Come possiamo trasformare in pregi i nostri difetti?

Domanda: Molte persone soffrono a causa dei propri difetti. Come possiamo lavorare con loro?

Risposta: È molto semplice: dovreste amare quelle persone in modo che al di là dei loro difetti esteriori (fisici e psicologici) potreste vedere il loro valore interiore. Allora tutti i loro difetti esteriori enfatizzeranno il loro valore interiore.

Domanda: Come si può vedere positivamente un difetto?

Risposta: Di me stesso vedo tutto in maniera positiva. Noi tutti siamo strutturati in questo modo. Anche se talvolta, nei momenti veramente difficili della vita, maledico e critico me stesso, ho bisogno di pensare: “Chi sto realmente criticando?”

La Natura, o puoi anche chiamarla “Creatore”, che è la stessa cosa, ti ha creato in questo modo. Perché allora ti stai maledicendo? Cosa ne sai? Magari hai bisogno di tutti questi difetti proprio per raggiungere il livello del Creatore elevandoti al di sopra di essi. Dopo tutto, questo è il nostro destino.

Domanda: Come possiamo usare correttamente i nostri difetti per raggiungere il successivo livello del nostro sviluppo?

Risposta: Attraverso l’amore. Amandoli per il fatto che proprio al di sopra di essi, trasformandoli in meriti, noi raggiungiamo il più alto livello dello sviluppo. Sarebbe impossibile evolvere senza questo.

Domanda: Qual è l’ambiente corretto che permetterà ad una persona di vedere che tutte le difficoltà con le quali ha a che fare possono essere usate efficacemente?

Risposta: Dovrebbe studiare la saggezza della Kabbalah. In questo modo riceverà da questa saggezza gli esempi e la forza corretti, quelli con i quali può provare a cambiare se stessa, a domandare, a supplicare, ed infine a cambiare.

Domanda: Quali delle sue qualità o capacità che a lei sembravano cattive, ha usato per il suo sviluppo, per l’ascesa ai livelli superiori?

Risposta: Sono molto geloso. Sono molto invidioso e desidero essere sempre più avido. L’unica cosa per cui ho grande passione è scoprire il senso della vita. Questa grande passione si basa su un grande egoismo: “Perché esisto? Non posso permettermi di non riuscire a scoprirlo, non voglio questo. Devo capire perché esisto ed in che modo posso utilizzare correttamente ogni momento della mia vita”. Questo avviene a causa della mia grande avidità e del mio grande egoismo!

Sebbene questa mia qualità sia pessima, in generale è buona. Grazie a lei evolvo.
Tutt’ora sono molto avido, avido di conoscere, di capire e di raggiungere la saggezza. Se vedo tutto questo in altre persone, perché non posso farlo io? Non per qualche scopo materialistico ma per uno scopo spirituale, scientifico, ecc.

Sono molto invidioso. Vedo altri suonare il violino o il piano, dirigere un’orchestra o cantare, e io non so fare nulla di tutto ciò.

Domanda: Per cui come esprime questa invidia?

Risposta: Voglio tutto!

Domanda: E cosa fa?

Risposta: Nulla. Non posso scoppiare, continuo a lavorare nel mio campo. Ho deciso che questo è il solo e più grande tesoro che ho e devo realizzarlo.

Se io avessi miniere di rame, zinco, stagno, ferro e diamanti quale di queste svilupperei? I diamanti. Non ci si può fare nulla poiché sono i più preziosi.

Qui è la stessa cosa. Ho scelto per me stesso che la cosa più importate nella vita è raggiungere la radice del mio sviluppo, il prossimo livello di esistenza e questo è il mio unico scopo.

Domanda: Significa che avere uno scopo è la cosa più importante nella vita?

Risposta: Sì. La cosa più importante è “Vivere in un lampo”. “Brilla mia stella, brilla!”
[246150]

Dalla trasmissione di KabTV “Le notizie con Michael Laitman”, 27/01/2019

Materiale correlato:

New Life n.31 – L’amore al di sopra dell’egoismo
Il senso della vita sta nell’impararne il significato
Perché l’umanità non ha nessuna conoscenza dello scopo della creazione?

Discussioni | Condividi commenti | Fai una domanda




Laitman.it commenti RSS Feed

Post Precedente: