Pubblicato nella 'Crisi' Categoria

Come sbarazzarsi di tutte le paure

Domanda: Come ben sappiamo, oggi siamo pieni di paure: paure per il futuro, il presente, i nostri cari, i lontani, in generale per il mondo, per noi stessi, per tutto. Ci sono un milione di suggerimenti su Internet per sbarazzarsi delle paure. Tutto è logico e allo stesso tempo non mi convince personalmente.

Voglio sentire il suo consiglio: come possono sparire le paure? È possibile?

Risposta: Penso che le paure possano davvero scomparire se mi aggrappo alla forza di governo superiore. Allora non ho paura, sono come un bambino tra le braccia di mia madre. Non mi può succedere niente. Qualunque cosa sia accaduta, è accaduta perché la forza superiore agisce costantemente su di me, insegnandomi, guidandomi, e io ci sono dentro.

Nota: Lo dice in modo tale che io voglia andare dritto nelle mani di questa forza superiore…

Il mio commento: E questo avviene precisamente a causa della paura più grande, a causa della quale sentiamo che non c’è modo di sbarazzarci di tutti i nostri problemi: mentali, nervosi, psicologici – questa è l’unica via d’uscita. E da questa paura, inizieremo a sentire il Creatore. Inizierai persino a sentire il profumo di tua madre.

Domanda: Questa è auto-persuasione?

Risposta: No. Questo è un bisogno animalesco necessario! Proprio come un animale vuole sentire così sua madre perché dentro di lei si sentiva nella massima sicurezza e accanto a lei in relativa sicurezza, dovremmo sentire tutta la natura e il Creatore allo stesso modo: che siamo dentro di Lui.

Se desideriamo sentirLo, inizieremo a capire che tutti i sentimenti e le paure negative ci hanno solo spinti verso di Lui. Cioè, sono stati i nostri aiutanti, ci hanno indirizzati a Lui e niente di più.

 

[273847]

Dalla trasmissione di KabTV “News with Dr. Michael Laitman”, 15/10/2020

Materiale correlato:
Esiste la paura nella spiritualità?
Le paure nella Kabbalah
Le fasi dello sviluppo dell’umanità: la paura e l’impotenza

Perché abbiamo bisogno del metodo per la connessione?

Domanda: In tempo di guerra, c’è sempre cooperazione perché c’è un obiettivo comune di sopravvivere e porre fine alla guerra. Quale obiettivo comune può esserci tra tutti i settori della società in tempo di pace?

Risposta: Non vedo molta differenza tra tempo di guerra e tempo di pace perché oggi siamo in guerra tra di noi e con la natura, il che è peggio di una guerra nucleare.

Non vediamo come liberarci dalle contraddizioni o dall’odio reciproco. Queste contraddizioni sono presenti ovunque, dai livelli più alti della nostra società e dei governi alle famiglie e agli individui.

Il nostro egoismo ci domina a tutti i livelli e raggiunge uno stato in cui siamo incapaci di ascoltarci a vicenda. Pertanto, abbiamo bisogno di un metodo per la connessione.

Domanda: Un obiettivo comune può essere quello di conquistare la natura, che ci mette costantemente sotto pressione?

Risposta: È possibile che questo obiettivo ci organizzi e ci guidi correttamente l’uno verso l’altro. Inizieremo a fare i passi giusti per unirci in modo di evitare di morire nei cataclismi che la natura sta preparando per noi.

 

[273517]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 25/09/2020

Materiale correlato:
La connessione è fonte di decisioni corrette
In unione e connessione
Richiedere la connessione con il Creatore

Modelli di comportamento nella società

Nota: Esistono diversi modelli di comportamento nella società, descritti migliaia di anni fa. Ad esempio, alcune società vivono secondo la legge del “Ciò che è mio è mio, ciò che è tuo è tuo”. Questo è peculiare del sogno americano.

Il mio commento: Questo è considerato il tratto peggiore: la regola dei sodomiti. Non c’è niente di peggio di questo.

Questo percorso è vizioso e il Bore’ (la natura) non è d’accordo con esso e distrugge questo movimento. Se gli americani rimangono al livello di “Ciò che è mio è mio, ciò che è tuo è tuo”, si limiteranno a guidare se stessi verso un vicolo cieco.

Anche lo stato di “Ciò che è mio è mio e ciò che è tuo è mio”, che è considerata la condizione di un criminale, è molto meglio di questo perché non cancella la comunicazione tra le persone: prendo da te, tu prendi da me, siamo ancora in qualche tipo di connessione.

