente. Non ci sono coloro che sono più in alto o più in basso, tutti si vogliono connettere, e questa connessione è possibile solo fra uguali. Accetto l’opinione di tutti, tutti i cuori, tutti i pensieri. Per me è importante essere integrato in essi e sparire lì, entrare lì e sciogliersi.

E ciò che pensano tutti. All’interno di un sentimento come questo si costruisce un cuore come quello di una persona. Nello stesso momento in cui raggiungiamo una connessione come questa, sentiamo all’interno di questo cuore condiviso un potere unico, un’intelligenza chiamata, la Torà. Per mantenere le condizioni di ricezione della Torah: siamo diventati come un uomo con un solo cuore.

E così sentiamo che siamo diventati un desiderio e un pensiero. Questo desiderio comune e questo pensiero diventa per tutti noi un sentimento di uno stato elevato, più alto e più nobile della nostra vita corporea presente. Questo ci solleva oltre le nostre famiglie, oltre questa terra, sopra tutta la vita materiale.

Abbiamo già cominciato a sentire quel potere che per noi organizza intenzionalmente una forma sgradevole come questa in questa vita terrena, con i problemi e le guerre incessanti, in modo da salire al Suo livello. Se da questo momento in poi continuiamo risvegliando noi stessi a una connessione ancora più forte e scopriamo la forza superiore ancora di più, possiamo avanzare senza nessun disturbo esterno.

Al contrario, stiamo andando sulla strada giusta tutto il tempo con “io affretterò” (Achishena), nel senso della Luce. E innalzando noi stessi verso l’alto attiriamo tutto il popolo di Israele dietro di noi e dopo di loro il mondo intero come se stessimo trascinando una rete dietro di noi: ognuno si unisce e si alza.

Domanda: Questo è davvero così, ma nel momento che esco dal cerchio e guardo le notizie, dimentico immediatamente la sensazione di connessione nel cerchio. … Com’è possibile trattenere questa sensazione e divulgare a tutto il popolo di Israele?

Risposta: Anche in questo caso è necessario raccogliersi per i workshops ancora e ancora, e fuori dai vostri cerchi ci saranno mille altri cerchi. Ognuno di loro, attraverso le sue azioni, influenza gli altri e influenza se stesso.

E così scopriamo che possiamo cambiare il mondo solo attraverso tale azione di connessione. Diventeremo i veri maestri del nostro destino. Però non è possibile correggere la situazione tramite l’eliminazione di un po’ di terroristi e la distruzione delle loro basi. Noi non cambiamo la storia con questo, la storia si ripete. La nostra connessione è l’unico mezzo per trasformare la storia verso un nuovo orizzonte.
[140237]

Da Kab .TV “La Missione del Popolo d’Israele” 08.07.2014

Materiale correlato:

La cura per il mondo è nell’educazione integrale
E’ un lungo cammino verso casa

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 12

Dal libro: Il Segreto Essenziale degli Ebrei, M. Brushtein.

“I Principi Fondamentali della Teoria Integrale”

I Postulati della Teoria Integrale

L’essere umano si distingue dal mondo animale a causa del suo intelletto.

L’essere umano è principalmente un animale.

È difficile forzare se stessi a fermarsi per un momento a riflettere e diventare consapevoli di ciò che sta accadendo.

L’essere umano non può ancora diventare consapevolmente coinvolto nei processi evolutivi.

Idealmente, le persone devono conoscere i propri ruoli nel sistema generale.
[139978]

Materiale correlato:

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 11
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 10
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 9

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 11

Dal libro: Il Segreto Essenziale degli Ebrei, M. Brushtein.

I Principi Fondamentali della Teoria Integrale

Riassumiamo. L’umanità consapevolmente, ma inconsapevolmente, si sta muovendo verso l’unità. Il ritorno a una qualche forma di idee socialiste, la continua crescita delle reti sociali, l’emergenza dell’Unione Europea, le aziende nuove transnazionali, e altre tendenze simili indicano chiaramente questo fatto. Allo stesso tempo, capiamo che l’unificazione, come viene chiamata, richiede sacrificio.

