Pubblicato nella 'Educazione' Categoria

La cura per il virus

Nota: Lei dice che la connessione tra le persone è la cura per i virus ma vediamo, al contrario, che la cura è mantenere la distanza, la quarantena.

Risposta: La quarantena non è la cura per il virus. Il trattamento di cui abbiamo bisogno, per impedire al virus che sedimenti tra di noi, tra i nostri sentimenti e le nostre relazioni è, invece, una connessione calda tra di noi. Attraverso lo sforzo di unirci come un solo uomo con un solo cuore noi non lasciamo spazio al virus per diffondersi.

Per il momento, ci troviamo in uno stato di transizione. Tale condizione ci insegna cos’è bene e cosa è male, se conviene cambiare o no, cosa accadrà se facciamo questo o quello. Non possiamo trarre ancora le giuste conclusioni.

Non c’è dubbio che in futuro l’umanità comincerà a comprendere che le relazioni corrette curano la società.

 

[275707]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 30/10/2020

Materiale correlato:
La migliore cura per il Coronavirus
Coronavirus: il boomerang della natura
Il virus non distingue tra nazionalità e colore della pelle

Al di fuori dell’amore per sé

Domanda: Dicono che tutti i problemi della vita sorgano solo a causa dell’amore per sé. Perché?

Risposta: Qualunque cosa facciamo, inizialmente la facciamo solo per amore per noi stessi. Amo me stesso e, per come la vedo, faccio tutto ciò che possa aiutarmi, riempirmi e farmi piacere. Quindi, per il mio bene, sono pronto a distruggere la natura, a fare qualsiasi cosa. Tutti i problemi sorgono proprio perché penso solo a me stesso.

Domanda: Ora una pandemia si sta diffondendo nel mondo. È perché penso a me stesso?

Risposta: Naturalmente. A causa del fatto che le persone pensano solo a se stesse, questi “parassiti” appaiono.

Domanda: Allo stesso tempo, dicono che se una persona non ami se stessa, non sarà in grado di amare gli altri. Significa che l’amore per sé è necessario per amare gli altri?

Risposta: Sì. Altrimenti, una persona non avrà un esempio di come dovrebbe amare gli altri. Deve amare se stessa. Ecco perché si dice: ” Ama il tuo prossimo come te stesso”.

Commento: Significa che gli egoisti narcisistici …

La mia risposta: Sono persone molto piacevoli. È solo necessario trasformare la loro idea di piacere nel fatto che donando contentezza agli altri, esse stesse riceveranno soddisfazione.

Domanda: Perché le persone così spesso nascondono l’amore ma esprimono apertamente l’odio?

Risposta: L’amore mi obbliga e forse mi mostra la mia debolezza. E l’odio, al contrario, suggerisce che sono, per così dire, al di sopra degli altri, che non ne ho paura e che sono pronto, per quel che vedo, a mostrare il mio atteggiamento corretto verso gli altri.

Domanda: A volte una persona pensa di amare già tutti. Come superare una tale prova d’amore in modo da non ingannarsi?

Risposta: Offrendole di lavorare un giorno per qualcuno, in modo che provi a vedere come il suo orgoglio offusca tutti i suoi orizzonti.

 

[275413]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 23/10/2020

Materiale correlato:
Ama il tuo prossimo
Come posso amare me stesso?
Non danneggiare la “persona” che è in te

Perché far nascere bambini in questo mondo orribile?!

Domanda: Da una lettera: “Sono pieno di odio per i miei genitori che mi hanno fatto nascere in questo mondo! Perché? Non hanno visto che questo mondo è un mucchio di spazzatura, che non è adatto per vivere?! Non voglio viverci e non posso andarmene da solo. Vivo con un dolore costante.

Nonostante questo, sono sposato. Ma al primo appuntamento ho detto a mia moglie: “Non avremo figli.” Lei è stata d’accordo. Siamo sposati da 5 anni. Mia moglie mi ha chiesto di scriverle e chiedere la sua opinione. Ma che lei sappia che ho preso la mia decisione.”

Questa persona scrive con un’opinione inequivocabile che non farà figli in questo mondo. Ma sua moglie sembra volerlo. Cosa ne facciamo di tutto questo? Il mondo è davvero così brutto che si ha paura di avere figli?

Risposta: E allora? È spaventoso, ma tu li metti al mondo. Fai la cosa giusta, ciò che un individuo deve fare. Fai qualsiasi cosa per questo.

Domanda: Dovrei pensare ai bambini?

Risposta: Tu devi pensare ai bambini, tu penserai ai bambini. Adesso non stai pensando ai bambini, tu stai pensando a te stesso.

Devi dare alla luce la prossima generazione. Perché in natura è così, guarda gli animali. Per quanto riguarda la prossima generazione, noi siamo come gli animali. Ogni coppia dovrebbe dare alla luce un maschio e una femmina.

Domanda: Coloro che hanno deciso di non volerlo, possono essere chiamati una famiglia?

Risposta: Questo è il più alto egoismo, e non puoi chiamarli una famiglia.

Una famiglia sono un maschio e una femmina che creano la propria specie.

Dico cosa è scritto nella Kabbalah. La saggezza della Kabbalah è più alta di quella del nostro mondo, e parla di come è stabilito dalla natura. Chiamala Natura o Bore’. Siamo obbligati a riprodurre la nostra specie, e così continuiamo noi stessi nei nostri discendenti.

Domanda: E per quelle persone che deliberatamente non continuano se stesse nei discendenti, qualcosa, in qualche modo successivamente reagisce in loro o no?

Risposta: La loro storia finisce con loro. Ma un individuo deve sforzarsi di continuare se stesso.

[276602]

Dalla trasmissione di KabTV “News with Dr. Michael Laitman”, 30/11/2020

Materiale correlato:

Il tempo e l’amore per i bambini
Il cuore di una madre
“Maledetto chi maltratta il padre e la madre!”

La differenza tra principi morali e norme morali

Domanda: Esiste una differenza tra principi morali e norme morali?

Una norma morale è, per esempio, cedere il posto sui trasporti pubblici.  I principi morali includono umanitarismo, altruismo, collettivismo, giustizia, misericordia, pace, patriottismo e tolleranza.

Molta gente pratica le norme morali ma non i principi. Questo accade perché questi ultimi sono meno specifici e ciascuno li comprende a modo suo?

Risposta: Sì,  essi sono meno specifici. Dovremmo imparare a realizzarli interiormente costruendo dentro di noi un sistema di pensieri e di interazioni. In seguito, possiamo avvicinarci, gradualmente alla loro implementazione.

Tutte le norme, come quella  di lasciare il proprio posto sui mezzi pubblici, non hanno niente a che vedere con la correzione di un individuo. Esse hanno lo scopo di fare di lui un essere sociale.  Una persona segue dei principi pensati da qualcun altro ma, allo stesso tempo, non corregge se stessa. La scienza della Kabbalah implica altro.

Domanda: Cosa accadrebbe se provenissero dall’amore per il prossimo?

Risposta:  Questo comporta un superamento dell’egoismo a favore degli altri. Dobbiamo comprendere chiaramente la ragione delle nostre azioni.  L’amore è un’attitudine verso una connessione comune, in un sistema unificato dalla comprensione dell’esistenza di un potere  superiore. Questo comportamento non darebbe alla comunità umana un aspetto più dignitoso?     

 

[274958]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 9/10/2020

Materiale correlato:
Cosa definisce la moralità?
Il principio di un sistema olistico
Comprendere i bisogni della società

Annullare le barriere fra nazioni

Domanda: Lei pensa che persone di diversa nazionalità e razza possano vivere in paesi diversi?

Risposta: Penso che dovremmo gradualmente eliminare qualsiasi differenza tra noi e non sentire che viviamo in paesi differenti. Esistiamo insieme.

Domanda: Dato che per migliaia di anni non siamo stati in grado di gestire queste connessioni, forse sarebbe meglio essere separati?

Risposta: No, dobbiamo imparare. Nient’altro ci aiuterà. Man mano che ci sviluppiamo, la mescolanza tra noi aumenta e non c’è limite ad essa, come non c’è limite al nostro odio reciproco. Lo vediamo in America e in Europa.

Negli ambienti in cui avviene la mescolanza, ed avviene spontaneamente, nessuno la controlla davvero. Vediamo da molti segni come sia difficile per le persone convivere fra loro. C’è solo una possibilità per noi di convivere correttamente, annullando gradualmente tutte le barriere che esistono tra noi.

 

[275259]

Dalla trasmissione di  KabTV “Communication Skills”, 14/10/2020

Materiale correlato:
Lo Sviluppo Spirituale delle Nazioni
Israele e le nazioni del mondo
I prescelti da Dio e le radici dell’antisemitismo

Gioia è ottenere ciò che si desidera

Domanda: La gioia è una delle principali emozioni umane positive, un sentimento interno di soddisfazione, realizzazione, piacere e felicità. Può questa sensazione essere un indicatore di avanzamento per una persona che sta perseguendo il proprio sviluppo personale e che allo stesso tempo prova gioia?

Risposta: Per alcuni è così e per altri proprio l’opposto. La gioia è una sensazione di ottenimento di ciò che tanto desideriamo in sentimenti, obiettivi, in qualsiasi situazione. Se un individuo vede che si sta allontanando da questo obiettivo allora si sente triste.

Domanda: I saggi dicono che non  esiste gioia più grande del chiarimento dei dubbi. Che significa?

Risposta: Se un individuo che ha dei dubbi, nei minuziosi esami interiori, capisce che riesce a superarli, questo produce una sensazione di gioia in lui. Nel momento in cui si eleva al di sopra di essi, i dubbi spariscono.

E se non vi sono problemi, compiti, barriere, allora non ci sarà nulla su cui costruire questa realizzazione.

Domanda: Bisogna soffrire prima per sentire gioia dopo?

Risposta: La gioia è sempre il risultato del sentirsi ad un livello più basso e poi salire ad uno più alto.

Domanda: Nel mondo odierno, noi esprimiamo con la parola “gioia” tanti stati: gioia per avere visto un film, gioia di un lavoro soddisfacente, dell’unione con gli amici. Come mai la nostra capacità di espressione è così povera?

Risposta: Queste sono tutte ragioni per la sensazione che viene chiamata gioia.

 

[272849]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 8/07/2020

Materiale correlato:
Più vicino alla gioia, più vicino al Creatore
La gioia è il risultato delle buone azioni
Non c’è gioia senza dolore

Cosa spingerà le persone a lavorare insieme?

Domanda: Gli economisti oggi indicano la motivazione del personale come una delle maggiori sfide. Le condizioni sul posto di lavoro, i bonus e gli aumenti salariali non funzionano più. La base della motivazione è cambiata di recente, soprattutto nell’era del Coronavirus. Che consiglio si può dare alle persone che non riescono a trovare una ragione in se stesse?

Risposta: Penso che presto arriveremo a uno stato tale in cui le persone inizieranno a ululare per l’angoscia come i lupi alla luna. Allora comprenderanno che hanno bisogno di una motivazione, di una forza e di una abilità più seria per uscire dal loro stato di assoluta disperazione. Inizieranno a cercare qualcuno che possa dar loro questo stimolo e verranno da noi.

Domanda: La ricerca mostra che un capo che ha le capacità per ascoltare un subalterno ha 13 volte più probabilità di motivare un dipendente a rimanere sul posto di lavoro di uno stipendio. Pensa che questo abbia un futuro? Dopo tutto, per molti, la paga è l’unica ragione per lavorare.

Risposta: No. Raggiungeremo un tale stato quando una persona sarà così tanto soddisfatta della sua condizione materiale da non avere lo stimolo per lavorare come uno schiavo. Inizierà a cercare solo una componente creativa nel suo lavoro. Penso che ci arriveremo presto.

Domanda: Qual è, secondo lei, il modo più efficace per stimolare un gruppo di lavoro?

Risposta: La connessione e il raggiungimento di un obiettivo speciale è precisamente nell’unità, dove vengono rivelati enormi livelli di lavoro su se stessi e con gli altri. Un individuo inizierà a rivelare tali possibilità interiori proprie e degli altri che vedrà quali eventi incredibili stanno accadendo dentro e intorno a lui.

Domanda: Quindi le persone che svolgono un lavoro collaborativo trarranno energia dal fatto che lavorano bene insieme?

