Pubblicato nella 'Mondo' Categoria

Fate ciò che Baal HaSulam non è riuscito a fare

Dr. Michael LaitmanDomanda: Baal HaSulam ha scritto nel giornale La Nazione della minaccia dell’olocausto quasi 80 anni fa. La nostra situazione è migliorata rispetto ad allora, o solamente ci sembra che lo sia perché l’odio e l’anti-Semitismo sono andati avanti a crescere ovunque?

Risposta: La situazione oggi è molto peggiore rispetto a prima della Seconda Guerra Mondiale. E questo perché oggi una situazione di minaccia si è venuta a creare ovunque e non per solo per una nazione e alcuni dei suoi alleati.

Questa era una piccola area rispetto al mondo intero, e gli Ebrei potevano fare affidamento sull’aiuto degli altri popoli e delle altre nazioni. Oggi, non c’è niente e nessuno su cui appoggiarsi. Anche le Nazioni Unite, che rappresentano tutte le nazioni, sono contro Israele. Quindi, non abbiamo alcun posto verso cui fuggire.

Oltre a questo, oggi la situazione è molto peggiorata rispetto a prima, perché si è basata ed è cresciuta sulla base di una rottura generale, la crisi globale, di tutto e in tutti gli aspetti. L’umanità perderà tutta la dirittura razionale e perderà tutto. Quando si ritroverà in questo stato negativo, incolperà gli Ebrei per tutti i suoi problemi e i suoi fallimenti. Sentiamo queste accuse da tutti a proposito della crisi globale.

Si tratta di una situazione terribile che rispetto ad Hitler lo fa sembrare un bambinetto che combina qualche birichinata nel suo giardino. L’attuale Olocausto potrebbe diffondersi in tutto il mondo.

Domanda: Vediamo che molte nazioni Europee che prima ci sostenevano sono adesso alleate con i nostri nemici, e di conseguenza dobbiamo mobilitare tutte le nostre forze, e potrebbe essere in quello che stiamo facendo, ma non mi sembra che la gente lo capisca. Tutti sono più preoccupati dei soldi e della proprietà, e non vogliono sentire parlare di altro. Come possiamo risvegliare le persone e spiegare loro che oggi la situazione è uguale alla situazione che esisteva prima dell’Olocausto?

Risposta: Prova a farlo capire alle persone. Baal HaSulam non ci è riuscito, ma noi dobbiamo farcela. Lui ha fatto tutto il possibile, ed ha pubblicato un giornale quando tutti avevano paura di dire una parola. I suoi oppositori gli ruppero le finestre con dei sassi molte volte.

Stiamo affrontando delle operazioni di divulgazione che hanno un raggio d’azione ampio e potente, ma ci dobbiamo preparare per questa cosa nel cercare e trovare dei punti di contatto con le persone e dei punti di influenza sia per Israele che per il mondo intero. Ce la stiamo facendo sempre di più ogni giorno nel rendere le nostre spiegazioni più accessibili. Potrebbe essere anche utile per noi pubblicare un giornale e distribuirlo sia per strada che su internet.

E’ necessario tentare di fare tutto il possibile. Guardo al futuro con ottimismo. Vedo il grande ritmo con il quale abbiamo adesso iniziato la divulgazione. La cosa più importante è di non ridurre il ritmo o la pressione e organizzare dei lavori di gruppo in circoli o tavole rotonde. Allora ce la faremo sicuramente e potremo far progredire le persone verso lo scopo della creazione più rapidamente dei guai che ci arrivano da dietro e ci sopraffanno.

Se avanzeremo anche più rapidamente, allora questi guai diventeranno un aiuto e ci faranno da sostegno. In principio, non facciamo che scappare da questi guai, dopo di che, li capovolgeremo completamente. Desidereremo ardentemente lo stato della “dazione per il bene della dazione”, dopo di che, lo stato della “ricezione per il bene della dazione” e allora useremo i guai e i problemi per il nostro bene.
[137920]

Dalla 5a parte della Lezione Quotidiana di Kabbalah del 20.06.2014, Gli Scritti di Baal HaSulam

Materiale correlato:

Con il nostro viso girato verso la nazione e il mondo
Essere un modello per le nazioni

Il rating delle sfide globali Nel 2014

Dr. Michael LaitmanNelle notizie (da Gallup International):  “WIN/Gallup International, l’associazione leader a livello mondiale nelle ricerche di mercato e nei sondaggi, ha rivelato che gli intervistati del suo sondaggio annuale globale per quanto riguarda la corruzione l’hanno considerato come il problema più importante di fronte al mondo di oggi.

  • 21% degli intervistati ha identificato globalmente la corruzione come il problema più importante di fronte al mondo di oggi – il tasso di risposta più alto tra le 17 categorie;
  • I problemi economici al secondo posto a livello mondiale al 14%;
  • La povertà (il divario tra ricchi e poveri), al terzo posto a livello mondiale al 12%;
  • Le maggiori regioni interessati: Asia (26%), Americhe (19%) e MENA (15%) hanno risposto la corruzione; L’Europa Occidentale (24%) e l’Europa dell’Est (20%) hanno risposto la povertà; l’Africa ha risposto che sono i problemi economici (21%).
  • I dati sono stati raccolti come parte del sondaggio annuale 2013 di WIN/Gallup International che ha intervistato 66.806 persone in 65 paesi.
  • Le maggiori preoccupazioni in Bulgaria: la povertà / il divario tra ricchi e poveri – il 23%, i problemi economici – il 17%, la disoccupazione – il 15%, la corruzione – 9%, la guerre e i conflitti – 7% e la criminalità – 5% “.

Il mio commento: Nessuno ha sottolineato che l’unico problema al mondo è superare il rifiuto tra le persone, quindi correggendolo, noi aiutiamo il mondo a cambiare per diventare bello. Vediamo che questo problema non è considerato risolvibile. Ciò significa che dobbiamo fare ogni sforzo per spiegare alla gente che l’unica soluzione è quella di creare connessioni tra le persone. In caso contrario, nessun problema sarà risolto, e globalmente ci porterà tutti alla guerra.
[137170]

Materiale correlato:

In attesa della crisi
La crisi ha cambiato l’atteggiamento dei giovani

Le carenze dello Stato

Dr. Michael LaitmanOpinione (Martin van Creveld, Ph.D., professore di storia militare all’ Universita Ebraica a  Gerusalemme, autore di 17 libri sulla strategia e la storia militare): “[Martin van Creveld] sostiene che lo Stato, dal 1648 è diventato una creatura diversa da qualsiasi forma precedente di governo civile. Prima di allora, il governo era stato identificato con qualche persona o gruppo di persone. Dopo il 1648, lo Stato ha perso l’identificazione personale ed è diventato una persona giuridica, una società. ‘E come una società, ha una personalità indipendente.’ Tutti i governi precedenti non sono riusciti a fare questa distinzione cruciale tra la persona al governo e l’organizzazione dominante. Luigi XIV poteva dire con molta verità, ‘Io sono lo Stato.’ Luigi Napoleone non poteva.

“Egli definisce lo stato da tre caratteristiche.

“Sovranità, con la quale lo Stato pretende o si rifiuta di condividere qualsiasi di queste [funzioni] [fare la guerra, fare la pace, emanare leggi, dispensare giustizia, aumentare le entrate, determinare la valuta, e fornendo sicurezza interna] con gli altri, ma concentra tutto nelle proprie mani”.

“Territorialità, esercita tali poteri su tutte le persone che vivono all’interno dei suoi confini e su di loro soltanto.

“Astrattezza, la cosa più importante, è un’organizzazione astratta. A differenza di qualsiasi dei suoi predecessori in qualsiasi altro momento e luogo, non è identico ne con i governanti né con i governati; non è né un uomo né una comunità, ma un invisibile essere conosciuto come una società.