Comunque, la cosa più sorprendente è che tanti inconsciamente aspettano gli ebrei per risolvere questo compito difficile.

“Gli ebrei vengono inviati come un catalizzatore per la vita sociale, un motore catalizzatore.”
(Aleksandr I. Solzhenitsyn)

La mancata partecipazione in questi processi non è ignorata, dato che il popolo ebraico è associato direttamente al benessere del mondo.

“Se Israele dovesse scomparire per il bene del benessere per il resto del mondo, Io non ho intenzione di protestare contro la distruzione dello stato ebraico.” (Dott. Michael Laitman)

Come ricordiamo la “questione ebraica” è iniziata con Abramo. Egli è riuscito a creare una nazione con apparentemente irrazionali principi sociali. Se questi principi non derivassero dalla legge di natura, il popolo ebraico sarebbe da tempo scomparso, e, com’è noto, questo non è avvenuto.

Per fare questa scoperta, Abramo doveva sapere e comprendere pienamente la natura dell’uomo. Mi chiedo che cosa sappiamo dell’essere umano, intendendo noi stessi? Tuttora, 3800 anni sono passati dal tempo di Abramo.

Questo è scritto nel dizionario.

“L’essere umano è apparso sulla Terra durante un lungo e irregolare processo evolutivo – antropogenesi, tante fasi che non sono completamente chiare.”

Questi sono i tempi. Questa definizione rende chiaro che l’origine dell’uomo non è chiara. Non sorprende un libro di testo contemporaneo tratto da quest’argomento nel modo seguente:

“Alla base della moderna comprensione scientifica dell’origine dell’uomo si trova il concetto secondo il quale l’essere umano abbia origine dal mondo animale.” (General Biology [Biologia Generale], Grade 10-11. A. Kamensky et al 2005, p. 267).

Un altro testo più recente scrive il contrario:

“È perfettamente legittimo concludere che le scimmie sono sempre state scimmie, e gli umani sempre umani! L’essere umano non proviene da un animale.

“Gli studi dimostrano che apparve sulla Terra nella sua forma umana.” (General Biology [Biologia Generale] . Grade10-11. A cura di Accademico Y.P. Altukhov, 2012, p. 264).

Per quanto l’essere umano si sviluppa, così egli è limitato. Egli parla del Big Bang, eppure egli non sa quasi nulla di se stesso.

Come possiamo confrontare tale concetto indicato in un libro di testo con alcuni studi fatti valere dall’avversario?

Però non tanto tempo fa, tutto era semplice e chiaro. Eravamo sicuri di sapere tutto o quasi di tutto. Almeno eravamo assolutamente sicuri delle cose base, i fondamenti.

“La vita è il modo di esistenza di corpi proteici, l’elemento essenziale che consiste in uno scambio metabolico continuo con l’ambiente naturale fuori da essi, e che cessa con la cessazione di questo metabolismo, apportando la decomposizione delle proteine.” (Frederick Engels, Dialettica della natura. 1883).

“Così, dobbiamo ammettere che non possiamo dare una definizione precisa di che cos’è la vita e non possiamo dire come e quando ha avuto origine. Tutto quello che possiamo fare – è elencare e descrivere le caratteristiche della materia vivente, le quali la distinguono dal non vivente.” (Biology [Biologia], Cura di. R. Soper. Mir, 2004, vol 1, p. 10)

È difficile dire quali informazioni aveva Abramo degli umani all’inizio della sua ricerca. Sembra che non fosse in una situazione migliore di noi. In ogni caso, Abramo ha portato questo studio al termine. Dovremmo seguire il suo esempio.

[139831]

Materiale correlato:

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 10
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 9
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 8

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 10

Dal libro: Il Segreto Essenziale degli Ebrei, M. Brushtein

“I principi fondamentali della teoria integrale” I postulati della teoria della integralità

Gradualmente la nostra visione del mondo sta cambiando da egoistica a integralmente globale.