C’è anche lo stato di “Ciò che è mio è tuo e ciò che è tuo è tuo”, che è la legge della dazione completa. Questo è lo stato di un giusto assoluto che fa tutto per gli altri. È pronto per essere membro di una società giusta e dà il buon esempio agli altri.
Questo è ciò a cui dovrebbe arrivare la società umana in futuro.
[273878]

Dalla trasmissione di KabTV “Commmunication Skills”, 21/08/2020

Materiale correlato:
Perchè la carità non viene considerata vera dazione
La responsabilità di una persona
New Life n.482 – La domanda che cambierà il mio mondo

Sentire il parere delle persone è efficace per il processo decisionale?

Domanda: Vale la pena utilizzare sondaggi pubblici per prendere determinate decisioni a livello governativo?

Risposta: No. Non prenderemo alcuna decisione in questo modo. L’opinione di una folla ordinaria, non raccolta secondo certe leggi, non porterà nessun beneficio. La loro opinione generale non può essere maggiore dell’opinione di ciascuno di loro. Abbiamo già affrontato tutto questo.

Se vogliamo davvero arrivare all’opinione superiore, dobbiamo elevarci al di sopra del nostro egoismo e connetterci in modo che i nostri desideri anti-egoistici diventino uno. Allora possiamo risolvere il problema a questo nuovo livello che è più alto di quello umano.
[273943]

Dalla trasmissione di KabTV “Communication Skills”, 25/09/2020

Materiale correlato:
Elevarsi al di sopra dell’ego
Il workshop in cerchio e la Kabbalah pratica – 2’ Parte
Lo sviluppo dell’egoismo è una legge della natura

La generazione della correzione

Esiste una cura più che attendibile per il virus: la connessione. E’ un salvavita per tutti i problemi perché noi diventiamo simili alla natura che è assolutamente globale e integrale. Se ci connettiamo in questo modo diventiamo più connessi alla sua forza comune che riordinerà correttamente tutti i sistemi della nostra vita.

C’è una legge generale nella natura che controlla tutto di noi. Allo scopo di avvicinarci e di farci entrare nella corretta interazione con essa, noi dobbiamo connetterci. Proprio come la materia inanimata, le piante e gli animali sono connessi in una simbiosi, allo stesso modo devono connettersi anche le persone.

Perché noi vediamo che in natura il più grande divora il più piccolo? Questo accade perché noi esseri umani ci trattiamo l’un l’altro in maniera egoistica e il nostro egoismo infetta tutti gli altri livelli della natura: l’inanimato, il vegetale e l’animale. Se noi correggiamo il nostro desiderio egoistico, il lupo vorrà vivere pacificamente vicino all’agnello e nessuno in natura vorrà attaccare l’altro. E’ ovvio per ognuno che tutti trarremo beneficio dall’essere in armonia con la natura. Nella nostra generazione, questa armonia dovrà essere acquisita da tutta l’umanità ed è questa la ragione per la quale la nostra è definita la generazione della correzione.
[274027]

Dalla terza parte della Lezione quotidiana di Kabbalah del 15/11/2020 “L’ultima generazione”

Materiale correlato:
Comprendere il vero valore della vita
Cosa ci insegnerà il Coronavirus
La connessione è fonte di decisioni corrette

Interazione di tutte le parti della natura

Nota: Lei dice che noi umani, con il nostro atteggiamento, influenziamo le parti inferiori della natura.

Il mio commento: Si, è sempre così. La natura inanimata è più influenzata da quella vegetale; entrambi i livelli interagiscono più attivamente fra loro.
Al livello vegetale e animato, essi si nutrono a vicenda.

Sul livello animato – umano, sebbene l’uomo in generale non differisca dagli animali tranne forse solo nella sua capacità di conquistare la natura, la sua conquista è irragionevole.
In definitiva, tutte le parti della natura devono interagire fra loro in modo tale da completarsi a vicenda.
[273298]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 21/08/2020

Materiale correlato:
I due vettori dell’universo
Adattarsi alla natura come sua parte integrante
La saggezza della Kabbalah: la chiave delle leggi della natura

L’investimento più proficuo

Domanda: In passato il dollaro americano è stata la valuta più stabile usata dal mondo intero. Ma nell’ultimo periodo la situazione negli Stati Uniti è stata caratterizzata da un grande debito interno, disordine nel paese, conflitti di commercio condotte dagli Stati Uniti, ecc. Qual è il suo consiglio sull’eventualità di investire nella valuta americana?

Risposta: Di certo non mi aspettavo che ti saresti rivolto a me con una domanda simile. Questo non è davvero il mio campo, ma siccome tutto nel mondo fallisce, così una cosa fallisce in in relazione all’altra, ovviamente.

In cosa investirei? Nell’educazione. Se mi dessero molto denaro, lo investirei nell’educazione. Dopotutto, nient’altro resta. Solo questo! L’eterno perfezionamento di una persona.

