Pubblicato nella 'denaro' Categoria

In Europa, il 13% dei giovani non lavora e non studia

Messaggio ILO: I giovani di oggi vivono con un senso di incertezza per il futuro. Hanno poca speranza ed opportunità di prosperare. In Europa, il 12,7% dei giovani non lavora e non studia. Nel mondo si osserva una preoccupante tendenza verso una maggiore disuguaglianza tra paesi e all’interno dei paesi stessi.

Oggi l’1% della popolazione mondiale – i cittadini più ricchi – hanno lo stesso reddito delle 3,5 miliardi di persone più povere in generale.

Dall’altro lato, i sistemi di protezione sociale ben progettati contribuiscono ad aumentare il reddito e il consumo interno del popolo, lo sviluppo del capitale umano e della produttività. Purtroppo, però, il rapporto di ILO dice: che nel mondo di oggi il 76% della popolazione vive senza un adeguato sostegno sociale e di protezione.

Il mio commento: Il governo non avrà altra scelta che fornire tutta la popolazione, occupati e disoccupati, con beni e servizi essenziali. Ma questo non eliminerà il degrado della popolazione e magari poi si renderà conto della necessità dell’educazione integrale. Altrimenti nasceranno conflitti, che spingeranno verso la guerra civile o internazionale.
[129774]

Materiale correlato:

Un piano per combattere la disoccupazione giovanile nell’UE
I problemi di alloggio hanno raggiunto gli Europei

La selezione negativa del capitalismo

Opinione: La selezione negativa esiste in tutti i paesi capitalisti, perché il capitalismo è basato sul principio di “Uomo a Uomo – è un lupo.” E per sopravvivere in un branco di lupi, deve essere a sua volta un lupo.

I capitalisti dicono che il mercato mette tutto al suo posto, la mano invisibile della concorrenza regolerà tutto, la cosa importante è non interferire nel funzionamento del mercato.

C’è un fondo di verità: se sei un capitalista, devi competere, e per competere – dovresti essere efficace. Cioè, hai bisogno di ottenere più profitti rispetto ai tuoi concorrenti, perché chi ha più profitti, ha ancora più competitività e opportunità.

Ma più profitto del capitalista, peggiore è per il lavoratore ordinario. Ad esempio: Ci sono 3 capitalisti, che producono lo stesso prodotto della stessa qualità alle stesse condizioni, smerciano nello stesso mercato. Per vincere la competizione, hanno bisogno di rendere la loro produzione più efficiente, vale a dire, ridurre i costi di produzione, pur mantenendo il suo volume precedente.

1 – Trasferirà la produzione in un paese del terzo mondo, dove il lavoro degli operai è più economico.
2 – Comincerà ad acquisire materie prime di scarsa qualità, completandole con degli aromatizzanti.
3 – Aumenterà la lunghezza della giornata lavorativa e riuscirà a pagare meno tasse.

Ma la gara è permanente, e per sopravvivere, ognuno dovrà fare tutto ciò che hanno fatto prima ciascuno di loro.

Questo è un sistema di selezione negativa. La sopravvivenza del più forte, piuttosto, il più furbo, subdolo, è pronto a violare i valori morali solo per ottenere maggiori profitti. La vita è una guerra, e in guerra tutti i mezzi sono buoni.

Ciò che conta (che interessa) è la vita del lavoratore per il capitalista, e la sua famiglia e i figli? Tramite lo sfruttamento ha acquistato nuove attrezzature e ora può licenziare metà del personale per ridurre i costi del lavoro. Se tu non mangi – ti mangiano. Questo sistema porta un monopolio nel settore, sul mercato, sul potere, sulla verità, sul mondo. Allora il monopolio riceve uno senza scrupoli. E poi viene un altro peggiore – il fascismo e il dissidente viene mandato ai campi di concentramento.

Il mio commento: La legge della natura non prende in considerazione i nostri desideri, ma li cambia. La crisi subentra nel capitalismo – la crisi esterna, in tutti i settori della nostra vita è all’interno, cambiando il focus e il valore delle persone. La transizione graduale è possibile con il successo della formazione integrale delle masse e con la divulgazione dell’educazione integrale. Altrimenti, la transizione verso una società integrale sarà davvero attraverso il fascismo, come scrisse un centinaio di anni fa, Baal HaSulam.