I nuovi “occhiali integrali” aprono un mondo completamente nuovo.

Nel mondo integrale, tutto influisce su tutti gli altri.

La comunicazione è la nostra vita.

La natura è unificata.
[139773]

Materiale correlato:

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 9
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 8
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 7

Maturare, ma non attraverso i colpi

Dr. Michael LaitmanSiamo coinvolti in un sistema di forze che sta cercando di raggiungere l’equilibrio e che ci dà delle risposte interattive. Comunque, è una sola la forza che le mette tutte in funzione. Si tratta della forza dell’equilibrio. Influenza ed agisce su tutte le forze particolari, su tutte le loro parti, per portarle ad un equilibrio generale, e questa forza è chiamata il “Creatore” o la “natura“.

Comunque, questo sistema non ci viene rivelato perché allora ci uniremmo contro la nostra volontà.

Supponete che il Creatore ci chiedesse chiaramente “Unitevi, altrimenti Io vi sterminerò”. Certamente, ascolteremmo la Sua voce perché non avremmo altra scelta.

Però, in questo modo, non matureremmo, perché la nostra scelta “di essere dei bravi bambini” rimarrebbe al livello animale e si baserebbe sulla paura della punizione.

Invece, oggi, quando veniamo puniti, non ci sentiamo comunque obbligati a diventare dei “bravi bambini”. Non c’è un chiaro legame tra le due cose in modo che da soli colmeremmo ciò che ci manca per capire, così da maturare, conseguire e raggiungere l’intero sistema della creazione.

Così anche i genitori, punendo un bambino, non lo obbligano a conformarsi immediatamente, perché vogliono che maturi, per distinguere il bene dal male, e capire da solo come si deve comportare in modo corretto.

Questo vale per un bambino piccolino che non comprende che diventerà un adulto che acquisirà l’intelligenza attraverso la stupidità.

Non è possibile colpirlo soltanto come si fa con una bestia che ha paura di voi e che dipende da voi e quindi fa quello che volete. No, non vogliamo che il bambino sia così dipendente da noi. Noi speriamo che possa raggiungere consapevolezza, conseguimenti, presa di coscienza di se stesso, e una corretta libertà di scelta.

Quindi, non c’è un diretto legame tra i guai e, il loro opposto, le buone azioni. La Natura gestisce ogni cosa in modo che noi possiamo colmare questo spazio che c’è tra i disastri e le buone azioni con il riconoscimento del male.

Domanda: In che modo è tutto questo connesso?

Risposta: I Kabbalisti devono insegnare al popolo di Israele come comportarsi, quando gli uomini di Israele raggiungeranno il livello in cui comprenderanno e percepiranno, inizieranno ad insegnare a tutta l’umanità.

Questo è ciò che viene chiamato “essere una luce per tutte le nazioni”. Dopo la correzione interiore, vedremo in che misura saremo pronti a questo per comprenderlo da noi.

Oggi, abbiamo la saggezza. Abbiamo la conoscenza di ciò che deve essere fatto e stiamo cercando di andare verso le persone.
[139960]

Da Kab.TV “I Kabbalisti Scrivono: Le Guerre di Israele” 18.07.2014

Materiale correlato:

Guerra o Pace?
L’obbligo: Diventare una Luce per le Nazioni

La ricerca di una soluzione in un cerchio di equivalenti

Dr. Michael LaitmanDomanda: In un workshop in cerchio, tutti devono esprimere il loro parere?

Risposta: No, questo non è un dibattito televisivo che riempie tutti i canali ora. Se ognuno comincia portare argomenti dalla sua mente corporea e mostra a tutti quanto intelligente lui o lei è, questo non porterà a nulla. In un cerchio non c’è posto per individui saggi. Abbiamo bisogno solo di connessione, e nella connessione tutti siamo uguali.

