Pubblicato nella 'Salute' Categoria

“Gli OGM potrebbero causare ‘la fine irreversibile della vita sulla terra”

Dr. Michael LaitmanOpinione (Ethan A. Huff, scrittore e appassionato di salute): “Quando si parla di questioni che riguardano organismi geneticamente modificati (gli OGM) – cioè, organismi che portano le tracce genetiche di altre specie o batteri – il focus è tipicamente su quanto sicuri (o insicuri) sono questi nuovi prodotti come cibo per l’essere umano. Ma il distinto ingegnere del rischio e due volte miglior autore di best sellers Nassim Taleb pensa che un problema ancora più grande con gli OGM sia la loro minaccia al pianeta, e la probabilità statistica che essi porteranno al collasso la vita sulla Terra. […]

“Perché essi rappresentano un rischio sistemico piuttosto localizzato – tracce di MG sono note per il diffondersi senza costrizioni in tutto l’ambiente – eventualmente l’OGM farà breccia alla cosiddetta ‘barriera ecocidio,’ portando al catastrofico fallimento dell’ecosistema.

“‘Ci sono limiti matematici alla prevedibilità in un sistema complesso, “allo stato selvatico”, che è motivo di focalizzare sulla differenza fra il locale (o isolato) e le minacce sistemiche è un aspetto centrale dei nostri avvertimenti,’ Fool.com ha quotato Taleb, notando che è essenzialmente impossibile contenere la diffusione inevitabile delle caratteristiche OGM in lungo e in largo.

Taleb e i suoi colleghi scrivono nel loro documento: “la [principale precauzione] non è lì per rendere la vita più confortevole, piuttosto per evitare a una certa categoria quello che viene chiamato in probabilità l’ assicurazione per problemi di ‘rovina’’. ‘In natura, ‘rovina’ è ecocidio: termine irreversibile della vita in una certa entità, la quale può essere il pianeta.

“OGM non è ‘scientifico’ e in pratica ogni argomento usato in loro difesa è imperfetto.

Inoltre si usa la matematica e l’analisi basata sul rischio per dimostrate che gli OGM semplicemente non possono coesistere con la natura come comunemente si sostiene – eventualmente l’OGM finirà per contaminare il mondo naturale che ci circonda – Anche Taleb decostruisce tanti ‘argomenti’ usati dai sostenitori in difesa dell’uso commerciale di materiale transgenico non testato, includendo la bugia spesso ripetuta che l’OGM non è diverso dagli organismi naturali. […]

“Taleb richiama anche l’ attenzione alle strategie perfide delle aziende biotecnologiche nel loro tentativo di legittimare l’uso continuato di OGM attraverso la paura. Affermando che carestia, fame e diffuse perdite di raccolti si verificheranno se non tutti riusciamo ad adottare OGM, non è diverso dal giocare alla roulette russa allo scopo di uscire dalla povertà, ha reclamato Taleb – tale approccio non è certo scientificamente o logicamente solido, e queste e altre tattiche sono alla base dell’agenda OGM.

Conclude Taleb e i suoi colleghi: “Quello che manca alla gente è che la modifica delle colture impatta su tutti ed esporta l’errore dal locale al globale”. “Non voglio pagare – e non voglio che i miei discendenti paghino – per gli errori dei dirigenti della Monsanto. Dobbiamo esercitare qui il principio precauzionale – la nostra versione non-ingenua – semplicemente perché ci sarebbe da scoprire gli errori solo dopo il danno ambientale considerevole e irreversibile”.

Il mio commento: salvo cambiare la natura umana da egoistica ad altruistica, non c’è nessun altro modo per ridurre il consumo a livello ragionevole e smettere di trattare il pianeta non come un essere vivente, un sistema, con il quale dobbiamo essere in equilibrio. Questo è un cambiamento della coscienza umana, che può essere ottenuto soltanto attraverso l’educazione integrale.
[131888]

“Lezioni di felicità da una scienza nuova”

Opinione (Richard Layard, Professore Emerito Lord Layard, economista del lavoro britannico, attualmente sta lavorando come direttore dei programmi al Centro per l’andamento economico alla London School of Economics): “‘C’è un paradosso nel cuore delle nostre vite. La maggior parte delle persone vuole più reddito e lotta per esso. Tuttavia sebbene le società occidentali sono diventate più ricche, i loro popoli non sono diventati più felici.’ Layard è uno dei tanti a proporre questo paradosso. È spesso definito come il “Paradosso Easterlin,’ nominato per via dell’economista Richard Easterlin, che ha dimostrato esattamente questo per i cittadini nei paesi sviluppati con benessere sufficiente a prevedere almeno le esigenze di base per ogni persona. […]

“Non solo mettiamo a confronto il nostro reddito con quello degli altri, ma anche impostiamo una norma per il nostro reddito basato su ciò che noi stessi siamo abituati. Più soldi facciamo, più soldi pensiamo di avere bisogno. Questo fenomeno è chiamato ‘assuefazione’ o ‘adattamento’. Può essere paragonato all’ incremento di una tolleranza all’alcol o alle droghe. Layard chiama questo ‘Il tapis roulant edonico’: Per mantenere lo stesso livello di felicità, dobbiamo continuare a correre.

“Richard Layard (2005) ha sostenuto che ci sono sette fattori che sono centrali per la felicità. Inoltre, lui ha usato la ricerca come il Sondaggio Generale Sociale degli Stati Uniti (US General Sociale Survey) per stabilire (almeno per gli Stati Uniti) cinque fattori in una sorta di ordine di importanza. Due altri fattori erano visti come centrali, ma non potevano essere classificati a causa di una mancanza di risultati delle indagini.

“Rapporti familiari”. In quasi tutti gli studi, i rapporti familiari e la nostra vita privata stretta sono ‘più importanti Che ogni altro fattore singolo che interessa la nostra felicità.’

“Situazione finanziaria”. Come abbiamo già visto la nostra posizione finanziaria individuale è significativa – quando siamo sui margini della povertà – ma oltre a quello se è scarsa, secondo la qualità di rapporti famigliari stretti, come fonte significativa di felicità a lungo termine.

“Lavoro”. Esistono prove evidenti che abbiamo bisogno di sentire che stiamo contribuendo alla società in generale. Layard commenta, “il lavoro fornisce non solo reddito ma anche un significato aggiuntivo alla vita’. Lui continua, ‘E’ per questo che la disoccupazione è così disastrosa: si riduce il reddito ma anche si riduce la felicità direttamente distruggendo il rispetto di sé e dei rapporti sociali creati dal lavoro.

“Comunità e amici”. Come abbiamo già visto scrittori come Lane hanno collocato una forte enfasi sull’amicizia. Però, è anche chiaro che la qualità delle comunità nelle quali partecipiamo ha una forte influenza su come ci sentiamo. Se non viviamo e operiamo in comunità e gruppi dove c’è una sensazione di fiducia e appartenenza poi c’è una serie di prove che dimostra l’impatto sulla nostra capacità di essere felici. […]

“Salute”. Frequentemente negli studi le persone citano la salute come un contributo importante alla felicità. […]

“La libertà personale”. La felicità dipende anche dalla qualità dei sistemi politico, economico, legale e sociale nei quali operiamo. Vi è qualche evidenza che le persone vivendo in società tranquille nelle quali hanno una voce e una capacità a seguire i loro interessi (dove non danneggiano gli altri), e dove le istituzioni sono responsabili, essi saranno più felici.

“Valore personale”. La felicità delle persone dipende dal loro ‘sé interiore’ e dalle loro filosofie della vita. ‘Le persone sono più felici se sono in grado di apprezzare cosa hanno, qualunque cosa sia; se non si confrontano sempre con gli altri; e se si prendono cura dei propri stati d’animo.’” (Fonte: infed).

“La società moderna ha bisogno disperatamente di un concetto del bene comune intorno al quale unire le forze dei membri. Ecco il concetto giusto. Vogliamo aumentare la felicità generale e ci impegniamo in quell’ obiettivo”.

Il mio commento: Certo, questo è un obiettivo meraviglioso. Però prima, è necessario capire che la felicita è possibile solo oltre il nostro egoismo, non all’interno e non nel sopprimerla. Ecco perché abbiamo bisogno di un metodo per uscire dall’egoismo, il metodo della Kabbalah, in altre parole, la Luce, la forza della dazione e amore, che si manifesta quando questo metodo viene implementato.
[131231]

Materiale correlato:

L’indice della felicità
Il segreto della felicità

Il mondo di chi dipende e di chi è senza volontà

Nelle notizie (da the American Dream): “Gli americani sono le persone più drogate della storia del pianeta. Le droghe illegali ottengono la maggior parte delle notizie in primo piano, ma la verità è che il numero di americani che sono dipendenti da droghe legali è di gran lunga superiore al numero di americani che sono dipendenti da droghe illegali. Come si vedrà in seguito, circa il 70% di tutti gli americani sono attualmente almeno in prescrizione di droghe. In aggiunta, ci sono 60 milioni di americani che ‘abusano dell’alcol’ e 22 milioni di americani che utilizzano droghe illegali. Ciò significa che quasi tutti quelli che si incontrano per strada stanno prendendo qualcosa. [...]

“Questo sembra assolutamente folle, ma è vero. Siamo letteralmente drogati e fuori di testa. Infatti, come potrete leggere qui di seguito, ci sono 70 milioni di americani che stanno prendendo “droghe che alterano la mente” in questo momento. Questo significa che la maggior parte delle persone non sono in grado di pensare con chiarezza in questi giorni, questo perché non possono. Noi amiamo le nostre droghe legali e stiamo peggiorando ogni anno che passa. E considerando il fatto che le grandi aziende stanno facendo decine di miliardi di dollari dallo spaccio dei loro farmaci al restante parte di noi, non ci aspettiamo che le cose cambino presto. “

Il mio commento: Questa condizione si sta diffondendo in tutto il mondo, a favore dei circoli dominanti: è più facile controllare una popolazione velleitaria e dipendente. La gente ha bisogno di passare attraverso il punto più basso della caduta, il riconoscimento del male, e solo allora saranno disposti a cambiare se stessi. Allora saranno in grado di sentire l’esistenza del metodo dell’educazione integrale.
[129683]

Materiale correlato:

Gli Stati Uniti arrabbiati
I farmaci trasformano le persone in tossicodipendenti

I farmaci trasformano le persone in tossicodipendenti

Nelle notizie (da The Republican): “Il Governatore di Vermont Peter Shumlin ha preso il passo straordinario dedicando il suo intero messaggio dello Stato all’inizio di questo mese per evidenziare quello che lui ha descritto come una “vera e propria crisi di eroina” nel suo stato. […]

“Timothy W. Purington, direttore dei servizi di prevenzione per ‘Tapestry Health’ in Northampton, ha applaudito il messaggio di Shumlin sull’eroina. La crisi, ha detto, non è soltanto in Vermont; è in tutto lo stato del New England. […]

“Alcuni dei numeri che Shumlin ha evidenziato nel suo messaggio da Montpelier sono talmente spaventosi. Dal 2000, il Vermont ha visto un incremento del 700 percento nei trattamenti per tutti gli oppiacei; l’anno scorso il numero di morti da sovradosaggio nello stato era quasi raddoppiato dall’anno precedente.

“Shumlin ha detto che la crisi dell’eroina ha preso il suo inizio nel Vermont come per l’ OxyContin e il problema della tossicodipendenza a causa di farmaci prescritti. [OxyContin è il nome commerciale di un analgesico a base di oppio].

“Delaney ha detto è in parte uguale in Massachusetts ovest e che quelli che prendono questo vizio con l’OxyContin o oxycodone qui spesso passano all’ eroina perché costa meno.

Lui ha detto: ‘Costa molto meno comprare una busta di eroina che comprare 80 mg “oxy” per 50 o 80 dollari’.

“l’appello per l’eroina è aumentato a causa del problema dell’ OxyContin. La gente ricorre all’ eroina perché sono dipendenti da queste droghe.”

Il mio commento: L’élite sono interessate a sedare le masse, sia fisicamente che psicologicamente. Le droghe sono progettate per cullare le masse, per innescare la loro dipendenza, e cosi, l’opportunità per impostare le condizioni per la distribuzione delle droghe. E’ una nuova forma di schiavitù.
[128040]

Materiale correlato:

“Gli Stati Uniti riducono le sentenze per alcuni reati di droga”
“Le truppe USA obbligate a drogarsi uno scandalo tenuto nascosto”

Un embrione si sviluppa da se stesso

Nelle notizie (dalla University of California San Francisco): “Gli scienziati dicono che un inaspettata scoperta offre una nuova comprensione di base dello sviluppo dell’occhio fetale e delle malattie oculari causate da disturbi vascolari – in particolare uno chiamato retinopatia della prematurità che può accecare i neonati prematuri. La ricerca, condotta da scienziati al Centro Medico dell’Ospedale Pediatrico di Cincinnati e UCSF, è stata pubblicata online il 16 gennaio prima della pubblicazione sulla carta stampata.

“‘Questo cambia radicalmente la nostra comprensione di come si sviluppa la retina’, dice il coautore dello studio Richard Lang, PhD, ricercatore nella Divisione di Oftalmologia Pediatrica al Centro Medico dell’Ospedale Pediatrico di Cincinnati. ‘Abbiamo identificato un percorso di luce – reazione che controlla il numero di neuroni retinici. Questo ha effetti a valle sullo sviluppo vascolare degli occhi ed è importante perché alcune malattie importanti degli occhi sono malattie vascolari ‘.

“Ma i ricercatori, nello studio attuale, hanno scoperto che l’attivazione del percorso luce-reazione appena descritto deve avvenire durante la gravidanza per attivare il programma della cura coreografata che produce un occhio sano. Nella fattispecie, loro dicono che è importante inserire un numero sufficiente di fotoni nel corpo della madre verso la fine della gestazione, oppure circa 16 giorni nella gravidanza di un topo.

“I ricercatori sono stati anche sorpresi di apprendere che i fotoni di luce attivano una proteina chiamata melanopsina direttamente nel feto – non nella madre – per aiutare ad avviare il normale sviluppo dei vasi sanguigni e dei neuroni della retina negli occhi.

“I topi sono stati allevati al buio e in un normale ciclo giorno-notte con inizio alla tarda gestazione per osservare gli effetti comparati sullo sviluppo vascolare dell’occhio. I ricercatori hanno verificato la funzione del percorso di reazione della luce mutando un gene opsina nei topi chiamato Opn4 che produce melanopsina, sostanzialmente impedendo l’attivazione del foto pigmento.

“La proteina melanopsina è presente sia nei topi che nell’uomo durante la gravidanza. Lang ha detto che il team di ricerca sta continuando a studiare come il percorso di luce-reazione potrebbe influenzare la suscettibilità dei neonati pre-termine per la retinopatia della prematurità e anche il legame ad altre malattie dell’occhio. “

Il mio commento: Le esperienze del feto in via di sviluppo non sono solo la luce, ma anche tutte le altre influenze che sperimentiamo dall’ambiente esterno. Questo lo prepara all’esistenza esterna. Nello sviluppo spirituale, a livello del feto, noi dobbiamo ancora chiarire tutte le influenze del livello superiore su quello inferiore, e precisamente nel corretto rapporto tra di loro, come noi ci formiamo e sviluppiamo fino alla nostra nascita spirituale.
[127997]

Materiale correlato:

Un embrione: Un estraneo o un nascituro, dalla Terra o dall’Alto?
Tra meno Infinito e più Infinito

Gli scienziati hanno scoperto una coscienza

Nelle notizie (Da The Independent): “Gli scienziati della Oxford University hanno fatto una scoperta sorprendente. Hanno trovato una regione nel cervello che ti fa chiedere se hai fatto qualcosa di sbagliato, e se sei stato ben consigliato di fare qualcosa di meglio.

“Ci sono alcune cose che si devono sapere di questa regione, che è dentro la tua testa[…] Uno, si chiama polo frontale laterale. Due, è unico per gli esseri umani – hanno fatto dei test sulle scimmie nel corso della ricerca alla Oxford ed esse, no, non ce l’hanno. Tre, ha la dimensione di un cavolino di Bruxelles. E quattro, è un salto al di là delle attuali conoscenze scientifiche in regni che possono essere definiti solo inquietanti. […]

“Per secoli abbiamo pensato che la coscienza era soltanto una qualche facoltà di intuizione morale nella mente umana, un senso innato che uno si stava comportando bene o male – benché il grande HL Mencken una volta l’abbia definita come: ‘la voce interiore che ci mette in guardia che qualcuno ci sta guardando.’ Veniva usata dalla religione come qualcosa di numinoso o altro, gentilmente donata da Dio, per darci una scelta fra peccato e Paradiso.”

Il mio commento: Il nostro mondo e il nostro corpo sono una copia dei mondi superiori. L’unica differenza è nel programma del loro lavoro: per il bene di me stesso nel nostro mondo e per gli altri, per il Creatore, nel mondo superiore. Però tutti i dettagli sono identici.
[127463]

Materiale correlato:

Dal ramo alla radice
La piramide del mondo

L’ evoluzione biologica dell’amore

Opinione (Markov, prof. RAS): Da dov’è apparsa nell`uomo la capacità sostenibile dell’amore romantico a lungo termine con la formazione di coppie permanenti?

Negli esseri umani e negli animali funzionano gli stessi sistemi di regolazione di queste forme di comportamento, le reti neuronali della gestione del comportamento sessuale e sociale.

Gli studi neurobiologici confermano che l’amore è qualcosa di più che un’emozione di base. Essa è collegata con funzioni cognitive superiori. L’amore romantico comprende l’attività della corteccia cerebrale, responsabile della conoscenza sociale (operazioni con informazioni su altre persone) e la percezione (immagine) di se stesso. Conclusione: l’amore è basato su un desiderio di estendere l’immagine interiore di se stessi tramite l’inclusione dell’altra persona in quest’immagine.

Il mio commento: Tutto è stato creato solo per l’espansione delle sensazioni e per l’inclusione di essi tra tutti gli esseri del mondo. Nell’uomo, l’amore è necessario come mezzo di comunicazione e dell’inclusione reciproca, che porta ad una maggiore interazione sia positiva che negativa e in seguito di capire la necessità dell’ unione completa per lo scopo della creazione.
[127372]

Materiale correlato:

Un territorio comune nel quale dimora l’amore
L’amore dei fiori come esempio per la gente

La demenza è la peste del 21° Secolo

Dalle notizie (di France24): “I ministri della sanità dei Paesi del G8 si sono incontrati a Londra mercoledì per affrontare il problema della demenza, una bomba ad orologeria secondo gli esperti, si prevede infatti che i casi aumenteranno molto visto l’invecchiamento della popolazione a livello mondiale.

“I ministri del Gruppo degli 8 Paesi più ricchi si sono incontrati per la prima volta per confrontarsi su questa malattia incurabile, che colpisce 44 milioni di persone in tutto il mondo, la maggior parte delle quali anziane.

“Essi sperano che creando un fronte comune, il summit sarà un punto di svolta nell’affrontare la malattia.

“I malati di demenza, di cui l’Alzheimer è la forma più conosciuta, spesso finiscono per avere bisogno di assistenza a tempo pieno, visto che essa colpisce la loro memoria, le capacità cognitive ed altre funzioni cerebrali.

Alzheimer’s Disease International, in un rapporto della settimana scorsa, ha segnalato un dato allarmante: il numero di malati è previsto in forte aumento, triplicherà fino a 135 milioni entro il 2050, dato che l’aspettativa di vita sta aumentando in tutto il mondo.

“La gestione della demenza è costata globalmente all’incirca 604 miliardi di dollari (440 miliardi di euro) nel 2010, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

“Il Commissario europeo per la Sanità, Tonio Borg, ha annunciato un budget di 1.2 miliardi di euro per la ricerca medica nel biennio 2014-15, che includerà anche la demenza e le malattie neuro-degenerative.

“La demenza causa sbalzi di umore e problemi a ragionare e comunicare, oltre alla perdita di memoria.

“La maggior parte dei tipi di demenza peggiora progressivamente e non può essere curata. Farmaci e terapie vengono utilizzati per alleviare i sintomi.[...]

“Dato che l’aspettativa di vita è in aumento, la nostra generazione affronterà una sfida davvero unica: quegli anni in più alla fine della nostra vita saranno anni che attenderemo volentieri, oppure saranno anni che finiremo per temere?” ha detto il ministro della Sanità britannico Jeremy Hunt.

“Uno su tre di noi avrà la demenza. E se non riusciremo a fare meglio, per uno su tre quegli ultimi anni saranno anni di agonia, grande sconforto e disperazione, e non solo per quanti tra noi saranno affetti dalla malattia ma anche per le nostre famiglie, i nostri amici e quanti amiamo.”

Il mio commento: La Natura è un sistema globale, integrato, chiuso e se vogliamo ricevere da essa più di quanto è ragionevolmente necessario per la nostra esistenza, allora paghiamo con qualcos’altro. Solo se arriveremo alla forma integrale, consumando in modo sensato e non da ingordi e con una buona connessione tra noi, potremo portare l’intero sistema della creazione in equilibrio e così sradicare il problema di tutte le malattie.
[124941]

Materiale correlato:

L’esasperazione dell’America
Circa il quaranta percento di europei soffre di malattie mentali

Qual è il punto? …

Nelle notizie (da PressTV): “Il tasso di sterilità fra le donne si avvicina al termine dei loro anni di fertilità negli Stati Uniti uno tra i più alti al mondo, secondo l’ultimo rapporto Mondiale sulla fertilità delle Nazioni Unite, che mostra anche che il 41% di tutte le nascite negli Stati Uniti si sono verificate tra alle donne non sposate.

“Fra i 118 posti per i quali sono disponibili dati comparabili, solo sei hanno tassi di sterilità superiore al tasso del 19% degli Stati Uniti, nota Venerdì Pew Research Center nella sua analisi della fertilità World Report 2012.

“Le donne di età compresa tra 40 e 44 anni negli Stati Uniti hanno, in media, circa 1,9 bambini nel corso della loro vita, che è uno dei livelli più bassi dei 171 paesi analizzati, solo altri 19 paesi hanno un livello uguale o inferiore di vita fertile.

“Tuttavia, le donne americane cadono esattamente nella fascia media quando si tratta dell’età in cui diventano madri per la prima volta, che secondo l’ONU è di 25 anni per le donne degli Stati Uniti.

“Nella zona di nascite non matrimoniali, gli Stati Uniti si colloca 49 ° tra i 91 paesi con dati comparabili. Il rapporto delle Nazioni Unite mostra che il 41% di tutte le nascite negli Stati Uniti si è verificato alle donne non sposate.

“La fertilità è diminuita in tutto il mondo a livelli senza precedenti dal 1970, osserva il rapporto. ‘La fertilità totale è sceso in tutti sei dei 186 paesi o aree per i quali sono disponibili dati in tutti e tre i periodi considerati nell’analisi dei dati. Nel periodo più recente 80 paesi o aree avevano una fecondità totale al di sotto di 2,1 figli per donna, il livello necessario per assicurare la sostituzione delle generazioni nelle popolazioni con mortalità bassa.’ “The Christian Post “.

Il mio commento: Il problema non è in questa crisi, ma nella perdita di orientamento nella vita, perchè non è chiaro: “Per cosa devo vivere?” E da qui la domanda: “Perché far nascere, crescere, lavorare e tutto il resto …? “Di conseguenza, in mancanza di una risposta a queste domande, il consumo di antidepressivi, farmaci e alcol è in continua crescita.

Quindi, il basso tasso di natalità è solo una delle conseguenze della crisi, della generale mancanza di comprensione del senso della vita. Questa domanda sorge inconsciamente nella mente di tutti, anche se non la sentiamo o la copriamo automaticamente con varie attività.
[124945]

Materiale correlato:

La sovrappopolazione e la fame non minacciano il mondo
L’egoismo può condurci all’estinzione

Come liberarsi delle persone indesiderate…

Nelle notizie (Da The Independent):  L’Irlanda sta chiedendo ai suoi cittadini di lasciare il paese se non riescono a trovare lavoro facendo un tentativo disperato di tagliare i costi dello stato sociale.