Materiale correlato:

La Crisi: Il collasso del capitalismo
Il capitalismo è fallito? – 3

Il mondo è in attesa di nuove idee

Opinione (M. Hazin, economista): Praticamente in tutto il mondo la crescita economica si è fermata contemporaneamente – e sono iniziate le conseguenze di questo fatto:

- L’Elite finanziaria mondiale, che determina tutte le regole dell’economia globale, si è divisa in diversi gruppi (dopo il caso di Strauss-Kahn, nell’estate del 2011),

- Dato che il denaro non è sufficiente, nel mondo sta iniziando la rinascità della politica dell’ austerity.

- Siccome l’idea liberale è stata screditata, le alternative (comunismo, fascismo, fondamentalismo islamico) stanno tornando in politica.

In una situazione del genere si offre solo la linea ideologica – è necessario prepararsi alla nascita di nuove idee.

Il mio commento: Recentemente, Michael Hazin mi ha visitato e durante pochi incontri abbiamo discusso la possibilità di aprire al mondo l’educazione integrale. Io credo nel suo talento di precognitore e che il tempo del nostro metodo di correzione verrà presto.
[108636]

Materiale correlato:

Crisi: Alla ricerca delle nuove idee
La crisi non è finanziaria, ma evolutiva

La crisi globale – prospettive

Opinione (M. Delyagin, politico, PhD, Dir. Inst globalizzazione)
1. La Crisi economica è solo una particolare espressione della crisi del sistema umano,che cambia il suo aspetto intero. Questo è un cambiamento fondamentale nel rapporto tra uomo e natura, che include, non sensibile per noi, la nostra coscienza collettiva. La cosa principale sta diventando non il cambiamento del mondo circostante, ma la formazione della propria coscienza. In tutta la storia non c’è mai stata una transizione come questa.
2. La riduzione di richiesta di conoscenza del mondo aumenta la domanda per il misticismo, riduce la necessità di scienza e istruzione. Inizia la disumanizzazione dell’umanità, a rotazione un nuovo Medioevo.
3. La causa della crisi è il fallimento del modello dello sviluppo globale. Il suo contenuto è nel decadimento dei monopoli globali, il mercato globale sarà suddiviso in regioni con una forte concorrenza. Quindi già ora l’élite preferisce immergere le potenziali regioni nel caos.
4. Il problema dello sviluppo economico è l’assenza di una fonte di crescita economica, in sovrapproduzione. Pertanto, la crisi dell’economia uscirà non in recupero, ma nella depressione a lungo termine e nella guerra.
5. Il concorso sarà condotto sulla base non di un pensiero logico, ma creativo e mistico. Questo ridurrà l’importanza delle conoscenze e minaccerà il disastro tecnologico. La crescita del pensiero mistico, l’irrigidimento della concorrenza globale promuoverà la disumanizzazione della società.
6. Le tecnologie HPC postindustriali rendono la classe media superflua. Poiché la democrazia esiste in base alla classe media, essa degenererà in una dittatura della formazione di una nuova coscienza, nella rinuncia della civiltà e della sovranità e nell’autocoscienza. La crisi della democrazia favorisce la rinascita di sistemi di gestione d’ordine, degenerando in rituali e facendo rivivere il Medioevo.

Il mio commento: Tutto vero, oltre alla conoscenza del programma di sviluppo umano e del suo obiettivo, radicata nella natura. In base a ciò, proprio la crisi porterà l’umanità alla necessità di uscire dal proprio stallo egoistico alla rinascita spirituale, verso l’uscita dal “schiavitù egiziana egoistica”. Il nostro obiettivo è l’introduzione dell’ “istruzione e della formazione integrale” per facilitare una transizione “delicata” verso un nuovo principio di esistenza.
[104684]

Materiale correlato:

Laitman blog: La Degenerazione dell’economia “gonfiata”
Laitman blog: “Il Sistema Monetario Globale è diretto al collasso”

La fame in Europa – come durante la guerra

Fatti (Yves Daccord, Direttore generale della Croce Rossa, CICR): La crisi in Europa fa sentire sempre di più la sua presenza, la fame minaccia milioni di europei. La gente va alla sede della Croce Rossa e di altre organizzazioni per chiedere aiuto alimentare per non morire di fame.