Veniamo a un workshop per collegarci e trovare la forza di unità, la saggezza condivisa. Quindi tra di noi non ci sono giusti o intelligenti, nessuno è giusto o sbagliato, anzi tutti sono uguali. Ci riuniamo per investire sforzi interni, mentali per il bene dell’unità tra noi, per sentire il potere della nostra unità dentro l’intima connessione tra di noi. Questo potere viene scoperto grazie ai nostri sforzi.

Non c’è posto qui per i dibattiti. In sostanza, non c’è nemmeno bisogno di parlare. Sarebbe ancora meglio per tutti se potessimo investire in sforzi interiori e connetterci senza parole. Tuttavia, dal momento che non siamo abituati a questo, siamo costretti a parlare di qualcosa. E il soggetto potrebbe essere il più comune e familiare.
Nessuno in un cerchio discute il parere di qualcun’altro! Ascolto quello che stai dicendo e sono d’accordo con te al 100%.

Domanda: Ma stiamo parlando di eventi attuali: lasciare Gaza o no, agire in questo modo o in un altro.

Risposta: Di cosa dobbiamo parlare tanto per cominciare? Siamo un gabinetto che prende delle decisioni?

Domanda: Ma vogliamo sentire quello che tutti pensano.

Risposta: Perchè ho bisogno di sentire quello che tutti pensano? Come mi aiuta questo? Noi ci riuniamo in un cerchio non per sentire le opinioni di tutti, ma piuttosto per controllare l’unica missione del popolo di Israele. Quindi discutiamo la nostra storia, il nostro ruolo, la nostra saggezza, e il perché siamo così. È necessario parlare di questo e non rispetto all’operazione Gaza.

Capisco che questa è una domanda che sta bruciando dentro le persone, lo saltiamo e passiamo gradualmente dal fatto in se a quello che lo ha causato: Perché è successo in questo modo? Perché ci troviamo gettati in una situazione come questa tutto il tempo? Perché continua a ripetersi tutto il tempo? Perché non possiamo correggerlo una volta per tutte? Che cosa i vicini vogliono da noi e cosa vogliamo noi da loro? C’è un potere più alto qui che “riscalda” il nostro rapporto tutto il tempo?

È possibile iniziare con gli eventi attuali e spostarci gradualmente verso una discussione più interna. Evitiamo le questioni reali e andiamo a fondo nella loro origine.

Se cominciamo a discutere su come combattere o come reagisce il nemico, ciò che è corretto e ciò che non è, e ciò che tutti i politici dicono su questo argomento, si andrà avanti per sempre, senza alcun vantaggio. Sta a noi cercare di scrutare la causa e la soluzione. Dopo tutto, la causa e la soluzione si trovano in un unico posto.

Ma di solito la gente parla solo di conseguenze esterne che vengono rigenerate ogni giorno e nutrono i mass media.
[140209]

Da Kab.TV di “La Missione del Popolo di Israele,” 8.07.2014

Unita d’Israele: Il tempo sta scadendo

Dr. Michael LaitmanDomanda: Dalle fonti sappiamo che il Creatore è sempre stato coinvolto in tutte le nostre guerre. Lui è quello che è incaricato, a seconda se compiamo il nostro ruolo o no. Tutte le vittorie e le perdite del popolo d’Israele sono state determinate da Lui, secondo il nostro successo o fallimento nel realizzare il nostro obiettivo principale.

Risposta: Sembra che il Creatore non è per nulla connesso a tutti con le Sue Mitzvot (comandamenti). Allo stesso modo, una persona non vuole ascoltare i medici che gli danno consigli sulla giusta alimentazione. Dice: “Non è importante. Conosco da solo quello che devo mangiare.”

Però poi cominciano i problemi e le malattie e la persona non capisce perché questo sta accadendo a lei. Allora dicono i medici: “Ma vi abbiamo avvertito che non tutti i cibi sono benefici per la salute. Hai causato il problema a te stesso.” Lui risponde “Che cosa state dicendo? Non ho fatto nulla! Come potevo sapere?”

Non c’è motivo per giustificare te stesso dicendo che non hai visto l’ostacolo. La legge è legge. Se mangio una cosa tossica ora, potrei ammalarmi, o morire.

