Pubblicato nella 'Desiderio' Categoria

La crisi finanziari può lasciare gli americani senza pensione

la-crisi-finanziari-puo-lasciare-gli-americani-senza-pensione1News (della CNN) :Il garante delle pensioni – un deficit senza precedenti”. Il Pension Benefit Guaranty Corp., ente che garantisce il pagamento delle pensioni private di 44 milioni di statunitensi, mercoledì ha affermato che, affronta un deficit di massa senza precedenti.

Il mio commento: sembra che dovremo costruire una nuova società, dal principio. Le persone consumeranno tutti i loro fondi e solo quando non resterà più niente da consumare, ci fermeremo a riflettere su ciò che sta accadendo.

Non esiste un mezzo al mondo, con il quale si può correggere la crisi attuale! Questo perché siamo stati creati dalla Forza Superiore (il Creatore, la forza dell’altruismo), che ci ha dotati di una natura egoista. Il Creatore attende che nasca in noi il desiderio di cambiare la nostra natura e non appena questo accadrà, Lui ci trasformerà.

La kabbalah ci insegna come raggiungere questo riconoscimento e la soluzione della crisi, più rapidamente.

materiale correlato:

laitman blog: Questa crisi è diversa da quelle precedenti
laitman blog: I Piani Stimolo Sono come Iniezioni in una Gamba Di Legno
Verso una nuova coscienza planetaria
La Crisi Globale e Noi

Come utilizzare la sensazione di sentirsi unici a vantaggio di tutto il mondo

come-utilizzare-la-sensazione-di-sentirsi-unici-a-vantaggio-di-tutto-il-mondoAl fine di raggiungere lo scopo della Creazione, abbiamo bisogno di una forza speciale esterna, che esiste al di fuori di noi. Senza il suo aiuto, tutti i nostri sforzi per arrivare al Mondo Superiore (in altre parole, realizzare azioni di amore e di dazione) saranno inutili. La ragione è che, tutta la nostra natura, è il desiderio di ricevere. Pertanto, ogni azione sarà realizzata per la nostra soddisfazione. Anche se prendiamo in considerazione le necessità degli altri, lo facciamo per timore o perché la persona alla quale diamo, è così vicina che sentiamo che è parte di noi.

Il motore di tutte le nostre azioni è l’amore per se stessi. Per tanto, non possiamo preoccuparci realmente per gli altri e realizzare azioni di dazione. Abbiamo il desiderio di realizzare noi stessi a spese degli altri, che si chiama “egoismo”. Questo desiderio è ciò che differenzia il livello umano da quello animale.

Quando l’essere umano non è corretto, è peggiore di un animale, ma quando raggiunge la correzione, diventa equivalente al Creatore. Ogni persona del mondo si sente unica ed eccezionale, però quando questo sentimento si aggiunge all’egoismo, diventa la peggiore e più distruttiva forza della natura.

Tuttavia, anche ciò ha il suo scopo: dobbiamo scoprire la degradazione assoluta di questo stato per individuare la forma corrotta del sentimento dell’essere unico, esclusivo ed eccezionale. In quel momento potremo davvero supplicare il Creatore, chiedendogli di cambiare il modo in cui impieghiamo questo sentimento. Così da trasformarlo in bontà ed amore per tutti, dove l’amore di ogni persona per tutti sarà unico e speciale.

materiale correlato:

laitman blog: Quando l’egoismo non ha limiti
Se l’ego ha uno scopo, come devo usarlo?
Testi autentici: Non esiste nulla tranne Lui
Video: Non esiste nulla tranne Lui

Lasciamo che la Commissione degli Stati Uniti influenzi la crisi

writeNelle notizie ( di Yahoo News ): “ Gli Stati Uniti votano per una commissione stile 11 Settembre per sondare la crisi finanziaria”. I legislatori degli Stati Uniti hanno votato Mercoledì per creare una commissione di esperti stile 11 Settembre per studiare la devastante caduta finanziaria dell’anno scorso e ricavarne lezioni che prevengano una sua ripetizione. La commissione avrebbe una grande libertà per esaminare il ruolo che hanno avuto i regolatori statunitensi e la Riserva Federale.