“Nel complesso, la minaccia per lo Stato non viene da parte di singoli individui o da gruppi del genere che hanno esercitato le funzioni di governo nelle varie comunità in diversi momenti e luoghi prima di 1648 ma invece viene da altre compagnie. In altre parole, da questi “uomini artificiali” che condividono la propria natura ma differiscono da esso, sia rispetto al loro controllo sul territorio, sia per quanto riguarda l’esercizio della sovranità. Alcune delle compagnie in questione sono di natura territoriale, ma la maggior parte non lo sono. Alcuni sono regionali e più grandi degli Stati, altri più piccoli e puramente locali. Alcuni sono intergovernative, altri non governative. Alcuni sono principalmente politiche per natura, altri dedicati a diversi scopi come fare soldi, proteggere l’ambiente, diffondendo qualche messaggio religioso, o di moltiplicazione di qualche causa particolare che può variare da ridurre l’inquinamento ai diritti degli animali. [Anche se] tutti hanno in comune il fatto che sono più in sintonia con le moderne tecnologie, comunicazioni e trasporto, in particolare, come lo stato. Come risultato, alcuni di loro sono in grado di crescere molto di più in richezza di molti stati; o assumere alcune delle funzioni di quest’ultimo; o eludere il controllo, stabilendo colonie e spostando le proprie risorse al di fuori dei suoi confini; o influenzare le opinioni dei suoi cittadini più di quello che possono i governi; o (come nei numerosi casi di guerriglia e organizzazioni terroristiche) resistendo con successo con le armi in mano; o, non di rado, una combinazione di tutte queste cose. “

Il mio commento: Tutto lo sviluppo umano porta all’estinzione dello stato e alla creazione di un unico sistema sociale globale.
[136642]

Materiale correlato:

Rivoluzione globale
Gordon Brown descrive il piano per dare forma alla prima società globale

Una trappola e la via d’uscita

Dr. Michael LaitmanNotizia (tratta da Vedomosti): “Recepiamo nuove informazioni solo quando la nostra prospettiva non è minacciata. Fatti negativi, portati all’attenzione dei sostenitori di un regime, non possono essere metabolizzati da essi e non modificheranno il loro punto di vista. Per via di tali caratteristiche della nostra coscienza, l’esistenza di media indipendenti e di internet non risolve il problema.

Le persone considerano solo quelle informazioni che non costituiscono una minaccia per la loro visione del mondo e filtrano tutto il resto. E’ incredibilmente difficile per politici e popolazioni accettare che la strada scelta li ha portati ad un punto morto, dato che cambiare corso significa minare un intero sistema di vedute.

Una volta realizzato che il corso politico prescelto non porta i risultati sperati, spesso un Paese non cambia ma, al contrario, insiste nella realizzazione del programma iniziale, cosa che peggiora la situazione economica del Paese e porta ad un irrigidimento del corso politico sbagliato. Una trappola mentale porta il Paese in un circolo vizioso.”

Il mio commento:  Nonostante sia opposta alla direzione corrente, la decisione corretta può essere accettata a patto che venga valutata in maniera obiettiva. Ciò è possibile solo tramite un workshop condotto in base ai principi dell’educazione integrale, in un cerchio nel quale le persone siano uguali e si annullino. Esse devono essere pronte per una piena connessione, allo scopo di rivelare l’unione (la Forza Superiore) al suo interno, aderendo alla Forza Superiore tramite la somiglianza delle proprietà (mutua dazione), in modo da creare contentezza in essa.
[136819]

Materiale correlato:

La tecnologia del processo decisionale
La struttura integrale della nostra percezione

Trasformare la UE in una Superpotenza

Dr. Michael LaitmanL’opinione (Anton Nevzlin): “Assumendo la presidenza della UE dalla Grecia, che è stata segnata da un totale fallimento e dalla mancanza di coordinazione nell’area internazionale, l’Italia tenta di restituire agli Europei la fiducia nel potere del Vecchio Continente.

“L’Italia intende mostrare all’Europa la nuova prospettiva di una unificazione più intensa, il che dovrebbe risultare in uno stato pan-Europeo, con organismi comuni di potere supremo – “solamente un’Europa forte ed unita è la soluzione alla luce delle sfide del nostro tempo”.

“Abbiamo bisogno di un’Europa più leggera – con regole semplici che tutti possano riconoscere, secondo il principio dell’antica Roma “E Pluribus Unum” (“Da molti uno soltanto” è anche una frase sullo stemma degli Stati Uniti).

“L’idea di una potente nuova Europa rimarrà a livello di retorica, ma è questo che serve a tutti gli Europei adesso. Gli studi sociologici mostrano che in connessione con gli eventi in Ucraina, i residenti dell’Europa Unita si sono sentiti in qualche modo demoralizzati. Come si è poi visto, un’associazione economicamente potente con più di 500 milioni di persone non ha avuto nulla per rispondere alla Russia. In molti hanno avuto paura al pensiero che, in caso di un conflitto più serio, l’Europa sarebbe impotente.

Il mio commento: Questa è, naturalmente, l’intenzione egoistica di procurarsi un vantaggio sugli altri, possibilmente a loro spese, e anche contro altri paesi, perché l’unificazione della UE non è per il bene di una futura unione del mondo. Quindi, questa unificazione potrebbe dare alla UE qualche vantaggio temporaneo, ma sul lungo periodo, ritornerà come un boomerang e distruggerà la UE.
[135357]

Materiale correlato:

Europa: Una casa comune, un problema comune
Per salvare l’euro, la crisi peggiorerà

Sull’approccio al Secondo Illuminismo

Dr. Michael LaitmanL’opinione (Yuri M. Kagramanov, pubblicista, esperto di cultura): “C’è un mezzo per impedire il declino della civiltà Europea? Dal principio del 21° secolo, nelle varie discussioni incrociate dell’occidente, ci sono state delle dichiarazioni sulla necessità di un Secondo Illuminismo, che darebbe un nuovo impeto alla civiltà Europea – proprio come ha fatto l’illuminismo classico.

“L’elite culturale si è massificata come in un pantano, e l’umanità non solo ha assimilato ciò che gli intellettuali dell’Illuminismo sognavano, ma è ricaduta in una specie di fanciullezza: è interessata solamente a ciò che riguarda il corpo, le comodità, il benessere, il potere delle cose materiali…l’infantile umanità del 21° secolo dimostra i difetti propri dei bambini: credulità, immoralità, vigliaccheria, ignoranza, propensione alla violenza, e spirito di gruppo.

“La fiducia dell’illuminismo che gli esseri umani fossero in gradi di prendere in mano il destino del mondo è completamente persa. Non abbiamo bisogno di ideologie ma di una visione globale del mondo – è un concetto molto più ampio ed è sempre stato determinato dai cervelloni.

Il mio commento: Non ci sarà un Secondo Illuminismo come i maestri studiosi dell’Europa fantasticano. L’egoismo è germogliato solamente una volta e ha dato i suoi frutti, e oggi li stiamo raccogliendo! Il Secondo Illuminismo dovrebbe essere altruistico, e sarà portato nel mondo non dagli egoisti ma da coloro che hanno gestito il modo per uscirne, cioè, i Kabbalisti. Il Secondo Illuminismo è chiamato “L’educazione integrale del mondo” o la “saggezza della connessione”.
[134863]

Materiale correlato:

Può l’ Unione Europea aiutare il Mondo ad uscire dalla Crisi economica ?
I tedeschi hanno provocato la crisi europea

La crisi Ucraina causerà cambiamenti strutturali

Dr. Michael LaitmanOpinione (di Sergei A. Karaganov, rettore della Scuola di Economia Mondiale ed Affari Internazionali preso la Scuola Superiore di Economia dell’Università Nazionale di Ricerca in Russia): “E’ piuttosto ovvio che le conseguenze economiche della crisi attuale saranno molto più profonde di quanto ora possa sembrare, anche per gli europei. Ciò che sta accadendo non è solo il collasso di un sistema geopolitico ma qualcosa di molto più grave.

Disabilitare i servizi del circuito Visa, strumenti bancari, mina di fatto il sistema economico che è stato creato in occidente ma di cui usufruisce il mondo intero, che è ora economicamente più importante del solo occidente. E’ evidente che avremo enormi cambiamenti strutturali nel corso dei prossimi decenni.”

Il mio commento:  Il collasso di questo sistema avviene a tutti i livelli, altrimenti non potrebbe essere sostituito con il prossimo sistema. Ed il prossimo sistema sarà integrale, pienamente interconnesso e del tutto opposto al sistema attuale. Quindi il collasso del sistema presente è graduale ma globale.

