Pubblicato nella 'amore per il prossimo' Categoria

La nave della mia anima

europe5Domanda: Come l’amore per il prossimo diventa l’amore per il Creatore?

Risposta: Non vi è alcuna transizione . L’amore per il Creatore non mette un punto su l’amore del prossimo. Semplicemente si manifesta il sistema di comunicazione di tutti i desideri dell’universo, che è l’io. “Il prossimo” scompare “da fuori” e si rivela “dentro”, come una parte di me.

Nel mondo dell’Infinito, eravamo un desiderio insieme, e poi siamo scesi sulla scala spirituale, e i desideri si sono allontanati – e cominciammo a sentirci come siamo oggi – come le persone in questo mondo.

Noi pensiamo che siamo estranei, lontani gli uni dagli altri. Tuttavia, correggendo se stesso verso l’unione, io svelo la verità: siamo – un unico sistema. E il fatto che sentivo prima tutti frammentati – è stato un mio errore. Torno da perdita di coscienza alla coscienza – alla coscienza dell’integrità.
In questo caso, non cambia nulla, tranne che il mio sguardo, l’atteggiamento, la percezione – e si scopre che non c’è “noi” ma “io”.

Non si tratta di belle parole che “vicini” – la mia anima.
Fuga fuori di me oggi, io trovo tutti i desideri esterna della mia anima. L’anima vive al di fuori dell’uomo , anima – è il desiderio “estraneo”, che trovo la spiritualità, il suo stato eterno.

Ora il mio senso di sé è immaginario . In cambio, rivelando il desiderio di quelli intorno a me (del prossimo), improvvisamente capisco: loro sono io e la mia anima.

In precedenza, mi hanno mostrato “il film “, come se io mi trovassi in corpo ed ero costretto a prendermi cura di esso. Si scopre che tutti i miei veri desideri, sono al di fuori di me – questa è il vaso della mia anima, e la luce che li riempie, la luce dell’anima – è il Creatore.

Una vita libera da eccessi è a beneficio di tutti

una-vita-libera-di-eccessi-e-a-beneficio-di-tuttiHo ricevuto una domanda: se una persona cerca di realizzare il principio di amore per il prossimo adesso, si sentirà come una pecora in mezzo ad un branco di lupi. Dove può trovare sostenitori che l’appoggino?

La mia risposta: perché si sentirebbe come una pecora in mezzo ad un branco di lupi? Se una persona apre un’attività senza l’intenzione di avere guadagni supplementari, coprirà tutte le sue spese generali, le spese per gli stipendi dei suoi dipendenti e per tutto il resto, eccetto un guadagno addizionale, che non porta beneficio a nessuno, per le necessità vitali dell’esistenza.

Di conseguenza, riduce il prezzo precedentemente stabilito degli articoli, ed offre ai clienti, un prezzo che è dal 10 al 30% più basso degli altri.

Le attività commerciali che non hanno come obiettivo principale un guadagno, prospereranno e questo non è considerato essere “una pecora in mezzo ad un branco di lupi” in nessun modo. Lei è il padrone di un’attività commerciale, vive una vita normale e riceve uno stipendio come tutti i suoi dipendenti.

Tutti abbiamo bisogno di coprire le nostre spese, incluso conservare un fondo pensione, pagare l’assicurazione sanitaria ecc … Dobbiamo vivere una vita normale, andare in vacanza ed avere tutto il necessario; semplicemente non dobbiamo avere in eccesso, perché non ne abbiamo bisogno. Lasciamo che tutti gli altri si uguaglino a noi, a discapito del nostro superfluo.

materiale correlato:

laitman blog: L’ Affare Perfetto
laitman blog: L’ ondata di crisi laverà via tutte le stupidaggini
Il mondo degli affari quando saremo tutti fratelli
Che cosa sta accadendo alla nostra economia?
Kabbalah e le scienze terrene
In Natura tutto si muove verso l’unità

La ricetta della felicità

la-ricetta-per-la-felicitaHo ricevuto due domande riguardo alle nostre relazioni con gli altri:

Domanda: è giusto ciò che ho capito, cioè che coloro che studiano la Kabbalah saranno felici, perché percepiscono la realtà e si sentiranno pieni, d’altro canto, quelli che non studiano saranno infelici e resteranno in uno stato di sofferenza e necessità? Questo è vero?

La mia risposta: è vero, però, dall’altro lato, tutti sono connessi tra loro, nel sistema generale delle anime. Per tanto, è impossibile che qualcuno sperimenti il benessere se un altro sta male.

Una persona trova molti ostacoli nel processo della correzione della sua natura egoista. Questi ostacoli includono quelli causati dalla loro connessione con tutta la gente. D’altro canto, il mondo deve ancora sperimentare molta sofferenza, per desiderare la connessione. Non esiste altra forma di far avanzare l’umanità.

Domanda: il cambiamento che dobbiamo raggiungere, sta nel creare nuove relazioni tra gli esseri umani, che siano basate sull’amore per il prossimo. Anche questo risolverebbe i problemi del mondo, provocati dalle relazioni scorrette tra le persone?

La mia risposta: questo è precisamente ciò che cancellerebbe le disgrazie nel mondo! Non esiste altro problema al mondo, al di fuori della connessione scorretta tra le persone. Quando si presenta la mancanza di connessione appropriata, il Creatore si occulta e quando riveliamo la connessione corretta tra noi, Lo riveliamo.

Il ritorno della connessione corretta tra le persone si chiama “Il ritorno del Creatore alla creazione”. La connessione tra le persone si chiama il Creatore, dalla parola Borè : Bo=vieni e Re=vedi. Vediamo il Creatore nella connessione corretta tra noi.

Per questa ragione il comandamento “Ama il tuo prossimo come te stesso”, è il comandamento più importante, incluso tutte le azioni corrette dell’essere umano.

Materiali correlati

laitman blog: Il nome del creatore significa “Vieni e Vedi”
laitman blog: Lo scopo dell’universo
Articoli di Baal HaSulam: Matan Torah