Pubblicato nella 'Sesso' Categoria

Niente più maschi e femmine

Nel notiziario (da Associated Press): “STOCCOLMA (AP) – Il personale dell’asilo “Egalia”evita di usare le parole “lui” e “lei” e si rivolge ai 33 bambini con il termine di “amici” piuttosto che chiamarli bambine e bambini….

Il personale cerca di cancellare i riferimenti maschili e femminili dai propri discorsi, compresi i pronomi lui e lei – “han” o “hon” in svedese. Invece, è stato adottato il termine neutro “hen”, una parola che non esiste nella lingua svedese ma che viene usata in alcuni circoli femministi ed omosessuali…”

La scuola è particolarmente attenta nel selezionare i libri ed i giocattoli per i bambini. Ci si sforza di dare ai bambini la possibilità di essere chi sono ed impedire loro di sviluppare barriere che separino le attività maschili da quelle femminili.

“C’è una lista d’attesa molto lunga per entrare ad Egalia…Si pone particolare enfasi sul modo in cui si favorisce un ambiente tollerante verso le persone omosessuali, bisessuali e transgender…Quasi tutti i libri per i bambini trattano di coppie omosessuali, genitori singles o di bambini adottati. Non ci sono “Biancaneve”, “Cenerentola” o altre fiabe classiche viste come stereotipi consolidati.”

Il mio commento: Noi siamo circondati da ciò che si chiama “Natura”. Praticamente, non conosciamo niente delle sue leggi, ragioni, e scopo della sua e della nostra esistenza. Tuttavia, dalle nostre osservazioni e dalla nostra conoscenza notiamo che tutto è in un processo di sviluppo che ha una propria causa, e che niente è accidentale o in più. Chiunque non sia d’accordo con questo dimostra di non avere familiarità con le leggi della natura.

Dunque, tutto quello che dobbiamo fare è studiare le leggi della natura e metterle in pratica. Questo ci garantirà un bel futuro. Una rottura della naturale relazione tra i sessi comporterebbe una terribile sofferenza nei bambini e, nella crescita, problemi con la loro identità sessuale e sociale.
[46852]

Materiale correlato:

Laitman blog: Come andare d’ accordo con le leggi della natura?
Laitman blog: La Kabbalah dà all’umanità l’opportunità di vivere in totale armonia

Perché la gente è così preoccupata dal sesso?

Una domanda che ho ricevuto: Perché la gente è così preoccupata dal sesso?

La mia risposta: Nel mondo spirituale, l’anima è nello stato di “Zivug” (accoppiamento, fusione) con la Luce. Questa è l’unità di due parti della creazione, una maschile ed una femminile, che porta il più grande piacere che esista: il riempimento dell’anima con la Luce. Un prototipo della fusione spirituale nel mondo materiale è l’accoppiamento fisico. Ecco perché l’attrazione per il sesso opposto è considerato un fondamento, una radice di tutti i desideri e piaceri del nostro mondo e ci preoccupa così tanto.

Il piacere sessuale nel nostro mondo dimostra perfettamente la differenza tra la fusione spirituale e quella fisica. Una persona (un uomo) pensa sempre al sesso ed immagina l’enorme piacere che la aspetta, ma dopo il picco, la soddisfazione scompare immediatamente. Una caccia dopo l’altra, il piacere inizia di nuovo …

Perché? Perché la Luce ed il desiderio si annullano a vicenda. In altre parole, riempiendo il desiderio, la Luce neutralizza la sensazione di piacere, allo stesso modo in cui il positivo ed il negativo si cancellano a vicenda. La scomparsa di entrambi conduce ad un doppio vuoto. Ecco perché è scritto “Morendo, una persona non riceve neppure la metà del desiderato”.

Il piacere spirituale lavora in noi in maniera differente. Essere nel mondo spirituale significa avere l’intenzione (lo schermo) – un’abilità di ricevere piacere (Luce) in un desiderio (vaso, Kli) in modo da portare piacere agli altri (un amico, il Creatore). Ciò richiede che una persona acquisisca la proprietà del Creatore, la proprietà dell’amore e della dazione. Allora, una persona raggiunge l’accoppiamento spirituale, la fusione continua, che continua e si intensifica costantemente, dandole la sensazione della vita eterna.

Essenzialmente, da qualche parte nel profondo, nell’anima, noi tutti inconsciamente aspiriamo a questa particolare fusione, e siamo creati per essa.

Se l’industria porno ne risente, allora si tratta di una crisi

Nelle news (di CNN): “Tempi difficili per l’industria porno”. L’industria porno negli Stati Uniti valeva all’incirca 6 miliardi di dollari prima della recessione, ma adesso i calcoli per la registrazione di nuove produzioni sono scesi del cinquanta per cento.

Il mio commento: ciò avviene perché i desideri sessuali delle persone sono meno importanti dei desideri per il cibo. Apparentemente, la crisi ha ridotto il valore di questi desideri e l’importanza di riempirli, con l’affrontare minacce più grandi.