Il mio commento : nessuna commissione sarà capace di scoprire la causa della crisi, perché la causa si trova dentro ognuno di noi. Giace nelle nostre relazioni, le quali sono diventate interconnesse; però, a causa del fatto che sono egoiste ( poiché l’egoismo è la nostra natura ), l’interconnessione è negativa. La rete delle nostre relazioni egoiste è invisibile per noi. Non sentiamo che esiste e ci obbliga ad agire in una certa maniera. Per questo tutti stanno cercando ancora di indovinare quale è la causa della crisi.

Il mio consiglio : “Attacchiamo ( influenziamo ) questa commissione con i nostri pensieri, i nostri desideri, affinché la vera causa della crisi si riveli. Questa è un’azione che tutti possiamo realizzare uniti. Inoltre, propongo di creare un documento che si chiami, “ La vera causa della crisi e la proposta per la sua correzione”, ed inviarlo a questa commissione. Richiamerà l’attenzione se è firmata da migliaia di amici. Forse possiamo inviarla a questa commissione attraverso la stampa, come una lettera aperta. Così, dunque, per favore inviate la vostra proposta a bbcom01@gmail.com.

materiale correlato:

laitman blog:il miglior modo per aiutare i mondo è spiegare il metodo della correzione a tutti
laitman blog:come inizierà la società del futuro
laitman blog:il programma per uscire dalla crisi

Percorriamo quaggiù, tutti assieme, il sentiero della luce

laitman_2009-05-28_8266_wHo ricevuto una domanda: una persona che non sente la mancanza non potrà rivelare niente. I prossimi colpi, forniranno alle persone questa mancanza. C’è un altro modo?

La mia risposta: certamente, c’è! Sappiamo che l’appetito è stimolato durante il pasto o guardando gli altri mangiare.

Perché è così? Prima di tutto, tu sei influenzato dall’opinione della società. Seconda cosa, la Kabbalah spiega che il desiderio appare dall’interno (dalla Reshimot e l’Aviut dal Kli) o che esso (l’appetito) è svegliato in una persona dall’esterno (dall’ambiente l’Aviut dalla Luce).
Se noi riceviamo il desiderio dalla Luce “la Luce che riforma”, arriveremo allo scopo attraverso il cammino corretto.

Quindi, se riveliamo la causa, persino dei più piccoli colpi, al mondo, è capendo la loro causa che riveliamo la Luce, che viene a noi dallo stato corretto. Allora vedremo questo stato corretto e quanto meraviglioso ed immenso sia, in comparazione al nostro attuale stato. Questo ci spinge a muoverci in avanti verso lo scopo, e non avremo più bisogno di essere spinti in avanti dalle sofferenze!

Ci sono due vie: la via della Luce e quella della sofferenza. Questo è il perché, della necessità di dare al mondo, la spiegazione della sofferenza!

materiale correlato:

la kabbalah sulla sofferenza:

la sofferenza
laitman blog:riconosciamo il bene in quello che ci sembra malvagio

C’è un modo per aggirare la morte

ce-una-via-per-raggirare-la-morteQuando un uomo si avvicina alla mezza età, incomincia gradualmente a scivolare verso la morte. Un uomo non muore in un istante proprio come un uomo non diventa adulto all’improvviso. La sua candela – il desiderio egoistico che brucia dentro di lui – scompare un pò per volta.

Fino all’età di 40-45 anni, si pensa di avere tutta una vita davanti e di essere in grado di realizzarsi. Ma a 40 anni, un uomo avverte la delusione e vede che non ha senso aspettare che dei grossi cambiamenti arrivino nella sua vita. Ed è così che comincia a lasciarsi andare.

Il proprio desiderio egoistico diventa sempre più debole, accetta ciò che ha, finché il desiderio di progredire scompare del tutto. Dunque, muore. Quindi non è il nostro corpo che muore, ma è il nostro desiderio di andare avanti che si indebolisce.

