Pubblicato nella 'Notizie' Categoria

I giovani non comprano più macchine o case

Dr. Michael LaitmanNella stampa (Lifter): “La generazione di giovani che hanno meno di 35 anni raramente comprano delle case, e ancora più raramente delle macchine. Sono chiamati la “generazione degli inquilini”, persone che hanno paura di prendere a prestito dei soldi.

“Se in passato, le persone di successo erano coloro che possedevano una casa e una macchina, ora ad essere degni di grande stima sono coloro che investono in esperienze e in conoscenze come i viaggi e le nuove iniziative imprenditoriali.

“Le persone non vogliono la prosperità e la stabilità, ma un’agenda flessibile, un’indipendenza finanziaria e geografica. Le cose materiali non hanno più l’interesse delle persone. Perché si vorrebbe possedere una macchina negli USA se si hanno a disposizione i servizi di Uber o di Lyft? In sostanza, si tratta di una macchina privata con un autista, ed i costi dei servizi di Uber non sono maggiori di quelli di una macchina propria.

“Perché si dovrebbe comperare una casa in un posto bellissimo per andarci in vacanza se si possono trovare degli alloggi in tutto il mondo attraverso Airbnb? Oggi i giovani americani cambiano lavoro, in media, una volta ogni tre anni, e ci si può spostare più vicini all’ufficio se si è in affitto e non si è proprietari. Il concetto specifico del possesso delle cose non è più rilevante”.

Il mio commento: I tempi cambiano e con essi il desiderio, oppure, al contrario, il cambiamento del desiderio provoca un cambiamento nell’atteggiamento verso il mondo e verso la vita. La revisione dell’intera scala dei valori è in corso. La rivalutazione può essere dolorosa o può essere godibile, ed è di molto simile ad un gioco. Dipende da come percepiamo i cambiamenti necessari.

[151086]

Materiale correlato:

La crisi ha cambiato l’atteggiamento dei giovani
L’Economia della condivisione: L’Economia del futuro

I microrganismi dominano il nostro mondo!

Dr. Michael Laitman Nelle notizie (da Vokrug Sveta): “Siamo costituiti per il 90% di batteri. Esaminando la nostra pelle sotto un microscopio, è facile trovare intere comunità di microrganismi. Lo stesso vale per gli organi interni.

“Il concetto di sterilità della gente è fuori moda, e la nostra vita si svolge in simbiosi con diverse specie biologiche.

“Il nostro sistema digestivo contiene moltissimi microrganismi, del peso complessivo fino a 3 chilogrammi (6 libbre). Una comunità di batteri all’interno di un essere umano è costituita da miliardi di cellule, e solo il 10% di loro sono umane.

“Il genoma umano contiene 22.000 geni umani che codificano le proteine per la regolazione del metabolismo, e aggiunge un micro-bioma circa otto milioni di batteri unici.

“Il ruolo dei batteri nel corpo umano è di eseguire le operazioni di base per estrarre l’energia dal cibo, e nel caso di infezione esterna, sia la persona sia i batteri diventano infettati, quindi lavorano insieme per difendersi contro l’attacco.

“Ogni centimetro quadrato della nostra pelle contiene circa un milione di microrganismi che resistono alla penetrazione di ospiti indesiderati. All’interno dell’essere umano, la flora batterica non solo cresce con il corpo, ma è anche il difensore principale contro l’esposizione alle tossine, virus ed agenti patogeni.

“Il genoma umano è noto per essere trasmesso dai genitori al momento del concepimento, e dopo il concepimento è soggetto a variazioni. I batteri e i microrganismi sono acquisiti, anche loro sono soggetti a modifiche e mutazioni, e la loro composizione può variare. Questo dà luogo all’impressione che la gestione della flora consentirà alla persona di mantenere la salute. Un nuovo tipo di studio sviluppato da scienziati è la decodificazione dei canali di comunicazione dei batteri e dei microrganismi, alcuni dei quali sono già stati studiati”.

Il mio commento: Fisicamente, noi siamo animali, e se raggiungiamo la spiritualità, possiamo parlare dell’essere umano solo in senso spirituale. Fino a quando non ci innalziamo dal livello animato al livello di Adamo (uomo), noi siamo animali in senso fisico, in senso morale, e in tutti i sensi.
[154245]

Materiale correlato:

La crisi mondiale degli antibiotici
Quando i batteri innocui diventano mostri mangiatori di carne

Siamo prossimi al collasso totale

Dr. Michael LaitmanOpinione (Gerald Celente, esperto americano di tendenze, editore del Trends Journal, consulente commerciale): “Oggi il maggiore esperto mondiale di tendenze ha dichiarato a King World News che la scioccante mossa della Svizzera è solo l’inizio di un crollo globale molto maggiore, il quale porterà al panico che, secondo le sue previsioni, si dovrebbe scatenare a Wall Street ed in tutto il mondo nel 2015.

Infine la gente inizia ad intravedere che non vi è stata alcuna ripresa, è stata tutta una messinscena. Le grandi quantità di denaro che hanno invaso il mondo hanno gonfiato mercati completamente falsi. Le decine di migliaia di miliardi di dollari, iniettati nei mercati a livello globale, non hanno sortito alcun effetto utile per il miglioramento dell’economia in generale. Stiamo vedendo un collasso globale. Non c’è ripresa, è tutta solo una messinscena”.

Il mio commento: Questo autore ha previsto la crisi del 2008. Non siamo in grado di gestire la crisi, perché pensiamo che sia solo una manifestazione materiale, le cui cause sono riconducibili ad errori economici, politici o sociali.

Ma la vera causa di questa crisi è la nostra mancata comprensione del programma della natura. I rapporti tra noi e con l’ambiente dovrebbero essere sviluppati e portati al livello di Adamo (uomo), la somiglianza con la forza superiore della natura e la proprietà di dazione ed amore. Si tratta dell’interazione dell’intera umanità, dato che tutte le parti della natura ai livelli inanimato, vegetale ed animato sono connesse tra loro.
[154055]

Materiale correlato:

Previsione Economica Mondiale
“Il Sistema Monetario Globale è diretto al collasso”

L’America crollerà se Obama volterà le spalle ad Israele

Dr. Michael LaitmanOpinione (John Hagee, fondatore e pastore capo della Chiesa di Cornerstone, San Antonio, Texas, ed Amministratore Delegato della Global Evangelism Television – GETV): “John Hagee ha dichiarato la scorsa settimana, durante il suo programma Hagee Hotline, che Dio distruggerà l’America per il modo in cui Obama ed i Democratici stanno trattando il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu. ‘Lo conferma la storia’ egli ha affermato.

‘Studio la storia mondiale’ ha detto, ‘E possiamo riassumere le storia del mondo con 25 parole, o meno: le nazioni che hanno benedetto Israele hanno prosperato e le nazioni che hanno maledetto Israele sono state distrutte dalla mano di Dio’.

Secondo Hagee gli imperi Egiziano, Babilonese, Ottomano e Britannico sono crollati perché non hanno offerto il giusto rispetto ad Israele, l’unico Paese ad esistere perché Dio lo ha predestinato alla sua gente prediletta. Certo è che gli storici sono concordi sul fatto che tali imperi sono crollati sotto il loro stesso peso, in quanto erano diventati troppo grandi per potere essere controllati.

‘A Dio non importa certo dei nostri rapporti con le altre nazioni’ Hagee ha aggiunto, ‘Ma controlla come l’America agisce nei confronti di Israele. Dio volterà le spalle all’America. E questo è un fatto. Lo prova la storia’”.

Il mio commento: In più di un’occasione ho sentito simili opinioni da parte di vari individui che non sono storici né predicatori. Questo tipo di discorso ha apparentemente a che fare con l’amore e con la punizione. Ma questi sono gli elementi che appartengono alla nazione di Israele, che ha la missione di portare la Luce alle nazioni del mondo e di portare il metodo della rivelazione della forza superiore al mondo.

Dio punirà l’America ed il mondo intero ma ancor prima riprenderà a punire Israele, perché è il nostro comportamento scorretto la causa dell’atteggiamento dell’America nei nostri confronti.

Non è Obama a prendere le decisioni ma noi, attraverso il nostro modo di affrontare le nostre responsabilità in questo mondo! Siamo effettivamente gli unici in questo mondo ad avere il libero arbitrio (vedi l’articolo “The Freedom-La Libertà”), per rivelare il Creatore nella connessione tra di noi.

Questa è l’unica azione libera che è stata affidata agli umani dalla natura, il Creatore, ed è stata data solo a noi, per questo siamo odiati. Le nazioni del mondo sentono la loro dipendenza dal popolo di Israele e l’antisemitismo è la loro reazione naturale al nostro comportamento.
[153982]

Materiale correlato:

Dobbiamo abbracciare la natura, al fine di andare avanti
Il piano segreto del popolo ebraico

Una pillola contro l’amore

Dr. Michael LaitmanNelle notizie (da Teoria e Pratica):L’amore non è sempre buono; può causare il dolore della perdita, provoca la violenza. In termini di fisiologia del cervello, l’amore è solo un processo ormonale che può essere controllato dal desiderio!

“Il desiderio di sbarazzarsi dell’amore si verifica quando questa sensazione è simile a una malattia.

“L’amore, che può unire le persone e tenerle vicino per partorire e allevare figli, è la base della sopravvivenza della specie. Funziona nel: 1) desiderio sessuale, 2) la simpatia e 3) l’attaccamento.

1) Il desiderio sessuale ci spinge a incontrare i potenziali partner, 2) la simpatia ci consente di scegliere tra questi e quello adatto, 3) l’attaccamento contribuisce a creare una relazione a lungo termine e ci dà la forza di lavorare fino a quando si compie il dovere dei genitori.

“Il lavoro di ciascuno dei tre sistemi si basa su ormoni, prodotte dal corpo. L’attrazione sessuale è associata agli estrogeni e testosterone – gli ormoni sessuali in uomini e donne.

“La capacità di valutare l’attrattività viene dal piacere e dagli ormoni dello stress (dopamina, serotonina, adrenalina), che ci indirizzano verso l’oggetto del desiderio, provocando un senso di eccitazione in sua presenza.

“L’affetto nasce dall’azione dei neuromodulatori (ossitocina e vasopressina); loro ci ispirano il senso di calma e fiducia, la facilità nei rapporti.

“Ma dal momento che questi tre sottosistemi operano simultaneamente, noi potremmo desiderare un partner, considerare attraente un altro, mantenere un rapporto continuo con un terzo.

“Il testosterone crea attaccamento, e l’ossitocina lega l’attaccamento all’attrazione – in modo che il più favorito è colui che è più vicino.

“Nei primi mesi, l’amore assomiglia a un disturbo ossessivo-compulsivo. Ma un anno dopo i livelli di serotonina tornano alla normalità, e l’idealizzazione del partner scompare.

“Gli ormoni che sono responsabili dell’attaccamento e di ridurre lo stress (vasopressina, ossitocina e dopamina) sono prodotti durante il tocco, le coccole, il sesso, l’allattamento al seno. Loro tengono insieme le coppie, le madri ei loro figli.”

Il mio commento: La cosa principale non è quella di intervenire in un processo naturale con le pillole. L’educazione in linea con le buone relazioni globali, come la saggezza della Kabbalah ci insegna, equilibrerà la secrezione di ormoni e ci porterà ad un miglioramento delle relazioni, l’amicizia, l’amore, e la famiglia.
[153632]

Materiale correlato:

L’Amore viene ordinato dalla natura
Abbracciare chi amiamo fa bene alla salute

Previsione Economica Mondiale

Dr. Michael LaitmanOpinione (M. Khazin): “Nel 2014 sono stati diffusi i dati di crescita dei PIL degli USA; però, si è trattato di un’esagerazione.

“Affinché una crescita economica sia stabile e duri a lungo, è necessario che incominci a crescere la domanda (la domanda delle famiglie) dei prodotti di consumo. Invece, queste genere di spese continuano a diminuire.

“Tutte le speranze di fermare la crisi sono inutili, e nel 2015 la bolla del mercato azionario americano collasserà. La crisi inizierà proprio come nel settembre del 2008, con una violenta caduta dei valori dei titoli azionari, e la stabilità del sistema bancario verrà messa in discussione, le sue disponibilità si deprezzeranno bruscamente, mentre le passività (i debiti) rimarranno.

“Ulteriori opinioni:

1. ISIL abbatterà il Regime Saudita ed inizerà una ‘campagna Sunnita’ combinata contro Israele. I colpi alle famiglie, il settore pratico, ed il ruolo del dollaro cresceranno bruscamente. Gli USA entreranno in uno stato di caos politico e sociale.
2. Gli USA ed il sistema bancario del mondo andranno in bancarotta, e non ci sarà aiuto da nessuna parte.
3. L’elite finanziaria darà inizio ad una emissione gigantesca di dollari al fine di salvare il sistema finanziario. La principale conseguenza per l’economia sarà la rovina per le imprese.

“La distruzione del WTO (l’organizzazione Mondiale del Commercio) infliggerà un colpo all’Unione Europea, alla Cina, al Giappone e alla Corea che vendono molti prodotti di Alta-Tecnologia negli Usa. Oggi, coloro che sono a favore degli americani gestiscono il potere in molti paesi. La distruzione della fonte principale delle entrate legata agli Usa e al dollaro provocherà una devastazione e una disgregazione all’interno delle elite.

“Le elite che gestiscono la finanza, con grande caparbietà, si concentreranno sull’indipendenza nazionale che farà crescere il nazionalismo l’Anti-Americanismo. Questi processi daranno forma agli eventi più di quanto sta facendo la crisi economica attuale.

“L’elite finanziaria non può accettare la responsabilità della crisi, creerà così una “forza maggiore” usando l’Islam nei paesi sviluppati e nel Medio-Oriente.

“Ci sono due approcci allo schema del mondo: soddisfacente, in qualche modo soddisfacente (che ha bisogno di riforme) e insoddisfacente ( che deve essere completamente distrutto).

Oggi l’Islam politico non accetta compromessi ed è pronto a combattere fino alla fine per la distruzione del funzionamento del mondo attuale in mancanza di un programma positivo.

“Allo stesso tempo, la crisi economica globale fa crescere la fame di giustizia nei popoli, specialmente in quelli che hanno sofferto per la crisi. E ne consegue che la sola forza ad offrire oggi qualcosa al mondo è la politica dell’Islam. Perciò, nel 2015 ci aspettiamo una notevole crescita dell’influenza della politica dell’Islam in tutto il mondo, soprattutto nel Medio-Oriente e nell’Unione Europea”.

Il mio commento: Il quadro non è completo perché l’autore non tiene conto della ragione dello sviluppo umano, l’elevazione al livello di uguaglianza con il Creatore nel desiderio di dare e di amare. La Natura ci condurrà verso sofferenze ancora più grandi fino a quando non ci renderemo conto che non c’è via di fuga e che dobbiamo cambiare la nostra natura da egoistica in altruistica per sopravvivere.

Questa presa di coscienza dipende dalla divulgazione e dall’apprendimento della Kabbalah, il metodo di correzione della nostra natura, tra il popolo di Israele, e poi in tutto il mondo. In caso contrario, ci ritroveremo di nuovo in un periodo di sofferenza, e di nuovo, tra qualche decennio, arriveremo alla stessa scelta.
[153013]

Materiale correlato:

Il futuro del pianeta: I problemi del clima e del cibo
La nuova realtà economica Europea

Un nuovo impero globale

Dr. Michael LaitmanOpinione (Yuval Noah Harari, autore di Sapiens: A Brief History of Humankind e docente, Facoltà di Storia, Università Ebraica di Gerusalemme): “Dal 2° secolo AC, la maggior parte dei popoli viveva negli imperi. Nel 20° secolo, l’ideale politico dominante fu l’ideale dello stato-nazione: autonomo, dove il popolo era la fonte di tutto il potere. Il dovere supremo dello stato era di difendere gli interessi della collettività nazionale.

“Di conseguenza, emerse l’idea che ci dovessero essere tanti stati indipendenti quante le nazioni nel mondo.

“Nel 21° secolo, il nazionalismo ha rapidamente perso terreno. Gli imperi separati rimangono nel passato. Nel futuro, gli uomini vivranno in un solo impero mondiale. Un governo unificato per tutta la Terra ci aspetta in un prossimo futuro.

“Sempre più persone stanno giungendo alla conclusione che la sola fonte legittima del potere politico è l’umanità, invece che le nazioni separate, e che l’obbiettivo principale della politica dovrebbero essere gli interessi di tutta la razza umana e sostenere i diritti umani. In questo caso, l’esistenza di 200 stato-nazioni è un ostacolo.

“Il mondo è ancora politicamente frammentato, ma la reale autonomia degli stato-nazioni sta rapidamente declinando. Nessun paese è in grado di perseguire una politica economica indipendente, di dichiarare e muovere guerre a piacimento, e anche di realizzare le proprie politiche interne.

“I paesi sono sempre più influenzati dai mercati globali, dalle corporazioni internazionali e dalle Organizzazioni Non Governative, e l’opinione pubblica internazionale e il sistema comune di giudizio stanno diventando più influenti.

”Gli stati sono obbligati a fare i conti con i modelli internazionali di condotta finanziaria, di politica e giustizia ambientale. Un forte flusso di capitali, di forza lavoro e di informazioni si sta diffondendo in tutto il mondo, trasformandolo, ed i confini e le posizioni dei singoli stato-nazioni hanno minore importanza.

“L’impero del mondo è in via di creazione davanti ai nostri occhi, e non sarà governato da uno stato o da un gruppo etnico separato – questo nuovo mondo sarà gestito da una elite multinazionale, e una cultura comune e degli interessi comuni lo terranno insieme.

Il mio commento: E’ gratificante vedere come una conoscenza più elevata stia iniziando gradualmente a prendere posto nella testa della gente del nostro mondo. La corretta prospettiva di sviluppo è in via di rivelazione ai popoli, in base allo scopo della natura di portare tutte le sue parti in uno unico, sinergico insieme. Il nostro destino dipende da come riusciremo a partecipare sensibilmente ed attivamente a questo processo.
[153074]

Materiale correlato:

“Gli europei privati della loro terra”
Come sarà individuato il futuro governo?

Due nuovi Libri sulla Crisi pubblicati in Taiwan

Due Libri sulla Crisi, scritti in caratteri cinesi tradizionali, sono stati pubblicati in Taiwan: La Crisi: Vuoi sapere perchè? e Salvezza: Come sopravvivere alla Crisi Globale.

La Crisi: Vuoi sapere perchè?Salvezza: Come sopravvivere alla Crisi Globale

La via pacifica verso il Socialismo

Dr. Michael LaitmanOpinione: (Anatoly Wasserman, giornalista): “Con l’avvento del anno 2022, il socialismo sarà più redditizio del capitalismo. Ciò significa che sarà possibile attuare le raccomandazioni date da Karl Marx nel 1862 per riscattare l’intera economia dalla borghesia, dando ad ogni proprietario ciò che gli piace di più.

“La serie di problemi che il capitalismo ha creato non è limitata dalle problematiche sulla produttività. I suoi svantaggi stanno mettendo in discussione l’esistenza stessa del mondo e dell’umanità. Pertanto, è possibile che la transizione al socialismo sarà giustificata non economicamente, ma come percorso di autoconservazione.

“Pertanto, nei prossimi anni, dovremmo parlare del grado di pericolo che il capitalismo presenta per l’esistenza stessa dell’umanità, con l’abbondanza di prove che questo pericolo abbia già accumulato. E’ necessario spiegare alle persone coinvolte in vari business che la sopravvivenza è nel loro stesso interesse, e che dovrebbero diventare agenti del socialismo per il bene di loro stessi. “

Il mio commento: La transizione avverrà in modo molto più semplice. Quella parte di umanità con il punto nel cuore applicando sforzi nella loro unità, provocherà l’influenza della Luce circostante (Ohr Makif), che produrrà cambiamenti in loro e in tutte le altre persone. Questa Ohr Makif è responsabile del nostro progresso, e attraverso il metodo di educazione integrale e istruzione, possiamo accelerare il suo effetto su di noi. Con questo, si svolgerà un buon passaggio al successivo livello di sviluppo umano.
[151208]

Materiale correlato:

La Crisi: Il collasso del capitalismo
Sul capitalismo oggi

La mia intervista con il “Corriere del Ticino” in Italia

Dr. Michael Laitman “La mia intervista con il Corriere del Ticino in Italia, in cui ho spiegato come la saggezza della Kabbalah usa l’ego per l’evoluzione umana piuttosto che provare a sopprimerlo come fanno le religioni; e come la vera ragione dell’antisemitismo è che Israele non sta condividendo la saggezza della Kabbalah con il mondo.”

(Per vedere l’articolo completo fare clic qui)

Materiale correlato:

Gli egoisti (forse) hanno ragione
Le origini dell’antisemitismo