Pubblicato nella 'Felicità' Categoria

Come possiamo diventare felici?

michael-laitman_19Nota: Alcuni gruppi di scienziati della Harvard University e della California University hanno scoperto che un uomo felice “infetta” tutti con il suo stato d’animo. Un suo amico diretto viene “infettato” per il 25%, un amico di un amico per il 10% e il prossimo amico nella catena per il 6%.

Commento: E se lo facessimo in modo reciproco, tutti saremmo felici al 100%. Si potrebbe obiettare: “Ma io non lo sono!” Ma questa è una scusa, perché anche se un uomo sorride in maniera ipocrita, gli altri percepiscono il suo sorriso come reale e diventano più felici, più allegri. E tutto questo arriva poi a voi da qualcun’altro.

Così i Kabbalisti che hanno appena iniziato il cammino spirituale e non hanno ancora raggiunto la grandezza del Creatore, “si infettano l’uno con l’altro”, per elevarsi artificialmente oltre all’egoismo.

Non avendo ancora la capacità di amare assieme, essi coltivano artificialmente “l’amore” – “giocano con l’amore” – e l’amore appare, perché con il loro desiderio essi richiamano la Luce (Ohr Mekif) circondante.

Nel nostro mondo, un bambino che desidera diventare adulto cresce imitando gli adulti. Anche lui inconsciamente attira su se stesso l’energia superiore. Superiore – perché dal prossimo gradino del suo sviluppo, egli avrà voglia di raggiungere un altro gradino. Nemmeno nel nostro mondo esiste altro modo per passare da un gradino all’altro. Anche nella crescita del corpo vegetale e animale, vediamo all’opera lo stesso principio: rifiuto del proprio stato e desiderio di arrivare al gradino seguente – sono le forze che promuovono la crescita ed il cambiamento. La Kabbalah utilizza le vere forze della natura!

Comunicato stampa Reuters: Le donne sentono di meno la crisi e sono più ottimiste; le donne prestano maggiore attenzione alle amicizie, alle relazioni con i bambini, con i colleghi e i superiori, e l’umore degli uomini è molto influenzato dal loro benessere; le donne sono più soddisfatte degli uomini circa la loro vita sessuale.

Dai risultati del sondaggio in 51 paesi: la felicità non è una questione di soldi – il numero delle persone felici nei paesi più poveri è più alto rispetto a quello nei paesi più sviluppati.

Materiale correlato

L’arte cambierà con noi

upper-worldDomanda: Considero spesso i miei pensieri e i miei sentimenti come un pubblico con differenti desideri. Un grande gruppo di desideri sono i “nemici” della Kabbalah, chi dice, “Noi non possiamo immaginare la vita senza un ampio raggio di sentimenti, incluso il dolore, la sofferenza, e le emozioni negative! Cosa succederà all’arte, alla musica, al teatro, e al cinema?

La nostra esistenza è fondata sulla comparazione, sulla critica e sulla competizione. Cosa potrebbe esserci di meglio? La pace, l’eternità e la beatitudine sono così assurde e noiose! Noi vogliamo solo una piccola parte di questa “felicità”, ma non la vogliamo per tutti o per sempre. Come potrebbe vivere la gente senza le lacrime e il dramma?

La mia risposta: Tu immagini la spiritualità come un posto senza movimento e il paradiso come qualcosa di assurdo o di noioso. Tuttavia, il vero dramma accade solo quando la nostra natura è in disaccordo con il Creatore. Ogni altra cosa, al di fuori di questa, è solo “un gioco da bambini”, perché per il momento non possiamo nemmeno comprendere dove siamo.

Siamo come dei bambini appena nati, che piangono per dei piccoli dispetti e che se la godono con dei piccoli piaceri. Noi supereremo questa fase e arriveremo a comprendere come sono limitate le nostre attuali forme di arte, che esprimono solo il nostro minuscolo egoismo e i suoi “drammi”. Questi “drammi” sono falsi, e ti senti legato ad essi perché ancora non li hai superati, o perché ti è stato insegnato “di soffrire” attraverso di essi.
L’arte è in crisi come qualsiasi altra cosa. Dovrai trovare dei nuovi mezzi per esprimere la sofferenza dell’umanità di oggi; le vecchie classi non possono farci nulla. L’arte descrive il mondo interiore di ogni generazione e perciò, cambierà.

materiale correlato:

un’artista kabbalista… ecco a voi Anya Smolnikova

Il danaro non compra la felicità

mans-relationship-with-the-creator-is-like-a-dramatic-love-storyDai giornali (dalla Gallup International): “Voice of the People 2008” il sondaggio internazionale Voice of the PeopleTM della Gallup, condotto in 56 paesi, ha rilevato che i due terzi degli abitanti del mondo (62%), affermano di prendere la vita così come viene, mentre un terzo (33%) tende ad essere molto preoccupata. L’Africa è la regione dove la stragrande magioranza degli intervistati ha affermato di prendere la vita così come viene: questo è stato dichiarato da tre quarti degli (75%). E’ interessante notare che oltre la metà della popolazione intervistata in Africa (53%) ha dichiarato di essere molto felice, cosa che implice una proporzione significativamente più alta di quelle di altre regioni.

Il mio commento: Cosa hai da dire in merito, Europa!?

Dai Giornali: (da Bloomberg):Brown, Berlusconi dicono che la fiducia è il fattore chiave per l’economia” Il Primo Ministro inglese Gordon Brown ed il Primo Ministro Italiano Silvio Berlusconi hanno affermato che il ripristino della fiducia e delle normative fiscali più stringenti aiuteranno il mondo a superare le recessione.

Il mio commento: Questa affermazione è assolutamente coretta. Ma in che senso? Sono già in possesso del metodo di correzione?

Materiale correlato:
La crisi finanziaria è per il nostro stesso bene
Cambiando le nostre intenzioni, cambiamo tutta la nostra realtà

UNIONE nella tua lingua

Il cammino spirituale è lastricato di discese e successive salite.

ravDomanda: In alcune occasioni ho l’orribile sensazione che il lavoro, la famiglia, la salute e il mondo che mi circonda stiano per crollare. Questo stato d’animo influenza le mie prospettive. Come posso comprendere l’insorgenza di questi stati ?

La mia risposta: Bisogna cominciare a capire che la nascita di un nuovo stato avviene solo attraverso un cammino fatto di discese e ascese»

Domanda: Qual è il significato di cadere per tirarsi su? Se una persona all’improvviso inizia a fare cose che non aveva mai fatto prima, questa è una discesa ?

La mia risposta: Se la persona in questione ha studiato la Kabbalah nei suoi momenti liberi, allora è un caso di egoismo accresciuto. È scritto: “Se uno si trova più in alto degli altri, il suo egoismo è maggiore di quello degli altri”. Si sta parlando di “cadere per tirarsi su”, quindi si tratta di un processo corretto per rivelare la nostra natura! Il buono in tutto questo è che l’uomo ha bisogno di un desiderio enorme per raggiungere il Creatore. Ė così che si crea il desiderio! Questa fase sarà seguita da un’ascesa spirituale e sarà rimpiazzata da un’altra discesa e così via fino alla correzione finale, il grado più elevato.

materiale correlato:

Shamati 191: il tempo della discesa
l’ unità degli amici
la luce che riporta al bene