Pubblicato nella 'faraone' Categoria

Approfittare delle opportunità che ci si presentano

godHo ricevuto una domanda: stanno avvenendo dei cambiamenti alla Casa Bianca, un nuovo presidente è arrivato al potere ed ha aumentato la pressione su Israele. Ciò può portare ad un peggioramento delle opinioni conflittuali sulla nostra nazione. Probabilmente dovremmo concentrare i nostri pensieri su questo fatto in particolare?

La mia risposta: la politica è instabile e non è lineare; le aspettative della gente sulle figure pubbliche, raramente concordano con i piani dei politici, anzi si concentrano su mete specifiche. È un fatto complicato che non dovremmo cercare di chiarire.

Tuttavia, è indispensabile capire che, nella misura in cui la nazione di Israele ritarderà a realizzare la sua missione, la pressione aumenterà. Dobbiamo portare le persone a capire e sentire che la correzione è necessaria. Devono essere concordi a realizzare il loro ruolo nello sviluppo spirituale dell’umanità. La nazione di Israele deve capire ed accettare questo dovere e rendersi conto della sua responsabilità in ciò che sta accadendo.

La pressione crescerà per svegliare la nazione di Israele. Questo è precisamente ciò che ci è capitato nel corso della storia, a partire dal faraone egiziano, fino ai nostri giorni. I profeti hanno scritto su questo, hanno detto che se non ci rendiamo conto della missione che abbiamo, dovremo passare attraverso prove molto dure.

Le pressioni che sperimentiamo non sono altro che gli stati che ancora non abbiamo corretto e anche se è indispensabile farlo, non abbiamo approfittato delle opportunità che ci si sono state presentate. Nella misura in cui la pressione aumenta, possiamo giudicare i nostri stati non corretti. Tuttavia, questi stessi, si rivelano solo in funzione dello sviluppo della persona.

materiale correlato:

il ruolo della nazione di israele:

shamati 8

Riveliamo il Creatore nel Nostro Egoismo – Il Faraone

Ho ricevuto una domanda: Può, la Kabbalah, spiegare logicamente qual è la connessione tra ricevere un determinato colpo e la mancanza di connessione tra la gente?

La mia risposta: Come conseguenza alle piaghe d’Egitto, i saggi del faraone conclusero, che queste erano state causate dal Creatore, e dissero al faraone: “ E’ la mano del Creatore!” Anche se il faraone argomentava ostinatamente: “ Chi è il Creatore affinché io debba ascoltarlo?”…. a causa dei colpi, cedette e liberò i suoi schiavi.

Il faraone è l’egoismo creato dal Creatore. Le piaghe sono la sofferenza che provoca il nostro egoismo, il quale si rivela in questa maniera. A causa dei colpi ricevuti, cominciamo ad odiare il nostro egoismo e ci accorgiamo che questi provengono dal Creatore, il quale li invia specificamente, affinché si svegli il desiderio di fuggire dall’Egitto e dal governo del faraone ( l’egoismo ).

Ci accorgiamo che la nostra natura non è nostra, ma anzi, è una forza esteriore che ha il controllo su di noi.

Ricevendo i colpi, causati dal nostro egoismo,ed aspirando a qualcosa di più elevato, attraverso Mosè dentro di noi, il Creatore si rivela e possiamo vedere che i colpi provengono da Lui. In altra maniera, arriveremmo ad odiarlo.

Una persona deve passare attraverso il processo di sviluppo dell’odio verso il suo egoismo, distaccandosi ed allontanandosi da esso, e allo stesso tempo, si avvicina all’attributo della dazione. Stiamo osservando che, in questo momento, l’umanità sta attraversando queste tappe di sviluppo.

Materiale correlato:

Laitman blog:l’ egitto e il serpente sono il nostro egoismo
Laitman blog:il mondo non sarà più lo stesso
L’ esodo, quello mondiale, nella versione del 21° secolo
Domande sul faraone
Correggi te stesso e tutto irradierà armonia

Il significato spirituale di Nomi e Titoli

titlesLa domanda che ho ricevuto: In uno dei tuoi libri, hai scritto che Mosè (Moshe in Ebraico) deriva dalla parola Moshech- tirare fuori/ uscire fuori da un posto. Ad ogni modo, la parola Mosè finisce con la lettera Hey, e la parola Moshech finisce con la lettera Kaf. Quindi da un punto di vista linguistico, le radici non si combinano affatto.

La mia risposta: Il suo nome gli fu dato da Batia, la figlia del Faraone, che lo trovò nel fiume Nilo e lo tirò fuori da lì. Questa è la ragione per cui lei lo chiamò Mosè. E’ scritto così anche nella Bibbia. Comunque, ci sono anche altri, ulteriori significati per i nomi. In sostanza, si riferiscono alle azioni di una persona e alla sua predestinazione.

Baal HaSulam scrive, “Il monte degli ulivi (Har HaZeitim) potrebbe essere stato chiamato così dalla gente comune, piuttosto che dai Kabbalisti, poiché questa montagna andava bene per coltivare gli ulivi. Ma questo nome corrisponde anche all’interiore significato spirituale del posto, e la ragione di questo è che tutto della natura si rivela in modo tale che le persone agiscano e parlino senza comprendere cosa li governa”

materiale correlato:

la kabbalah spiega la bibbia

I leaders del G-20 devono ascoltre il messaggio della Kabbalah prima che il summit cominci

lawsLa domanda che ho ricevuto: Molti economisti e capi di governo, in particolare Gordon Brown, stanno parlando della necessità dell’unione. Perché la natura non guida lui e gli altri capi di governo nella giusta direzione?

La mia risposta: Perché essi non possono scoprire la saggezza della Kabbalah? E’scritto, “ Il cuore dei re e dei governatori è nelle mani del Creatore”. Essi si trovano in una posizione pensosa davanti al mondo intero, perché non sono in grado di trovare una via d’uscita all’attuale situazione economica ed industriale. Per la prima volta nella storia dell’umanità, si è presentata una situazione in cui l’umanità si trova faccia a faccia con la Natura, e la Natura sta facendo ogni cosa Essa desideri agli uomini. E per la prima volta nella storia, tutti stanno alzando le mani per la disperazione, neppure gli uomini più svegli, o i più coraggiosi, o i più fiduciosi, riescono a fare qualcosa a questo proposito.

Essi sono confusi, come i bambini che hanno perso la loro mamma. Gli uomini non hanno mai vissuto una cosa del genere prima. L’egoismo ha sempre vinto; è sempre stato al comando e ha raggiunto nuovi traguardi. Tuttavia, oggi non siamo più guidati dall’egoismo. Adesso stiamo scoprendo che nulla può essere raggiunto attraverso l’egoismo. Al contrario, l’egoismo provoca un disastro che l’umanità non ha mai vissuto prima: infligge dei colpi, simili alle piaghe d’Egitto.

Perciò, i capi di governo non sono in grado di fare nulla- essi nella posizione miserabile del Faraone! Tutti capiscono che l’egoismo è il male, ma poi? C’è una sola soluzione: Comunicare il messaggio della Kabbalah ad ogni persona, il più presto possibile e nella forma più semplice e più positiva! Vale la pena provare a consegnare questo metodo al G-20 prima che il summit cominci. Allora, il mondo potrebbe avere una possibilità.

( Da una lezione di Baal HaSulam sull’articolo, “One Precept”, dell’8 marzo 2009 )

materiale correlato:

laitman blog: il destino cambia se cambi le intenzioni
laitman blog: la via per uscire dalla recessione è cambiare il nostro atteggiamento
laitman blog:Gordon Brown descrive il piano per dare forma alla prima società globale