Pubblicato nella '' Categoria

Ci aspetta la guerra tra America e Cina?

Nelle notizie (Le Figaro): “Indo-Pacific: Washington e Pechino temono che un errore di calcolo possa incendiare il mondo” La corsa agli armamenti che accompagna la competizione tra Stati Uniti e Cina nella regione aumenta il rischio di slittamento militare. …

“Li preoccupa, ma non possono farci niente. I paesi asiatici guardano con orrore il dialogo tra ciechi e sordi. Non sanno come mantenere un rapporto di fiducia con entrambi gli avversari, che hanno già afferrato i coltelli.”

La mia risposta: Sappiamo che ciò che scrivono i giornali viene fatto specificamente per aumentare gli indici di lettura, o lo stipendio di chi ci lavora, e così via.

Né l’America né la Cina sono interessati a una guerra seria tra di loro.  Il fatto è che non c’è alcuno scopo nel dichiarare una guerra oggigiorno.  Con quale fine? C’è già un’ondata di crisi estensive che rimuoveranno ogni cosa! E’ come uno tsunami. E quindi non ha senso correre in acqua, quando un’ondata tale sta per travolgerci.  Quindi non credo che sia una cosa seria.

Domanda: Allora dov’è la tensione reale?

Risposta: La tensione reale non è militare e neanche tra le nazioni.  La tensione reale è tra noi e la natura. Perché l’inverno si sta avvicinando, e quindi ci sarà ogni genere di disastro naturale.   Questo è il problema.  E’ necessario sopravvivere all’inverno in maniera efficace e positiva.

I governi dovrebbero concentrarsi su di questo.  E in effetti ci pensano, perché gli indici e le elezioni e ogni altra cosa ne dipendono.  Quindi tutti sono preoccupati, che questo inverno non porti ogni tipo di tsunami, terremoto, alluvione, tempesta di neve, e altro ancora.

Commento:  Quindi ora ci hai in qualche modo riportato ai vecchi tempi quando ci preoccupavamo per gli inverni freddi.  Era da un po’ che non ce ne preoccupavamo, tutto andava bene. Improvvisamente la natura ha iniziato a pressarci.

La mia risposta:  Sì! Non si può fare nulla. Una volta era la nostra debolezza. La natura non ci pressava in maniera particolare; non avevamo semplicemente abbastanza forza per opporci ai cambiamenti della natura.   E ora la natura inizia a lavorare con noi.

Domanda: Continui a dire che dobbiamo arrivare alle buone connessioni e così via, e la natura cambierà nei nostri confronti. Ce lo dice in qualche modo?

Risposta: in maniera molto semplice.  C’è l’inanimato, vegetale, animale e la natura umana.  La natura umana è arrivata al culmine, all’ultima, la quarta, fase.   E ogni altra fase della natura dipende da essa.  Se arriviamo, in qualche modo, ad una sorta di equilibrio al nostro livello, calmeremo  di conseguenza ogni altro livello inferiore. Nei libri di Kabbalah tutto è scritto in maniera molto semplice, aperta, chiara e decine di volte.

Domanda: Questa forza positiva esiste solo in natura?

Risposta: Sì. E dopotutto una persona può cambiare tutto questo.  Egli causa lo squilibrio e può causare l’equilibrio.

 

[289292]

From KabTV’s “News with Dr. Michael Laitman” 10/4/21

Materiale correlato:
Dove possiamo trovare la soluzione ai conflitti?
Il conflitto è un indicatore di relazione
La risoluzione del conflitto