Tutta la natura è un sistema di leggi assolute. Se conosco come usarle, si rivelano buone per me, e se non so, l’ignoranza a queste leggi non facilita il mio destino.

Allora dimostriamo maturità e capiamo che, se siamo di fronte a vari problemi, significa che non siamo consapevoli della legge del sistema. La natura è una questione scientifica, è la saggezza, è un complesso di forze che si connettono e lavorano insieme su livelli vari, che siano i macrocosmi, reazioni chimiche, o rapporti umani. I sistemi operano ovunque, e se non riconosciamo le leggi del loro funzionamento, poi costantemente invitiamo tutti i tipi di problemi su noi stessi.

Il risultato, soffriamo tutti. Il nostro problema principale è che non impariamo dai nostri errori. Monitoriamo costantemente un piccolo bambino così che non possa mettersi nei guai. E nessuno ci segue e facciamo tutti i tipi di errori. Come ci gestisce il potere superiore?

Il potere superiore in genere è una legge universale di natura che include tutte le leggi in particolare. Questa legge comprensiva ci spiega come funziona il sistema di creazione. E oggi, grazie alla crisi, gradualmente si sta cominciando a scoprirla.

Prima, nella natura dell’ immobile, vegetale, e animato, si vede che tutte le parti del sistema sono connesse e interdipendenti. Si completano e sostengono reciprocamente, tutte loro, tranne gli umani. E ora personalmente capiamo che dobbiamo mantenere una buona interconnessione, altrimenti causiamo la stessa crisi in tutti i tipi di settore, sia che si tratti di educazione, famiglia, lavoro, commercio, industria, ecc.

Tutto ciò che abbiamo costruito, tutti i sistemi di rapporti che abbiamo creato da quando siamo scesi dagli alberi e siamo diventati esseri umani, è tutto egoistico. L’ego ci incoraggia al profitto a scapito l’uno dell’altro. Fondamentalmente non assomigliamo al sistema integrale analogico della natura. L’umanità non è regolata ad esso.

Allora costantemente riceviamo colpi, specialmente nel nostro stadio di sviluppo attuale. E non c’è da meravigliarsi: durante la lunghezza di tutto l’intero processo, il nostro ego è cresciuto costantemente, e come risultato, i colpi sono più forti.

D’altra parte, il Creatore è la legge generale che connette tutte le parti di realtà in un sistema completo. Che cosa manca per essere completo? Manca una umanità che esiste secondo le stesse leggi. La gente deve capire la necessità di una buona connessione, empatia, e amore. Infatti, qui si sta dicendo che è necessario diventare come una persona con un solo cuore. Questa è la condizione.

Domanda: È questa una condizione per tutte le persone?

Risposta: Hai ragione. Però fra tutti i popoli c’è un gruppo unico di persone, deve essere il primo a soddisfare questa condizione, dopo di che fornire un esempio a tutti gli altri. Fintanto che non fornisce questo esempio, tutti si odiano e si incolpano per tutti i problemi.

Domanda: Significa che il mondo non è bilanciato oggi a causa d’Israele?

Risposta: Si, gli ebrei non stanno dando al mondo il giusto esempio per dimostrarci come organizzare la vita buona. Dobbiamo essere insegnanti, o usando le parole della Torà (Esodo 19:6) “un regno di sacerdoti e una nazione santa” (Isaia 49:6), una “Luce alle nazioni.”

E le guerre, includendo l’attuale punto morto, testimoniano lo squilibrio del sistema nel quale gli ebrei non adempiono il loro ruolo. Soprattutto, questo è solo l’inizio; siamo di fronte a più difficili problemi ecologici se non cominciamo a equilibrarci l’uno con l’altro.

Dalla prima immigrazione per la terra d’Israele, un tempo particolare era allocato agli ebrei per organizzare loro stessi correttamente. Però non lo hanno fatto, e al momento sta cominciando un periodo molto difficile. E poi la gente lo capirà, sentirà un bisogno per noi e ci aiuterà.

Il tempo è arrivato ad annunciare fortemente: “Si, capiamo che dobbiamo servire come un esempio della connessione giusta fra la gente per tutti, che dobbiamo vivere secondo il principio di dazione” (Isaia 41:6) “Loro hanno aiutato tutti il proprio vicino,” (Shabbat 31a) “Non fare al tuo amico ciò che è odioso a te,” (Levitico 19:18) “Ama il tuo prossimo come te stesso,” dobbiamo diventare “una persona con un solo cuore.” Si, dobbiamo diventare un intero, come scritto: “Tutti sono amici di Israele.” Stiamo cominciando a lavorare su questo, e vi promettiamo che stiamo facendo tutti gli sforzi e ci sarà un buon esempio per voi, in modo che tutti, il mondo intero, raggiungerà questo.

Se senza vergogna proclamiamo questo prima di tutti, improvvisamente cominceranno a capirci. Anche i più grandi anti-semiti capiranno da dove viene la loro azione interiore: “Questo è il motivo per cui li odio … .”

Domanda: La saggezza della Kabbalah come spiega i nostri rapporti con il Creatore, che è il fattore primario che causa le conseguenze nel destino del popolo e del mondo?

Risposta: La saggezza della Kabbalah rende possibile per noi capire e sentire il sistema intero. Ci da il senso delle leggi della natura. Quando cominciamo a studiare questo sistema, cominciamo a distinguere le sue sfaccettature: Questo è buono e quello è cattivo, questo deve continuare, e quello deve essere evitato. Vediamo com’è necessario essere integrati correttamente in una società; come la società deve essere integrata nell’umanità; come l’umanità deve essere integrata con la natura dell’immobile, vegetale, e animato dell’universo; come possiamo uscire a sentire i mondi superiori; e come vivere in tutti questi mondi.

Tutta l’umanità deve raggiungere questo. Ciò è la correzione generale per la quale siamo responsabili.
[139897]

Da Kab.TV “I Kabbalisti Scrivono”: Le guerre di Israele” 18.07.2014

Materiale correlato:

Guerra o Pace?
L’avvertimento dei nostri Saggi

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 9

Dal libro, Il Segreto Essenziale degli Ebrei di M. Brushtein

Il fenomeno di Kolobok [(http://en.wikipedia.org/wiki/Kolobok)]

Come avrebbe reagito un contribuente (un pagatore di tasse) onesto se nel mezzo del paese nativo o non nativo, sulla piazza principale, sul cartellone centrale, all’improvviso avesse visto informazioni su se stesso? Le più innocue. Diciamo, il suo nome, passatempi, e qualche foto della sua famiglia e amici.

È difficile immaginare che questo fatto riempirebbe una persona di orgoglio. Più probabilmente, egli avrebbe provato a far rimuovere queste informazioni dal cartellone e a far punire i colpevoli.

Però questi sono giocattoli in confronto a ciò che sta accadendo sulla rete sociale. Ci sono informazioni di ognuno di noi cioè “aperte” sulla rete e ciò che abbiamo fornito volontariamente un decennio fa era disponibile solo ai servizi speciali. Ora tutto è diverso.

Non c’è anonimato, accettiamo questo!

Cominciando da qualsiasi punto di partenza, si può creare un fascicolo completo per chiunque. Non importa, dove comincia: Numeri di sicurezza sociale, indirizzi-MAC, indirizzi email, o targhe. Questa informazione può darvi tutto ciò che riguarda chiunque.

A proposito, se c’è una mancanza d’informazione di qualcuno, non hai bisogno di cercare un testimone e scavare negli archivi. Tutto è molto più semplice. Contattare la persona giusta tramite una rete sociale, tanto per essere sicuro puntellare la richiesta con uno smiley (faccina) – una piccola immagine con un Kolobok itterico.

Per questo Kolobok, il tuo cliente non solo sarà lieto di fornirti tutto ciò che serve, ma anche vi ringrazierà, cioè, si clicca su “Mi piace”.