Domanda: Questo a prescindere da quale valuta si tratti (virtuale, bit-coins, dollari) tutto ciò che ha una persona dovrebbe essere investito in educazione?

Risposta: L’investimento più proficuo è nella crescita del livello educativo di una persona.

[271502]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 1/09/2020

Materiale correlato:
New Life n.63 – Il nuovo denaro
New Life n.71 – Il denaro e la mente ebraica – 1° Parte
New Life n.72 – Il denaro e la mente ebraica – 2° Parte

Elevarsi al di sopra del suolo con il proprio spirito interiore

Domanda: Il fondatore della corporazione americana SpaceX, Elon Musk, ha detto che pensa di portare almeno un milione di persone dalla Terra a Marte entro il 2050. Lei pensa che possiamo colonizzare Marte e che tutto ciò abbia senso?

Risposta: Certamente non ha alcun senso. Dobbiamo sforzarci di creare lo stile di vita ideale qui, sulla Terra, così che non dobbiamo neanche pensare ad altri pianeti. Per quanto, in passato, anche io ero attratto dalla scoperta e conquista dello spazio, adesso non vedo che questo sia genericamente meritevole di investimento di forze, conoscenza o fondi.

L’uomo deve elevarsi al di sopra della terra con il proprio spirito interiore. E tutto quello che ci circonda, possiamo capirlo, apprezzarlo e sentirlo senza volare là fuori in qualche “contenitore” a distanza di centinaia di chilometri da qui. Non servirà a nulla.

 

[271649]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 1/09/2020

Materiale correlato:
“Io non credo a Hawking”
La Terra e i suoi ultimi anni di vita
Il cambiamento dei mondi rappresenta un’era

L’unica motivazione

Domanda: Molti dicono che la maggior parte delle persone sono motivate a lavorare per lo stipendio, alcune per fare carriera, ed altre dall’atmosfera positiva all’interno dell’azienda.

C’è un proverbio che racconta di un viandante nel deserto che incontra un uomo che sta facendo rotolare una pesante pietra. Il viandante gli chiede: “Cosa stai facendo?”  Ed egli risponde: “Lavoro, soffro.” In seguito il viandante incontra un altro uomo che sta facendo la stessa cosa. Alla sua domanda risponde: “Mi guadagno da vivere per mantenere la mia famiglia”. Ed il terzo disse: “Sto costruendo un tempio.”

L’azione è la stessa, ma per ognuno la motivazione è diversa. Quale può essere la più alta motivazione per un individuo? Come motiveresti, diciamo, i tuoi dipendenti?

Risposta: Solo con l’educazione. Hanno bisogno di capire che stanno facendo il lavoro più importante al mondo. In ogni istante compiono sforzi tali da migliorare il mondo ed elevare l’intero universo al grado successivo dell’esistenza.

Non c’è alcun lavoro al di sopra di questo perché dirige il mondo verso uno stato integrale quando ogni parte interagisce con tutte le altre come una singola unità. E sempre di più il mondo si conforma come un singolo organismo. La consapevolezza di ciò che stiamo facendo è un incentivo necessario per il nostro corretto sviluppo.
[271151]

Dalla trasmissione di KabTV “The Post-Coronavirus Era”, 4/06/2020

Materiale correlato:
Librarsi al di sopra del dolore
Azioni E Intenzioni
New Life n.1232 – Avanzare verso un nuovo stile di vita

Il fattore che aiuta a prendere una decisione

Domanda: Il mondo sta entrando in un periodo di incertezza in cui è difficile prevedere le conseguenze e prendere in considerazione tutti i fattori che possono influenzare il processo decisionale. Su cosa dovremmo concentrarci?

Risposta: Sul fattore che il mondo dovrebbe raggiungere la piena integrazione a tutti i livelli e trasformarsi da un mondo lacerato, multiforme e contraddittorio in un mondo globale, sotto forma di una grande sfera in cui tutto è equilibrato.

Domanda: Ci sono fattori nascosti ai nostri cinque organi di senso che potrebbero aiutare a prendere decisioni?

Risposta: Solo l’amore. Cioè, l’unificazione completa tra tutti i fattori per il bene dell’equilibrio tra tutte le creazioni.

Domanda: Ciò significa che più una persona è vicina alla qualità della natura, alla qualità della dazione e dell’amore, maggiori sono le possibilità che verrà presa la decisione giusta?
Risposta: Senza dubbio.
[271295]

Dalla trasmissione di KabTV “Management Skills”, 11/06/2020

Materiale correlato:
Elevarsi al di sopra dei sensi corporei
L’amore esiste?
Il coefficiente di dazione