C’è qualcosa che possiamo fare a riguardo? Tutti siamo alla ricerca di sistemi per vivere più a lungo. Ma perché gli uomini vogliono vivere di più – non ne abbiamo abbastanza della sofferenza? Vogliamo soffrire per 140 anni invece che per 70? Lo vogliamo perché siamo spaventati più dalla morte che dal perdere qualcosa in questa vita.

Tuttavia, se un uomo si trova in una società che si impegna nello sviluppo spirituale, la società gli fornisce l’energia e il desiderio di avanzare. Così, si sente sempre come un bambino con tanti desideri. E oltre al suo egoismo, egli sviluppa un nuovo desiderio – quello di donare. Questo desiderio cresce diventando sempre più grande, brillando sempre di più e non scompare mai.

Questo crescente desiderio, rivitalizza una persona costantemente, così egli rimane attivo e vivace come un bambino per tutti gli anni della sua vita. Durante i 70 anni o più della sua vita, rimarrà vivo. Inoltre, non sentirà alcuna perdita nel momento della morte del suo corpo fisico, ma la vedrà come un salto verso un livello più alto dei suoi desideri e della sua anima.

materiale correlato:

laitman blog: Dobbiamo rivelare la magnificenza del sistema del quale facciamo parte
laitman blog: Se fossi ricco, tutti studierebbero come donare
Video: Dare e Ricevere

tutti i miracoli vengono creati dai nostri desideri

bio1La domanda che ricevuto: Sono un prete ortodosso e mi interesso di Kabbalah così come viene insegnata dal vostro Ashlag Research Institute da circa sei anni. La mia domanda è: gli inspiegabili fenomeni della Natura hanno delle radici spirituali? Sono stato testimone di una miracolosa icona che piange. Mi è successo tre settimane fa in chiesa mentre stavo celebrando sull’altare. Le tracce e le gocce di mirra non si sono ancora asciugate, e continuano a mandare un profumo molto forte. Sto bene- non c’è bisogno di chiamare un’ambulanza. Oltretutto, non ero l’unico testimone di questo
fenomeno.

La mia risposta: Tutti “gli inspiegabili” fenomeni della natura possono essere spiegati molto semplicemente: il desiderio di una persona può fare della realtà una serie di miracoli. Se davvero desideri qualcosa, qualsiasi cosa può succedere. Lo stesso vale per quanto riguarda le nostre personali aspettative a proposito dei miracoli- specialmente nelle pratiche religiose, anche se probabilmente non siamo completamente consapevoli di queste aspettative.

Quando studiamo la percezione nella Kabbalah, impariamo che lo scenario del mondo è disegnato dentro di noi e attraverso di noi. E’ interamente determinato dai nostri desideri. Quindi, nulla è impossibile. Se una persona pensa a qualcosa o desidera qualcosa, significa che c’è un posto per questa cosa nel mondo e che in qualche modo è possibile. Altrimenti questo desiderio o questo pensiero non sarebbe mai emerso nella persona.
Tuttavia, la cosa più importante è che ciò che si desidera sia una cosa buona!

materiale correlato:

la mente è una serva dei desideri
laitman blog:gli angeli
il soprannaturale e la predizione del futuro tramite i tarocchi

i miracoli:

Uguaglianza e individualità non si escludono a vicenda

uguaglianza-e-individualita-non-si-escludono-a-vicendaHo ricevuto una domanda: l’uguaglianza universale della quale parli è qualcosa di allarmante. Se tutti siamo uguali, allora in cosa risiede la mia singolarità?

La mia risposta: la tua singolarità si trova nel fatto che tutti siano incorporati dentro di te e il tuo desiderio di dare a tutti. Tu sei l’unico che può dargli ciò che hai da dare.

Tuttavia, se desideri dare, devi per prima cosa, integrare tutti i loro desideri in te. Devi fare in modo che i desideri di tutti diventino i tuoi. Trasmetterai la Luce Superiore a quei desideri, connettendoli al Creatore. Con queste azioni, sarai unico, come lo è il Creatore.

materiale correlato

Kabbalah blog: Un kabbalista sente lo stesso piacere del Creatore
Kabbalah blog: La follia interiore
Kabbalah blog: Il nostro “io” è al di fuori di noi
Testi Autentici: Shamati 1 “Non esiste nulla tranne Lui”
Testi Autentici: Shamati 3 “Il caso della realizzazione Spirituale”

La Luce del Creatore è infinita

la-luce-del-creatore-e-infinita1Ho ricevuto due domande sul Creatore:

Domanda: le anime individuali possono raggiungere il livello di unità con il Creatore o sarà possibile solo con l’aiuto di tutte le altre anime?

La mia risposta: unirsi con il Creatore significa essere simile a Lui. Poiché Lui è il desiderio di dare e di amare, la persona raggiunge l’unione con Lui, nella misura in cui raggiunge lo stesso attributo o desiderio. Il desiderio (o attributo) di dare e di amare che si sviluppa all’interno di una persona si chiama anima.

Domanda: perché il Creatore viene caratterizzato come Luce o piacere? Non lo fa diventare limitato ed incompleto?

La mia risposta: tutte le limitazioni esistono unicamente all’interno del nostro desiderio di ricevere questa Luce, mentre la Luce stessa è infinita.

materiale correlato

laitman Blog: La perfezione sta nell’unificazione della luce e del desiderio
Kabbalah Blog: Chi è il Creatore, chi sono io?
Testi Autentici: L’Albero della vita
Video: “La kabbalah Rivelata” – La Legge dell’equivalenza della forma

Come ampliare la Tua Percezione

percezioneIl nostro mondo è qualcosa che immaginiamo e creiamo dentro di noi, con immagini materiali e sensazioni interne (pensieri e desideri). Un bambino o una persona non sviluppata, è influenzato da immagini fisiche. Tuttavia, un adulto, può essere stimolato da un evento lontano da lui nel tempo e nello spazio.

Questo ci permette di capire, perché la maggioranza delle persone che danneggiano la natura, non sentono che, facendolo, si stanno infliggendo un danno. Il motivo è, che la percezione umana del mondo è estremamente stretta e limitata.

Comunque, quando queste persone si uniscono con altre, ed essendo queste ultime più sensibili e sviluppate, possono adottare la loro percezione del mondo, e prevenire il danno che causerebbero a sé stesse. C’è di più, l’ambiente corretto ha il potere di fare in modo che ci trattiamo con bontà, anche se la nostra natura e la nostra percezione del mondo, sono opposte a questa attitudine.

materiale correlato:

laitman blog: scegliere l’ ambiente è la nostra sola scelta
laitman blog:Albert Einstein e R. Tagore sulla natura della realtà
laitman blog:il mondo che vediamo è una percezione che abbiamo dentro al nostro cervello
laitman blog:una sbirciatina dietro quello show chiamato Vita
la percezione della realtà

La perfezione sta nell’unificazione della luce e del desiderio

pHo ricevuto una domanda: Lei ha detto, che se una persona unisce correttamente gli attributi e le caratteristiche che sono presenti in lei, raggiunge la perfezione. Che cos’è questa unificazione?

La mia risposta: Ci sono due forze naturali nell’uomo: il desiderio di ricevere e il desiderio di dare, che corrispondono all’attributo dell’essere creato e all’attributo del Creatore. Dobbiamo unirle correttamente ed uguagliarle!

Inizialmente, il nostro desiderio di ricevere, agisce soltanto per il suo beneficio. Uguagliarlo con il desiderio di dare, non significa cambiarlo, ma piuttosto, cambiare l’esecuzione. Il desiderio di ricevere rimane, però la sua realizzazione, ha bisogno di trasformarsi da “per il nostro beneficio” a “per il bene degli altri”.

In questo modo, il desiderio di ricevere diventa simile al desiderio di dare del Creatore, e una persona arriva all’attributo e al livello del Creatore, la sensazione del desiderio in un nuovo compimento di eternità e perfezione.

Materiale correlato:

io gli altri e l’ amore
Laitman blog:Llo scopo dell’ universo
Shamati 4 – Quel è la ragione della pesantezza, che l’uomo sente nell’annullamento al Creatore, nel Lavoro