Pubblicato nella 'Bambini' Categoria

Perché far nascere bambini in questo mondo orribile?!

Domanda: Da una lettera: “Sono pieno di odio per i miei genitori che mi hanno fatto nascere in questo mondo! Perché? Non hanno visto che questo mondo è un mucchio di spazzatura, che non è adatto per vivere?! Non voglio viverci e non posso andarmene da solo. Vivo con un dolore costante.

Nonostante questo, sono sposato. Ma al primo appuntamento ho detto a mia moglie: “Non avremo figli.” Lei è stata d’accordo. Siamo sposati da 5 anni. Mia moglie mi ha chiesto di scriverle e chiedere la sua opinione. Ma che lei sappia che ho preso la mia decisione.”

Questa persona scrive con un’opinione inequivocabile che non farà figli in questo mondo. Ma sua moglie sembra volerlo. Cosa ne facciamo di tutto questo? Il mondo è davvero così brutto che si ha paura di avere figli?

Risposta: E allora? È spaventoso, ma tu li metti al mondo. Fai la cosa giusta, ciò che un individuo deve fare. Fai qualsiasi cosa per questo.

Domanda: Dovrei pensare ai bambini?

Risposta: Tu devi pensare ai bambini, tu penserai ai bambini. Adesso non stai pensando ai bambini, tu stai pensando a te stesso.

Devi dare alla luce la prossima generazione. Perché in natura è così, guarda gli animali. Per quanto riguarda la prossima generazione, noi siamo come gli animali. Ogni coppia dovrebbe dare alla luce un maschio e una femmina.

Domanda: Coloro che hanno deciso di non volerlo, possono essere chiamati una famiglia?

Risposta: Questo è il più alto egoismo, e non puoi chiamarli una famiglia.

Una famiglia sono un maschio e una femmina che creano la propria specie.

Dico cosa è scritto nella Kabbalah. La saggezza della Kabbalah è più alta di quella del nostro mondo, e parla di come è stabilito dalla natura. Chiamala Natura o Bore’. Siamo obbligati a riprodurre la nostra specie, e così continuiamo noi stessi nei nostri discendenti.

Domanda: E per quelle persone che deliberatamente non continuano se stesse nei discendenti, qualcosa, in qualche modo successivamente reagisce in loro o no?

Risposta: La loro storia finisce con loro. Ma un individuo deve sforzarsi di continuare se stesso.

[276602]

Dalla trasmissione di KabTV “News with Dr. Michael Laitman”, 30/11/2020

Materiale correlato:

Il tempo e l’amore per i bambini
Il cuore di una madre
“Maledetto chi maltratta il padre e la madre!”

Qual è la mia chiamata?

Domanda: Secondo le ricerche ci sono quattro forze principali che danno la possibilità ad una persona di determinare per che cosa ha talento.

Primo: uno stato positivo. Una persona sperimenta emozioni forti e positive da un’azione eseguita con il suo talento interiore. Secondo: il riscontro dall’ambiente, il riconoscimento esterno. Cioè, se una persona fa bene qualcosa poi l’ambiente reagisce a questo e le mostra che avrà successo.  Terzo: il volere di un’altra persona o di un insegnante che è capace di valutare una persona e dire che avrà talento in questo. Quarto: l’analisi dei risultati. Una persona, da sola o con l’aiuto di altri, analizza le proprie azioni e determina che è più vincente in un determinato campo. Come so qual è la mia chiamata?

Risposta: In base a ciò che ti attrae di più. Non c’è bisogno di tutte queste definizioni intelligenti elencate sopra. Fai attenzione a cosa vuoi e non a cosa sei forzato a fare.
Da bambino, i miei genitori volevano molto fare di me un musicista e mi hanno obbligato a studiare musica. Ho fatto tutto tranne quello. Alla fine, non è uscito nulla da questo. Sono cresciuto come una persona normale, penso non peggio degli altri.

Questo è il motivo per cui non c’è bisogno di correre dietro a nulla, devi solo capire per che cosa hai propensione, cosa puoi fare, così che la vita ti dia piacere e tu darai piacere agli altri.

Domanda: Lei pensa che in questo modo si possa arrivare a capire il proprio scopo?

Risposta: Si. Quando pensi a come puoi essere utile agli altri ma alla fine fai ciò che ti piace, poi da queste due combinazioni puoi trovare te stesso.

Domanda: E come chiarire il grande numero di influenze che subiamo dagli altri?

Risposta: Non ascoltare nessuno! Nessuno ti conosce bene come te stesso e nessuno può darti nessun consiglio. Pensa a cosa vorresti fare, cosa è più vicino a te e come puoi dare piacere agli altri con la tua professione o mestiere, e sarai felice.
[274454]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 6/11/2020

Materiale correlato:
La nuova era dell’adolescenza
Trova te stesso
Raggiungere l’obiettivo desiderato

Come posso esprimere correttamente i miei sentimenti?

Domanda: Ci sono sette emozioni di base che sono accompagnate da espressioni facciali: tristezza, rabbia, disprezzo, disgusto, paura, sorpresa e gioia. Anche Charles Darwin considerava l’amore come un’emozione di base, sebbene non abbia un’espressione facciale.
Come si possono esprimere correttamente i propri sentimenti, compreso l’amore?

Risposta: Dipende dal carattere della persona. Ognuno esprime le emozioni a modo suo. Determinate espressioni corrispondono a determinati tipi di persone.
Ma, in linea di principio, non devi pensare a come esprimerli. Devi solo essere più franco con gli altri, cercare di farli sentire bene vicino a te, e poi qualsiasi tua espressione facciale verrà letta correttamente.
[274622]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 6/11/2020

Materiale correlato:
New Life n.281 – La fonte delle emozioni ed il loro ruolo
L’evoluzione dei desideri – 8′ Parte
Con che cosa inizia l’amore ?

Da cosa dipende un matrimonio felice?

Domanda: Tutta l’umanità crede che i matrimoni celebrati in età matura siano più forti e più stabili. È davvero così? Quando una persona ha bisogno di sposarsi?

Risposta: Naturalmente, nel tempo diventiamo più saggi. La vita ci educa con metodi piuttosto duri. Tuttavia, non devi per forza farne esperienza. Tutto dipende dall’istruzione ricevuta, dal tipo di esempio che il bambino ha avuto in famiglia. Sappiamo che i bambini ripetono alla lettera ciò che vedono fare ai loro genitori.

In generale, inizierei a educare una persona alla vita familiare già dalla scuola dell’infanzia e continuerei a scuola, all’università e al lavoro. Circoli domestici, televisione, tutto dovrebbe essere dedicato alla creazione della famiglia corretta come unità della società.
[272082]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 1/09/2020

Materiale correlato:
La famiglia del futuro
New Life n.204 – La famiglia nel nuovo mondo
Il virus ha individuato il problema all’interno delle famiglie

Cosa è importante nella crescita dei figli

Domanda: Al giorno d’oggi, non è raro trovare su Internet “consigli lampo” su come crescere i propri figli. Lei ha degli ottimi consigli sulla genitorialità?

Risposta: La cosa più importante nell’educazione dei bambini è organizzare correttamente le loro vite, in modo che non si sentano schiacciati nella struttura della scuola odierna e persino dell’asilo; in modo che vengano educati ad essere sempre più in buona connessione fra loro, sulla base degli esempi giusti degli adulti.

I bambini imparano tutto dai loro genitori e nonni. Se mostriamo loro la corretta relazione tra le persone in tutti gli aspetti della vita, inizieranno anche a relazionarsi correttamente fra loro e con la natura.

Domanda: Spesso online viene posta una domanda un po’ strana: è necessario “crescere i figli”?

Risposta: Tutti crescono i propri figli, anche gli animali, oltre alle persone. Sono obbligati a farlo! Ma senza istruzione, una persona diverrà peggio di un animale.

 

[271533]

Dalla trasmissione di KabTV “Kabbalah Express”, 1/09/2020

Materiale correlato:
Come crescere i bambini
Come spiegare ai bambini che dobbiamo cambiare?
Il tempo e l’amore per i bambini

Come possiamo insegnare a un bambino a essere gentile?

Domanda: Come possiamo insegnare a un bambino a essere gentile, a essere innamorato del mondo e della natura?

Risposta: Solo con l’esempio. Il bambino deve vedere costantemente esempi intorno a lui. Non ci sono altri modi. Non importa cosa gli dici, non importa cosa gli consigli, niente di tutto ciò produrrà risultati. Il suo ambiente dovrebbe dargli solo esempi positivi in ​​modo che li assorba fin dalla tenera età.

Domanda: Cosa succede se viene cresciuto in una famiglia con un solo genitore? Se allevo mio figlio da sola e non vede l’esempio del padre.

Risposta: Allora hai bisogno di uno o anche più uomini intorno che gli diano l’esempio, con i quali può essere in contatto e che formino una società intorno a lui.

[267770]

Dalla trasmissione di KabTV “Fundamentals of Kabbalah”,  24/05/2020

Materiale correlato:
L’incontro con la natura
La soluzione si trova nell’ambiente corretto
Come spiegare ai bambini che dobbiamo cambiare?