Cose incredibili stanno accadendo nel mondo.

Usando internet e le tecnologie mobili nella campagna politica di Obama si è dimostrato il potere vero della rete sociale online. (Christakis, N and Fowler, J. Connesso: Il potere sorprendente delle nostre reti sociali)

Dobbiamo ammettere che qualcosa sta accadendo nel mondo. Una nazione, o ovvero nazioni, tranquillamente, e chiaramente non deliberatamente, sono attratte da valori collettivi.

Qui ci sono alcuni dati interessanti sulla rete sociale più popolare nel mondo Facebook:

Sono iscritte più di 1 miliardo di persone su Facebook.

Ci sono più di 2.5 miliardi di foto e 14 milioni di video sono caricati dagli utenti ogni mese.

On-line ci sono più di 1.6 milioni di pagine attive, e se si sommano tutti i fan, si ottiene una cifra di 5,3 miliardi (un utente può essere un fan di tante pagine).

Facebook, è stato tradotto in oltre 70 lingue.

Più di 300.000 utenti hanno aiutato a tradurre Facebook.

Negli Stati Uniti gli psicologi hanno presentato una nuova diagnosi – Facebook-dipendenza (FAD).

Un sondaggio recente di 500 collegi negli Stati Uniti ha rivelato che il 10% dei reparti d’ammissione hanno visualizzato i profili su Facebook per valutare i candidati. I membri delle commissioni di ammissione hanno detto che quello che hanno visto ha creato un impatto prevalentemente negativo sul loro parere.

Un post di un utente su Facebook ha portato alla donazione di un rene.

È difficile ignorare questi fatti, e non si può spiegare con la nostalgia per i compagni di classe preferiti. A proposito, questi e altri dati, fra altre cose, spiegano che l’utente comune, per esempio, ha acquisito un’inaudita possibilità. Con l’aiuto della rete sociale, uno studente comune può diventare un miliardario, e uno studente comune può portare centinaia di migliaia di persone a scendere in piazza.

Questo riguarda lo studente.

Mark Zuckerberg (il creatore di Facebook è il più giovane miliardario del mondo).

Il valore stimato di Facebook è cresciuto fino 50 miliardi di US$ (The New York Times dealbook.nytimes.com)

E si tratta di un altro studente.

Il 3 settembre 2011, tra 350 e 450mila persone sono state raccolte in varie città d’Israele. Diverse fonti hanno chiamato questa manifestazione “la più massiccia nella storia di Israele.”

Sono state avviate le proteste da una studentessa Daphne Leef. (Wikipedia, “Le manifestazioni del 2011 per la giustizia sociale” “The Social Justice Protests”)

La cosa più interessante è che tutte queste tendenze sopra menzionate in qualche modo sono correlate con gli ebrei. Che piaccia o no. Almeno in questa forma.

- Prendere una lezione da Zuckerberg!

- Quale Zuckerberg?

- Qualsiasi Zuckerberg!

[139354]

Materiale correlato:

Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 8
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 7
Il Segreto Essenziale degli Ebrei, Parte 6

Un secondo prima della correzione

Dr. Michael LaitmanDomanda: È ovvio a tutti che abbiamo raggiunto un punto morto e abbiamo bisogno urgentemente di agire. Però non è chiaro esattamente il tipo di soluzione offerta da Baal HaSulam, e quale metodo si propone di fermare il sistema che lancia razzi contro di noi? Pensi che le azioni militari non porteranno a nulla?

Risposta: Non dico che non dovremmo difenderci. Dobbiamo reagire agli attacchi, ma solo allo scopo di guadagnare un po’ di tempo, che ci consentirebbe di imboccare un nuovo percorso.

Domanda: Fin quando inizia una nuova ondata di escalation?

Risposta: Se cominciamo a trattare questo problema correttamente, nel modo in cui ci dirige la nostra Torah, poi non ci sarà un’altra ondata. La Torah richiede che ci connettiamo fra noi. Adesso siamo nella stessa situazione come prima del Monte Sinai, dobbiamo diventare come un uomo con un solo cuore. Se ci uniamo, otterremo il successo, altrimenti, sarà il luogo della nostra sepoltura.

