Pubblicato nella 'Significato della vita' Categoria

Un passo verso la scoperta del significato della vita

Domanda: Se una persona capisce che esiste senza sapere il significato della propria vita ma non ha ancora la necessità di raggiungerlo, come può fare un passo e voler trovare questo significato, letteralmente controllare il suo destino? Come si sposta da uno stato all’altro?

Risposta: Questo è possibile solo attraverso l’ambiente giusto. Non c’è altro modo.

Nella scienza della Kabbalah è spiegato che se una persona appartiene ad un gruppo speciale di persone che sono interessate a comprendere il significato della vita innalzandosi al suo livello più alto, al di sopra di questo mondo, nel sistema di controllo della nostra vita, allora può rivelarlo e diventa, anche nel corso della sua vita nel nostro mondo, un individuo che comprende il mondo superiore.

[275784]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 7/12/2020

Materiale correlato:
C’è un senso della vita, nella vita stessa?
Il senso della vita sta nell’impararne il significato
Hai l’opportunità per scegliere il tuo destino – 1° Parte

Impiantare un microchip e svegliarsi

Domanda: Gli Svedesi hanno cominciato recentemente a nutrire un grande interesse per il Biohacking. Il Biohacking è l’impianto di un microchip della dimensione di un granello di riso sotto la pelle sul quale sono registrati tutti i dati della persona: il numero della sua carta di credito, del suo passaporto, altre informazioni personali e documenti. Gli Scandinavi affermano che è più semplice vivere in questo modo.

Dove ci conduce questa tendenza crescente?

Risposta: Penso che essa porterà le persone a determinare e a discernere il loro vuoto interiore e saranno forzate a fare qualcosa. I microchip non le aiuteranno ancora per molto ed esse dovranno rivolgersi ad un’altra fonte che le potrà soddisfare.

L’individuo affronterà l’eterna domanda: “Dove sono? Per cosa sto vivendo? Qual è il significato di tutto questo? Tutti i microcircuiti, i computers, i cellulari, tutto questo, cosa mi sta dando? Ho ogni cosa, di fatto posso vedere l’intero mondo su un piccolo schermo o su un maxischermo e posso comunicare con tutti, ma poi? E per cosa è tutto questo? Io sono qui, seduto di fronte ad uno schermo nero senza sapere come connettermi con me stesso e con gli altri.”

Questa è una cosa buona. Ci guida a guardare verso la risposta corretta e reale: “A cosa serve tutto questo?”

Domanda: L’individuo che si pone questa domanda giunge ad una risposta?

Risposta: Deve giungere ad una risposta. Non immediatamente. Soffre lungo il percorso e cerca, ma questo è il modo corretto. Cercherà una risposta su se stesso. “Dove sono? Dov’è il mio posto nel mondo?” Si tratta di una ricerca meravigliosa e di diventare saggi!

Domanda: Dov’è la propria felicità qui?

Risposta: La felicità è nel trovare una risposta. L’uomo scoprirà presto che esiste una tale forza, un tale pensiero, che sta aspettando questa domanda e che è pronto a rispondere. Questo è un incontro, un incontro con il proprio spirito.

Domanda: L’uomo comprenderà che è proprio tale spirito che l’ha condotto a questo incontro?

Risposta: Sì. Allora l’uomo vedrà e comprenderà ogni cosa. Sarà come una rivelazione del mondo, dall’inizio della creazione alla fine, e tutto quanto insieme! Ogni cosa sarà chiara.

 

[242016]

Dalla trasmissione di KabTV “News with Dr. Michael Laitman”, 27/01/2018

Materiale correlato:
Svegliarsi da un sogno
Dal mondo illusorio al mondo reale
Dalla miseria alla felicità

Qual è la mia chiamata?

Domanda: Secondo le ricerche ci sono quattro forze principali che danno la possibilità ad una persona di determinare per che cosa ha talento.

Primo: uno stato positivo. Una persona sperimenta emozioni forti e positive da un’azione eseguita con il suo talento interiore. Secondo: il riscontro dall’ambiente, il riconoscimento esterno. Cioè, se una persona fa bene qualcosa poi l’ambiente reagisce a questo e le mostra che avrà successo.  Terzo: il volere di un’altra persona o di un insegnante che è capace di valutare una persona e dire che avrà talento in questo. Quarto: l’analisi dei risultati. Una persona, da sola o con l’aiuto di altri, analizza le proprie azioni e determina che è più vincente in un determinato campo. Come so qual è la mia chiamata?

Risposta: In base a ciò che ti attrae di più. Non c’è bisogno di tutte queste definizioni intelligenti elencate sopra. Fai attenzione a cosa vuoi e non a cosa sei forzato a fare.
Da bambino, i miei genitori volevano molto fare di me un musicista e mi hanno obbligato a studiare musica. Ho fatto tutto tranne quello. Alla fine, non è uscito nulla da questo. Sono cresciuto come una persona normale, penso non peggio degli altri.

Questo è il motivo per cui non c’è bisogno di correre dietro a nulla, devi solo capire per che cosa hai propensione, cosa puoi fare, così che la vita ti dia piacere e tu darai piacere agli altri.