Come compensare le contraddizioni tra generazioni

Domanda: I conflitti intergenerazionali come influenzano l’intero sistema in un mondo globale, interconnesso? Questa differenza crescerà o diminuirà?

Risposta: La differenza crescerà a seconda di come le generazioni risolvono i problemi di interazione tra loro e con loro stessi. In questo stato, influenzeranno il quadro della natura nel complesso, che a sua volta li influenzerà.

Spero che allo stesso tempo, l’intelligenza dell’umanità crescerà e così compenserà le contraddizioni tra le generazioni.

[270380]

Dalla trasmissione di KabTV “The Post Coronavirus Era”, 21/05/2020

Materiale correlato:
Per le future generazioni
L’attuazione del piano del Creatore
Il popolo di Israele è pronto per la sua missione

Come possiamo prolungare la vita?

Domanda: In un recente esperimento, le case di riposo per anziani sono state collegate agli orfanotrofi e i ricercatori hanno notato che con la presenza dei bambini sono migliorate le funzionalità quotidiane degli anziani, e la paura, l’insicurezza, l’indifferenza e la moderazione precedentemente osservate negli orfani sono scomparse e sono diventati come gli altri bambini, rumorosi e irrequieti. Come possiamo spiegarlo?

Risposta: Questo è successo perché ad entrambi le parti mancavano queste cose. Agli anziani mancavano i bambini giovani e irrequieti e ai bambini mancava ciò che può dargli una persona educata. Questo è il modo migliore in cui la vita si completa.

Gli orfani acquisiscono un preciso e chiaro senso di sicurezza e gentilezza verso il mondo e verso la vita. Le persone anziane ammorbidiscono il sentimento che hanno del mondo sotto molti aspetti.

Anche se non hanno una connessione speciale, la trasmissione di energia, la connessione esterna e persino l’intuizione che un tale fenomeno esiste, creano un’immagine e un’atmosfera completamente diverse.

Infatti, secondo la natura, siamo fatti per vivere insieme alle tre generazioni: bambini, genitori e nonni. Due generazioni non bastano.

Un bambino ha bisogno di vedere che come i suoi genitori lo hanno creato anche i suoi genitori sono stati creati dai loro genitori. Quindi vede la continuità, il flusso, l’evoluzione. Vede come i suoi genitori si relazionano ai loro genitori e questo è un esempio su come dovrebbe comportarsi con i suoi genitori.

Deve imparare molto dai suoi nonni perché sappiamo che “Israele, Saba (nonno) e saggezza” sono un intero sistema nella nostra connessione spirituale, quindi è molto importante. Quando parliamo di orfani, dovrebbe esserci un risultato incredibile.
[238831]

Dalla trasmissione di KabTV “Le notizie con Michael Laitman”, 27/11/2018

Materiale correlato:

Una medicina per l’umanità
Come spiegare ai bambini che dobbiamo cambiare?
Il tempo e l’amore per i bambini

Come spiegare ai bambini che dobbiamo cambiare?

Domanda: Come posso spiegare ai miei nipoti che abbiamo bisogno di cambiare? Come posso aiutarli ad avvicinarsi alla natura?

Risposta: Poiché la natura è parte integrante e ci porta ad un completo adattamento con essa, non abbiamo altra soluzione che quella di avvicinarci alla natura stessa. Siamo dentro questo sistema. Pertanto, devono accettarlo come modello, assomigliargli, ed essere completamente inclusi nella natura.

Spiega loro che solo in questo modo possiamo arrivare ad una vita migliore. Staremo bene.
[110176]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 10/05/2020

Materiale correlato:
New Life n.1147 – La forza delle madri può cambiare il mondo
Cosa ci insegnerà il Coronavirus
Il regalo della natura

Il tempo e l’amore per i bambini

Domanda: E’ corretto affermare che la natura ha instillato istintivamente in noi l’amore per i bambini con il solo scopo di insegnarci a trattare gli altri allo stesso modo?

Risposta: Sì e no. Nel tempo, l’amore per i bambini cambierà. Anzi sta già cambiando. Oggi le persone si relazionano con i bambini in modo diverso rispetto a prima.

Nel corso delle generazioni si sono susseguite l’attrazione, la cura e l’amore per i bambini, ma tutto questo sta cambiando.

Poiché il nostro desiderio, la comprensione del mondo e il metodo di comunicazione con il mondo esterno stanno cambiando, naturalmente anche l’atteggiamento nei confronti dei bambini, come parte del mondo, sta cambiando.

[254064]

Dalla trasmissione di KabTV “Concetti di base della saggezza della Kabbalah”, 01/01/2019

Materiale correlato:
I bambini hanno una connessione con il Creatore?
Come possiamo influenzare i nostri bambini?
Favole nocive per i bambini