Nessuno parla di fame di massa in Germania, Benelux, Scandinavia, ma in Spagna, Grecia, Italia, Romania – la povertà copre il continente! Il CICR nel 2012 ha dato agli spagnoli che soffrono di fame oltre 33 tonnellate di aiuti alimentari.

In Italia, il numero di persone senza fissa dimora è in rapido aumento, e in Grecia – il numero di suicidi. Il relativo livello di povertà è aumentato negli ultimi anni del 40%. La povertà cresce rapidamente tra quegli strati della popolazione che prima della crisi veniva chiamata “classe media”. Sono costretti a richiedere assistenza anche i residenti del Belgio.

Il mio commento: Nel frattempo, secondo la Croce Rossa, viene buttato più cibo di quanto sia il fabbisogno, vale a dire che il problema non è una mancanza di cibo ma la mancanza di attenzione nei confronti delle persone che si trovano in uno stato di bisogno – e questo può essere corretto solo con la correzione delle persone…
[103688]

Materiale correlato:

Laitman blog: La metà del cibo del mondo è sprecato
Laitman blog: La cura è nello sviluppo!

Dalla caduta fare salita!

Messaggio: In Cina sta per scoppiare la bolla degli investimenti, previsto dal Fondo dell’economia internazionale di Nouriel Roubini. Ciò porterà ad un “atterraggio duro” dell’economia – i tassi di crescita si abbasseranno al 4-6% nei prossimi anni. La cina è in attesa di una ristrutturazione dolorosa, su questa strada negli ultimi 60 anni sono passati più di 40 paesi. L’economia diventerà più equilibrata, ma la forte crescita del PIL dovrebbe essere dimenticata per sempre.

Il mio commento: Nel nostro, così frenetico mondo, il fallimento di tale fabbrica, come la Cina, sarà l’inizio della caduta generale del mondo, se non sara’ pronto. Solo la comprensione di un piano della natura e la necessità di seguirlo, rendera’ il nostro “atterraggio” morbido e  troveremo cosi’ in tutto ciò che accadra’ non  un crollo, ma l’ascesa verso un nuovo stile di vita. Questo spiega la formazione integrale.
[102502]

Materiale correlato:

Laitman blog: 2013: Il ripetersi della crisi economica
Laitman blog: La trasformazione della società genererà nuovi rapporti economici

In Europa il numero di persone senza fissa dimora ha raggiunto livelli senza precedenti

Messaggio: Nell’unione Europea il problema dei senzatetto è grave. E il più delle volte i barboni sono le vittime della crisi. Le persone perdono reddito e perdono le loro case. Il numero dei senzatetto è aumentato non solo nei paesi in cui vi è crisi, ma anche dove la popolazione prospera. L’amministratore del dormitorio pubblico della città belga di Gand dice: “Sei anni fa, si fermavano cinquanta persone a settimana, oggi sono già 850″.

In Germania, secondo le stime del gruppo di lavoro federale per le persone senzatetto, nel 2010, circa 250.000 persone non avevano un riparo. Il numero di senzatetto è in crescita, sono soprattutto, persone che vivevano in condizioni normali, ma per qualche ragione sono scivolate. Ovviamente, questo processo è accelerato.

Il mio commento: Le autorità devono ancora risolvere tutti i problemi dei disoccupati, dei senzatetto, dei tossicodipendenti, dei depressi, e degli altri elementi della società. E questo, ovviamente, loro non riusciranno a farlo finchè non saranno d’accordo sull’educazione integrale universale. Solo questo può aumentare la coscienza del popolo e renderli membri della comunità integrale.
[102858]

Materiale correlato:

Laitman blog: I problemi di alloggio hanno raggiunto gli Europei
Laitman blog: La crisi europea: I senzatetto anche nella classe media

La Degenerazione dell’economia “gonfiata”

La crisi di oggi ha lo scopo di portarci alla comprensione dell’interrelazione corretta e dell’interdipendenza. E non si tratta dell’economia del campione moderno. Dopo tutto, l’economia reale, priva di “bolle” ed eccessi – una piccola percentuale della popolazione mondiale, produce i prodotti necessari, di cui abbiamo veramente bisogno: cibo, vestiario, alloggio, ecc. Tutto il resto – non è l’economia, ma è una componente aggiuntiva per ingannare la gente e per estrarre i loro benefici. Solo una piccola parte di tutto questo mercato soddisfa i nostri bisogni basilari.

Ma ora la verità sta venendo alla luce. Le persone sono disoccupate, in particolare i giovani. Non sanno cosa fare di loro stessi, in loro si è affermata una nuova visione distorta della vita, e dopo un po’ si perde la capacità di lavorare. Anzi, non sono più in grado di mettere su famiglia e vivere una vita normale. Al contrario, essi formano una nuova cultura con nuovi divertimenti.

In breve, si tratta di un disagio sociale globale. Oggi questo si rivela chiaro in Europa, tuttavia si confrontano miliardi di persone di altri paesi, tra cui Cina e India. Negli Stati Uniti ad esempio, non è un’eccezione Detroit, che si è trasformata in una sorta di “città fantasma”.

Questo ci porta ad una nuova società, e se non la correggiamo, se non spiegheremo alla gente, come ora dobbiamo essere organizzati, cosa dobbiamo fare, allora loro vivranno nella giungla urbana, come gli animali della foresta. Poi l’umanità giungerà alla sua correzione non attraverso la via dell’educazione integrale, ma attraverso la via della sofferenza.
[102188]

(Dalla quarta parte della Lezione quotidiana di Kabbalah del 07.03.2013, “Introduzione al Libro dello Zohar”)

Materiale correlato:

Laitman blog: L’economia. La continuazione della vita
Laitman blog: La cura per il mondo è nell’educazione integrale

La crisi in grande scala in Europa è inevitabile

Opinione (A. Kudrin, ex ministro delle finanze in Russia, “The Wall Street Journal” , USA):

La crisi economica e finanziaria a grande scala nella zona euro è inevitabile e si svolgerà durante quest’anno. Una possibile uscita può essere nella cancellazione di una parte del debito dell’Italia e della Spagna, ma qui manca la volontà politica.

Noi avremo una crisi economico-finanziaria molto seria in Europa, che si svilupperà definitivamente in un anno. La prossima preda sarà la Spagna e poi l’Italia. Il tempo, per poter sfuggire a questo, è stato trascurato.

Il mio commento: Una persona intelligente vede il problema da lontano, le persone semplici non sentono l’avvicinarsi del problema, finché non vengono toccate fisicamente, loro in questo sono come dei bambini o degli animali – poco sviluppati.

Ma gli intelligenti, anche se vedono il problema, non vedono la fonte della causa, perché si trova sotto lo strato di ciò che accade, e quindi vedono soltanto i sintomi esterni, come un medico che fa la diagnosi e sbagliando continuamente scrive certe cause, cambiando le condizioni e così via. In quanto al livello delle loro immaginazioni del mondo altre soluzioni non ce ne sono … è così che anneghiamo …
[81401]

Materiale correlato:

Laitman blog: L’inerzia, l’egoismo e l’incapacità dell’Europa
Laitman blog: “La più grande minaccia dell’eurozona per la prospettiva globale, dichiara l’OCSE”

Il 2013 – La Crisi alimentare

Ricerca: I prezzi dei generi alimentari raggiungeranno il picco tra il secondo e terzo trimestre del 2013. Le scorte mondiali di alimenti di base saranno ridotte gravemente, il mondo sarà immerso` nella crisi alimentare.

Secondo il rapporto degli esperti Rabobank International, i prezzi alimentari a livello mondiale raggiungeranno il suo massimo storico nel 2013. La carenza di prodotti di base alimentare porterà a disordini in paesi in via di sviluppo.

Meglio aiutare di più coloro che più ne hanno bisogno, piuttosto che spalmare un sottile strato di sostegno per l’intera popolazione. Altrimenti i soldi non arriveranno fino a coloro che più ne hanno bisogno, e chi ne richiedera’ ragionevolmente.

Il mio commento: Se distribuiremo gli alimenti equamente tra tutti, sarà sufficiente per tutti. Il problema non è nella quantità di cibo, ma nella sua distribuzione – cioè nelle relazioni umane. Così che non sarà una crisi alimentare, ma una crisi di distribuzione. A proposito, la “crisi” in cinese significa “opportunità” – se la useremo correttamente, allora basteranno per tutti.
[91131]