Saremo in grado di rimpiazzare il vecchio sistema egoistico con il nuovo sistema altruistico solo rieducando l’umanità. La Kabbalah è stata rivelata nel nostro tempo proprio per questo motivo.
[134565]

Materiale correlato:

Un quadro alternativo per il sistema finanziario globale
Manifestazioni in Ucraina: L’America contro l’Europa – Creare il caos nello Stato

Il mondo è stanco dalla democrazia

Dr. Michael LaitmanNelle notizie (da The Economist): “La fede nelle fiamme alte della democrazia nei suoi momenti di trionfo, come anche nel rovesciamento dei regimi impopolari del Cairo o Kiev, è solo per sputacchiarsi ancora una volta. Fuori dall’Occidente, la democrazia spesso avanza solo verso il collasso. E nel Occidente, la democrazia è troppo spesso associata al debito e disfunzioni in patria e eccessi all’estero.

“La regolazione nei tempi duri sarà resa ancora più difficile da un cinismo crescente verso la politica. L’appartenenza a un partito è in declino in tutto il mondo sviluppato: solo l’1% dei britannici sono ora membri di partiti politici rispetto al 20% nel 1950, anche l’affluenza alle urne è in calo: uno studio su 49 democrazie ha constatato che era diminuita di 10 punti percentuali tra il 1980 -84 e 2007-13. Un sondaggio di sette paesi europei nel 2012 ha rilevato che più della metà degli elettori non avevano fiducia nel governo eletto. Un sondaggio di opinione YouGov degli elettori britannici nello stesso anno, ha trovato che il 62% degli intervistati ha convenuto che ‘i politici dicono bugie tutto il tempo.’

“Molti Cinesi sono pronti ad attaccare il loro sistema, se condizionerà la crescita. Nel 2013 Pew Survey of Global Attitudes ha mostrato che l’85% dei cinesi erano ‘molto soddisfatti’ della direzione del loro paese, rispetto al 31% degli americani.

“Anche Wang Jisi, dell’Università di Pechino, ha osservato che ‘molti paesi in via di sviluppo che hanno introdotto i valori occidentali e i loro sistemi politici stanno vivendo il disordine e il caos’ e che la Cina offre un modello alternativo. “

Il mio commento: Le tappe egoistiche di sviluppo umano sono passate attraverso cinque fasi di sviluppo evolutivo e si sono esaurite entro l’inizio del 21 ° secolo, e ora spingono l’umanità a una nuova fase, l’altruismo, cioè, hanno bisogno di essere sostituite da nuove fasi di sviluppo, le cinque fasi della proprietà della dazione e dell’amore.

La consapevolezza della necessità di questa crescita è problematica perché presuppone la necessità di mettere se stessi al di sotto della natura, di obbedire alla sua integralità e globalità, e imparare come raggiungere la somiglianza con essa (adesione con essa).
[132416]

Materiale correlato:

La Democrazia della dazione e della ricezione
“Il capitalismo e la democrazia non sono compatibili in Internet”

La cura per il mondo è nell’educazione integrale

Il numero di persone nel mondo che soffrono di depressione sta aumentando. Rifiuto, non comprendere il significato della nostra esistenza, uso di stupefacenti, terrorismo, sono tutti indicatori di un disagio esistenziale.

Dobbiamo arrivare al punto in cui potremo portare il mondo ad uno stato razionale ed equilibrato. Adesso, quando molte persone si trovano disoccupate e senza avere niente da fare, è un fattore sociale molto pericoloso e i governi ne sono spaventati. Che cosa si può fare allora?

È impossibile distruggere milioni e perfino miliardi del supposto superfluo nel mondo semplicemente con le guerre. Ci potrebbe essere una guerra dopo la quale non rimane niente. Non c’è una soluzione ragionevole, perfino se abbiamo un approccio al problema secondo Malthus: “Purifichiamo semplicemente l’umanità da tutti gli elementi ridondanti e tagliamola a metà” – non funzionerebbe!

Abbiamo visto come il collasso del dieci per cento di una pianta nucleare in Giappone abbia avuto degli effetti terribili in tutto il mondo, molti dei quali non conosciamo, come su Chernobyl, perché l’informazione rimane classificata.

Ma anche questi “piccoli” problemi sono sufficienti per fermare la costruzione di nuove piante nucleari nel mondo. É stato capito che sono una minaccia e perciò la costruzione di nuove piante è stata bloccata. Ma da questa semplice azione vediamo che non c’è problema e non c’è soluzione. Il problema si trova tutto insieme da un’altra parte: Come possiamo portare miliardi di persone a uno stato equilibrato?