Domanda: Lei pensa che in questo modo si possa arrivare a capire il proprio scopo?

Risposta: Si. Quando pensi a come puoi essere utile agli altri ma alla fine fai ciò che ti piace, poi da queste due combinazioni puoi trovare te stesso.

Domanda: E come chiarire il grande numero di influenze che subiamo dagli altri?

Risposta: Non ascoltare nessuno! Nessuno ti conosce bene come te stesso e nessuno può darti nessun consiglio. Pensa a cosa vorresti fare, cosa è più vicino a te e come puoi dare piacere agli altri con la tua professione o mestiere, e sarai felice.
[274454]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 6/11/2020

Materiale correlato:
La nuova era dell’adolescenza
Trova te stesso
Raggiungere l’obiettivo desiderato

Risposte dalla Kabbah

Domanda: Cosa ci impedisce di raggiungere lo scopo della vita?

Risposta: Il nostro egoismo, la cui caratteristica principale è la pigrizia.

Domanda: E’ necessario parlare del significato e dello scopo della vita con altre persone?

Risposta: Perché non dovrebbe?! Dopo tutto, il nostro obiettivo è uno ed è comune. Non ci sono segreti in esso. Dovrebbe davvero essere discusso ovunque e con tutti.

Domanda: L’obiettivo di ogni persona nella vita dovrebbe essere personale o solo collettivo?

Risposta: E’ personale per il bene di essere adattati al collettivo.

Domanda: Quanto dipende il mio scopo dagli altri in una società di coloro che lo cercano?

Risposta: Possiamo e dobbiamo aiutarci a vicenda, altrimenti non possiamo avanzare rapidamente.

Domanda: Lei è d’accordo con l’affermazione: “Il significato della vita è trovare il significato della vita”?

Risposta: Sì, lo sono.

Domanda: Qual è il suo scopo nella vita? L’ha raggiunto?
Risposta: Ci sto provando.

Domanda: Quali sono i suoi piani per il prossimo anno, per il prossimo mese e per oggi?
Risposta: Sto cercando di raggiungere l’impossibile in modo che sia possibile.
[272916]

Dalla trasmissione di KabTV “Management Skills”, 2/07/2020

Materiale correlato:
La società come un singolo individuo
Risposte dalla Kabbalah
Risposte dalla Kabbalah

Lasciare un segno della propria vita

Nota: La maggior parte delle persone vuole lasciare un segno della propria vita, come con opere d’arte, risultati sportivi, buone azioni e persino con un’idea.

Il mio commento: Questo perché non percepiscono che vivranno per sempre, e quindi si preoccupano di lasciare un segno. Se sentissero che il nostro mondo è praticamente una parte del mondo eterno, non penserebbero a come lasciarsi qualcosa alle spalle.

Quando una persona sente di vivere per sempre, non ha preoccupazioni per il futuro e pensa solo a cosa può fare per le altre persone.

 

[273038]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 27/09/2020

Materiale correlato:
La vita e la morte dal punto di vista della Kabbalah
C’è un senso della vita, nella vita stessa?
Quali benefici apporta la conoscenza della saggezza della Kabbalah?

Come diventare padroni del proprio destino?

Domanda: Negli ultimi decenni, la formazione per la crescita personale è stata molto popolare nel mondo. Alle persone viene insegnato a raggiungere nuovi obiettivi, a uscire dalle loro zone di comfort e a cambiare letteralmente le loro vite. Ma è interessante constatare che questi corsi di formazione non funzionano e la loro frustrazione sta crescendo. Le persone non possono cambiare nulla, nonostante investano enormi risorse.

Come si diventa davvero padroni del proprio destino?

Risposta: Per fare questo, devi sapere cos’è la vita, chi ti controlla e quale obiettivo ti porta la natura. E allora sarai in grado, in accordo con questo, almeno di capire cosa ti sta accadendo. E poi segui un corso aggiuntivo di corretta interazione con la natura per raggiungere l’obiettivo della vita.

Domanda: Come si ottiene il successo in qualsiasi impresa, desiderio, obiettivo?

Risposta: Non andare contro la natura ma seguila, cioè cerca di capire dove ti sta portando, qual è il tuo obiettivo personale (dal lato della natura) e fai di tutto per realizzarlo.

 

[271768]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 1/09/2020

Materiale correlato:
Cambiare il proprio destino
Hai l’opportunità per scegliere il tuo destino – 1° Parte
Hai l’opportunità per scegliere il tuo destino – 2° Parte

Quali benefici apporta la conoscenza della saggezza della Kabbalah?

Domanda: Quali benefici apporta la conoscenza della saggezza della Kabbalah all’umanità? Che cos’ha questa saggezza di così speciale?

Risposta: Conoscere la saggezza della Kabbalah è utile per tutti coloro che desiderino scoprire il senso della vita e il perché abbiano ricevuto il dono della vita. Dopo tutto succede che l’uomo, a differenza dell’animale, si chieda a volte: “Che cosa sono chiamato a fare?” e lì inizia la sua ricerca del senso della vita. “Da dove vengo?”, “Perché sono qui?”, “Dove andrò una volta lasciato questo mondo?”