Risposta: Non solo. Se sono adeguatamente connesse fra loro, troveranno tra loro stesse uno stato emotivo, spirituale, superiore che dà loro una ricompensa che non vedranno in nessuna professione. Percepiranno tutto direttamente dal desiderio di autorealizzazione in un team.

 

[273766]

Dalla trasmissione di KabTV “Management Skills”, 28/02/2020

Materiale correlato:
L’unica motivazione
Una motivazione ultraterrena
Perché non c’è il desiderio di lavorare?

Anni non vissuti inutilmente

Domanda: Per quelle persone che sono abituate al rapido scorrere della vita su Internet, la realtà sembra troppo noiosa. Lei è d’accordo con questa affermazione?

Risposta: Tutto dipende dallo scopo di questo flusso.

È per inondarci di tonnellate di dati nuovi, diversi e non necessari? Per costruire ogni giorno enormi archivi di tutti i tipi di informazioni su Internet di cui nessuno ha bisogno? Per quale scopo?

Potresti addirittura cancellare tutto ciò che l’umanità ha vissuto sino ad ora. Per comportarci correttamente e arrivare alla meta della creazione, non abbiamo per niente bisogno di tutto questo. 

Tuttavia, questi non sono stati anni vissuti invano perché grazie ad essi siamo giunti alla conclusione che dobbiamo cambiare noi stessi. 

Ciò nonostante, tutti i cambiamenti positivi prenderanno vita solo attraverso il nostro vero desiderio per una vita giusta e per l’apparizione delle forze che possono formarla dall’alto, dall’interno della natura.

 

[275057]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 10/07/2020

Materiale correlato:
Nuovi modi per comunicare
Il linguaggio è il senso per la corretta comunicazione
Il linguaggio è il senso per la corretta comunicazione

Società senza futuro

Domanda: In passato, le persone immorali venivano tenute fuori dalla scienza. Oggi non vi è alcuna relazione tra i principi morali di una persona e la sua professione. Questa situazione può cambiare?

Risposta: Dobbiamo innalzare il livello morale dell’umanità altrimenti saremo obbligati ad abbandonare il nostro futuro poiché andiamo verso la nostra distruzione.

Esistono protocolli che vietano la produzione di sostanze tossiche ma chi li segue? Non possiamo essere guidati da tutte queste restrizioni che noi stessi abbiamo introdotto.

Dovremmo piuttosto elevare le persone per far loro comprendere che alcune azioni sono controproducenti per loro stesse. Una società che produce sostanze nocive distrugge se stessa, non ha futuro.

Commento: L’umiltà caratterizza quelle persone che sono più avanzate in termini di moralità rispetto alle altre. Queste non vogliono insegnare agli altri.

La mia risposta: Ciò è sbagliato: è un riflesso del loro egoismo. Potrebbero superarlo e manifestare le proprie idee, il loro credo, e la loro filosofia per il bene della società. Non ha importanza se pensa che sia bene o male o se se ne vergogna o meno. Deve farlo!

 

[275111]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 9/10/2020

Materiale correlato:
La società delle professioni inutili
Nel mondo del futuro
Le professioni del futuro

I vantaggi della comunicazione virtuale

Domanda: Quali sono le differenze tra i metodi di insegnamento faccia a faccia e quelli virtuali?

Risposta: Oggi il mio insegnamento è anche educazione. In linea di principio, è sempre stato così. Il nostro studio si basa sulla comunicazione reciproca tra tutti; io con gli studenti, gli studenti con me, con domande e risposte e tutti i tipi di discussioni.

Pertanto, sin dall’inizio, ho accolto calorosamente Internet che ci ha offerto questa opportunità. Negli anni ’90 abbiamo creato il primo sito Internet per la divulgazione della saggezza della Kabbalah nel nostro paese.

Domanda: Quali sono personalmente i vantaggi e gli svantaggi della comunicazione virtuale?

Risposta: Vedo solo vantaggi in questo. Dopotutto, come insegnante, posso comunicare direttamente con molti studenti in tempo reale e quindi avere l’opportunità di insegnare a migliaia di persone mentre, a un certo punto, di persona potevo insegnare solo a poche dozzine di persone…

 

[275155]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 7/10/2020

Materiale correlato: 
Vantaggi della comunicazione virtuale
Dovremmo comunicare tutti attraverso la mente generale dell’universo
Nuovi modi per comunicare