Allora potremmo vedere il licenziamento di molte persone dai loro posti di lavoro come la transizione dell’uomo a un altro tipo di lavoro, a un lavoro sociale produttivo, in modo di poter costituire veramente una società umana molto più vantaggiosa per tutti quanti.

Questo può essere implementato unicamente con l’educazione integrale per tutti. In questo modo solleviamo la persona al livello della comprensione integrale, del controllo globale della natura, e allora lei tratta se stessa, il mondo, e tutto in maniera diversa.

Prima di tutto comprende che il problema non riguarda unicamente ricchi e poveri, ma anche buoni e cattivi governanti, o miliardari che prendono tutto per loro stessi, ma comprende anche che c’è qui una chiara direzione, ed è cosi che la natura ci sviluppa. E questo significa che dovremmo prendere una forma che si adatti alla natura perché non possiamo fare niente contro di essa. L’unica cosa che possiamo fare è comprendere le leggi della natura. Se noi ci adattiamo alle leggi della natura, porteremo noi stessi allo stato più confortevole.
[74343]

(Tratto dal programma di Kab.TV “ Fondamenti della Società Integrale”, 26.02.2012)

Materiale correlato:

Educazione Integrale, Conversazione 1
La via verso la Garanzia Reciproca
Garanzia mutua– A tutto il mondo

Il problema è solamente dentro di Noi

Il desiderio di ricevere non scompare; non nasce, non si sviluppa, e non cambia; rimane solamente nascosto o si rivela nella misura in cui può essere usato. L’occultamento del desiderio e la sua rivelazione avvengono in base ai gradini della scala spirituale.

L’intero sistema è già organizzato e costruito dall’alto in basso: quando i livelli scendono verso il basso, essi nascondono in sé un’altra parte del desiderio di ricevere. Il suo uso è a noi nascosto, poiché non possiamo usarlo nel modo corretto.

Per impedire agli esseri umani dal fare errori quando ascendono dal basso verso l’alto, i desideri vengono gradualmente rivelati a loro, ma soltanto la parte del desiderio con la quale possono lavorare correttamente.

L’intera scala spirituale è un segno dell’ampiezza di quanto del nostro desiderio può esserci rivelato in modo da poterlo usare, in modo che saremo in grado di superarlo e correggerlo, e non perderemo la testa, volendolo colmare ad ogni costo.

Se ci venisse rivelato immediatamente un desiderio forte, penseremmo solamente al suo appagamento egoistico. Se ci venisse data una posizione molto importante, per esempio, se fossimo responsabili di tutte le stazioni radio e di tutti i canali televisivi, allora non parteciperemmo più alle lezioni. Diremmo che avevamo delle cose più importanti da fare, che dovevamo prenderci cura del mondo.

Perciò, non ci viene data questa posizione ma qualcosa di più semplice. Tutto dipende da quanto ci possiamo veramente preoccupare e prendere cura del mondo e, naturalmente, in base a cosa va bene per il mondo e se è arrivato il suo momento. Se potessimo avanzare di più da soli, potremmo dare al mondo di più poiché è pronto per questo. E’ già aperto, disponibile. Potremmo donargli di più ed avvicinarlo a noi ed insieme potremmo elevarci ad un livello più alto.

Il mondo è il livello più basso, e noi siamo il livello intermedio, e sopra di noi c’è un livello ancora più elevato, il Creatore. Dobbiamo risvegliare il mondo in modo che il mondo ci risveglierà. Ciò significa che dobbiamo donare al mondo e diffondere il messaggio ovunque sia possibile. Allora il mondo incomincerà a risvegliarci, e noi saremo in grado di elevarci verso il livello superiore e compiere le azioni spirituali per il mondo.

Tutto è già al suo posto, ed è chiamato cerchio interno e cerchio esterno, e poi c’è un altro cerchio ancora più esterno. Il problema è solamente dentro di noi.
[98260]

(Dalla 3.a parte della lezione quotidiana di Kabbalah del 10.01.2013, Lo Studio delle Dieci Sefirot)

Materiale correlato:

Che cos’è una “salita in alto” spirituale
Un ascensore per il mondo spirituale