Se una persona è assillata da queste domande non troverà pace finché non otterrà le risposte. Il resto della sua vita non sarà altro che un supporto all’esistenza che peraltro non avrà senso in quanto la vita è finita. A che serve supportarla se alla fine non si raggiunge un qualche scopo predestinato più elevato?

Si sentono così le persone che hanno il “Punto nel cuore,” ossia un desiderio che le spinge a ricercare il senso della vita. Esse si adoperano per scoprirlo e condividerlo con chi ha la stessa esigenza.
[267780]

Dalla trasmissione di KabTV “Systematic Analysis of the Development of the People of Israel”, 5/08/2019

Materiale correlato:
Il senso della vita sta nell’impararne il significato
New Life n.1179 – L’importanza della vita
Soffrire la fame nell’abbondanza

C’è un senso della vita, nella vita stessa?

Domanda: Il fatto che la vita abbia un termine le dà un significato speciale? Intendo quel significato che mancherebbe se non ci fosse la paura della morte, la vita eterna?

Risposta: E qual è il punto in questa vita? Che morirò come un animale e tutto finirà?

Commento: C’è una sorta di nitidezza in questo.

La mia risposta: Che tipo di nitidezza? Il tipo marxista?
“Vivi per il bene degli altri, e gli altri facciano altrettanto, e quindi ognuno agisca per il bene di tutti, e nessuno agisca per se stesso!” A cosa serve? Questo non è il senso della vita.
Non ci può essere senso in ciò che finisce. Non ci può essere senso nella vita in se stessa. Questa è una filosofia materialistica e primitiva, che crede che non ci sia nulla d’importante dopo.

Quando non hai la risposta alla domanda, allo ti soddisfi dicendoti questo, dimenticandoti del resto, convincendoti che questo è vero.

Domanda: Se io sono desiderio ricevere piacere, quale altro valore ci può essere oltre al piacere e al divertimento?

Risposta: Il fatto è che ricevere piacere è l’obiettivo della vita materiale. C’è altro oltre a questo? Se una persona non se lo chiede, si limita ad impegnarsi nella ricerca del piacere. Certamente, è meglio provare piacere che sofferenza. Tutti sono d’accordo. Ma questo non è il senso della vita.

La Natura non ci ha creati affinché tranquillamente vivessimo le nostre esistenze, godendoci gli anni a noi allocati. Nel nostro sviluppo, c’è un requisito preparato: “Perché?”
[266614]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 17/05/2020

Materiale correlato:

Lo scopo della creazione e lo sviluppo del desiderio
La natura umana: godere a scapito degli altri
Scopriamo lo scopo della nostra vita

L’unico valore nella vita

Domanda: Quali sono i veri valori nella vita? E chi verifica la loro validità?

Risposta: L’unico valore che esiste nella nostra vita è la fusione con la natura eterna e perfetta, e possiamo acquisirlo. Non è necessario nient’altro.

Tu guadagni l’eternità, la perfezione, nell’unirti con la natura eterna e perfetta. Tutto qui!
Ti auguro di iniziare a conseguire e sentire questo. Tutti raggiungeremo ad ogni modo questo livello, ma perché starsene tranquilli se puoi farlo prima? Ti auguro buona fortuna in questo!
[267646]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della Saggezza della Kabbalah”, 17/05/2020

Materiale correlato:
La suprema delizia dell’anima
Come possiamo sentire la perfezione?
Vieni e vedi quanto è bello il mondo superiore

Conseguire la forza superiore

Domanda: La domanda sul significato della vita è individuale o comune a tutti?

Risposta: La necessità di comprendere la radice della vita è comune a tutti, ma ognuno ci arriva individualmente.

Tu inizi a percepire che il vero universo è eterno, infinito e che anche tu esisti in questo eterno, infinito movimento. Non c’è nessuna morte oltre quella che sembra a noi perché avviene solo sul nostro stato animale. Lo stato più alto non è condizionato dalla morte del corpo animale.

Tu vedi che la conoscenza della vita è il conseguimento della forza che governa tutta la natura. Noi lo chiamiamo “Creatore” perché ci ha creati, ma questo non è ciò che è implicato nelle religioni. Questa forza è conseguita nelle proprietà che acquisiamo con assoluta chiarezza in modo sperimentale. Inizi a sentire come tutto esiste attorno a te e allo stesso tempo tu ti alzi a quel livello.
Ti diventa chiaro cosa significa il livello umano, come è diverso dal mondo inanimato, vegetale e animale. Dopotutto, esistono tutti dentro la cornice di un piccolo egoismo terreno, inclusi noi stessi.

E se tu sali al di sopra del tuo egoismo animale, inizi così a conseguire lo stato eterno e perfetto in questo mondo, in questa vita e la nostra esistenza materiale non ci limita in nessun modo.
[267167]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 24/05/2020

Materiale correlato:
Possiamo sottrarci al controllo dell’egoismo
Le tappe della realizzazione spirituale
Come l’umanità può sviluppare una nuova caratteristica