“Il Financial Times ha riportato che il governo Irlandese ha mandato delle lettere a circa 6.000 disoccupati suggerendo di cercare lavoro in altri paesi Europei per ridurre i costi legati agli ammortizzatori sociali per la disoccupazione.” […]

“La disoccupazione negli ultimi mesi si è ridotta, cadendo ai suoi livelli più bassi da quattro anni, in Novembre è al 12.5 percento, ma la disoccupazione giovanile rimane un problema.”

“Nel Complesso, un giovane irlandese su quattro sotto I venticinque anni è ancora disoccupato.”

Il mio commento: Forse I capi di stato non considererebbero di distruggere la popolazione che non è necessaria ai loro fini? Ecco di seguito un messaggio riguardanti i vaccini usati per ridurre la popolazione del terzo mondo.

Nelle notizie (Da Geopolitics and Geo-economics): Il fondatore di Microsoft nonché uno degli uomini più ricchi del mondo Bill Gates trasmette l’immagine di essere un benigno filantropo che usa i sui miliardi attraverso la sua fondazione (esente da tasse) Bill & Melinda, per affrontare le malattie, risolvere la mancanza di cibo in Africa e ridurre la povertà. In una recente conferenza in California, Gates ha rivelato un’agenda meno di pubblico dominio della sua opera filantropica – la riduzione della popolazione, anche detta eugenetica.

“Gates ha espresso il suo pensiero alla Conferenza TED2010, a Long Beach, California, a cui si partecipa solo su invito, in un discorso dal titolo, “Innovazione verso lo Zero!”. Assieme all’affermazione scientificamente assurda riguardo alla riduzione a zero delle emissioni di CO2 da attività umane entro il 2050, circa dopo 4 minuti e mezzo dall’inizio del discorso, Bill Gates dichiara, “Il primo fattore è la popolazione, il mondo oggi ha 6,8 miliardi di abitanti. Ci dirigiamo verso i 9 miliardi. Se facciamo un buon lavoro con i nuovi vaccini, la sanità, la salute riproduttiva, possiamo diminuirlo forse del 10/15%.”

“ In modo palese uno degli uomini più potenti dal mondo dichiara chiaramente che si aspetta che i vaccini siano usati per frenare la crescita della popolazione. Quando Bill Gates parla dei vaccini, sa quel che dice. Nel Gennaio del 2010 al “Elite Davos World Economic Forum”, Gates ha annunciato che la sua fondazione avrebbe donato 10 miliardi di dollari (circa 7.5 miliardi di euro) nel corso della decade seguente per sviluppare e somministrare vaccini ai bambini nei paesi in via di sviluppo.

“I produttori farmaceutici di vaccini non palesano il grande danno alla salute che deriva dalla vaccinazione degli infanti che comprende l’autismo e numerose deformità neuro-muscolari che sono state collegate con gli adiuvanti e preservativi tossici che sono usati nella maggior parte dei vaccini. […]

“Monsanto, DuPont, Dow, Syngenta ed altri giganti del mercato agricolo degli organismi geneticamente modificati sono ai vertici di AGRA, usandola come cavallo di troia per diffondere il loro semi brevettati GMO in Africa sotto l’ingannevole definizione “Bio-Tecnologia”, un eufemismo per i semi brevettati geneticamente modificati. La persona responsabile per il lavoro della Gates Foundation con AGRA è il Dr. Robert Horsch, un veterano dell’ingegneria genetica con 25 anni di esperienza con Monsanto precedentemente parte del team che ha sviluppato le tecnologie della Monsanto RoundUp Ready. Il suo lavoro è presumibilmente di usare i soldi di Gates per introdurre i GMO in Africa.”

Il mio commento: E’ anche possibile usare una vaccinazione simile con I propri concittadini!
[123142]

Materiale correlato:

Come dobbiamo sistemare il pianeta?
Le Nazioni Unite contro la famiglia tradizionale