Commento: Tantissime persone nella società israeliana usufruiscono dello scisma nella nazione. Tutti odiano tutti. Alcuni odiano i russi, altri odiano i nativi dei paesi orientali, e poi altri odiano gli immigrati dall’Europa. Questo scisma non sta scomparendo, ma sta solo diventando più grande. Gli avvocati accettano tangenti, la polizia è negligente nelle proprie funzioni, il sistema intero si sta deteriorando.

Risposta: Questo è un segno chiaro che urgentemente dobbiamo lavorare sulla nostra correzione poiché specificamente il problema è in noi.

Commento: Internet è pieno di attacchi ostili nella nostra direzione. Siamo circondati dall’odio universale e sotto il lancio di razzi.

Risposta: Ciò è esattamente lo stato più adatto per la correzione. Tutto è stato rivelato. È parso chiaro che il sistema intero si è rotto, e falliamo in tutti i settori. Non possiamo costruire noi stessi.

Ancora siamo tenuti insieme dalla pressione esercitata su di noi dall’odio dei nostri nemici. Però se non era per i nostri vicini che ci circondano in ogni direzione con le spade sguainate, che anelano a distruggerci, avremmo cominciato a ucciderci l’uno l’altro.

Possiamo solo ringraziare coloro che ci odiano poiché ci tengono insieme, come le noci in una busta. Altrimenti ci saremmo dispersi tanto tempo fa, non lasciando memoria della nazione d’Israele che è in grado di alzarsi. Non è sparita ancora fra sette miliardi di persone solo grazie all’odio esterno.

Siamo al punto finale, un secondo prima della correzione. E questa correzione succederà sia tramite i colpi o tramite la nostra ragione che ci aiuta a prendere il processo di correzione nelle nostre mani e avanzare attraverso il percorso buono. O andiamo per il sentiero della Luce e l’accelerazione del tempo (Achishena) o per il percorso della sofferenza, il corso naturale dello sviluppo (Beito).

Il sentiero della Luce implica che cominceremo a educare noi stessi. Non c’è altra possibilità per raggiungere la correzione se non l’educazione per tutti. È necessario portare il metodo della correzione alla nazione intera e spiegare che significa essere il popolo scelto, il perché siamo così odiati, e di cosa abbiamo bisogno per andare avanti veramente e far avanzare tutta l’umanità.

Ognuno deve scoprire ciò che ci sta domandando la natura. La parola “natura” ha il valore numerico uguale (Gematria) come la parola “Creatore”. Si tratta della stessa forza. Ogni persona ha bisogno di scoprire la Torah vera, la quale ci è data per la nostra correzione tramite l’aiuto della Luce che Riforma.

La Torah è la Luce che Riforma, e la nostra natura è l’inclinazione al male, il nostro egoismo. È scritto, “Ho creato l’inclinazione al male e la Torah come addizione ad esso” poiché con il suo aiuto correggiamo l’egoismo. La Luce nella Torah, significa la forza d’amore e dazione, che ci corregge. Questo è il motivo per cui dobbiamo imparare a correggere noi stessi e trasmettere questo metodo al mondo intero.

Sono semplici, facili cose. Si dice che “la Torah intera è un esercizio molto semplice”. Ed è veramente così, se solo una persona non la confonde con qualcos’ altro, ma fa solo ciò che è necessario. Dobbiamo farlo.

Quando si arriva alla gente e si comincia a spiegare questo (ןמע ), potrete vedere come tutti saranno d’accordo facilmente, quanto vogliono ascoltarvi e unirsi a voi.
[139889]

Dal Programma TV “La missione della Nazione di Israele” Numero 2 del 09.07.2014

Materiale Correlato:
Una soluzione al conflitto Medio-Orientale
Lascia andare il mio popolo!
La correzione inizia dal Centro