Pubblicato nella '' Categoria

A che cosa assomiglia il Creatore?

Domanda: Uno qualsiasi dei grandi kabbalisti ha mai visto il Creatore attraverso la propria visione interiore? A che cosa assomiglia? Forse questo è sciocco ma voglio disperatamente immaginarLo in qualche modo. Se una goccia d’acqua è la versione in scala ridotta di un oceano, allora ci deve essere un qualche cosa di analogo e visibile della personalità del Creatore.

Risposta: Primo, il Creatore non ha una personalità. Secondo, quando noi immaginiamo qualcosa senza comprenderla, non possiamo “puntare” quel qualcosa verso il Creatore. Il Creatore non è nient’altro che la qualità della connessione, della dazione e dell’amore. È qualcosa di non oggettivo, senza un volume o immagine. È una qualità che possiamo identificare in una persona che la possiede.

In altre parole, se in te esiste la qualità della dazione in qualsiasi misura, forza o potere, allora si può dire che il Creatore è incorporato in te e che, in questa parte, Egli esiste dentro di te.

Domanda: Una persona può vedere che il Creatore è incorporato in lei?

Risposta: No, vederlo è impossibile. Solo quando un individuo ottiene la qualità della dazione e dell’amore, egli può, da dentro se stesso, sentire con la propria visione interiore quanto il Creatore esista in lui e persino misurarlo.

Il fatto è che la saggezza della Kabbalah ci rende capaci di misurare qualità, sensazioni, forze dei desideri, schermi, la distanza e la vicinanza alla forza dell’amore o a quella del rifiuto e così via. Alla fine, tutto questo ci dà l’immagine dell’uguaglianza di forma o del movimento verso l’unione con il Creatore. Una persona può sentire quanto sia vicina o lontana dal comprendere il “Creatore”.

Domanda: Si può dire che esistano il Creatore e le Sue qualità?

Risposta: No. Quando diciamo “Creatore” noi intendiamo qualità. Anche a livello materiale noi vediamo solo delle qualità, è solo a noi che sembra che queste siano oggetti. Di fatto, queste sono tutte forze.

Tutto è composto da due forze: la forza di ricezione e quella di dazione. Le loro interazioni creano tutti i tipi di forme per noi.

[225301]

Dalla lezione di Kabbalah in lingua russa del 21/01/2018

Materiale correlato:
Dio esiste?
“Acquista” le qualità del Creatore
Scoprire il campo del Creatore

New Life n.30 – La comunicazione interpersonale


New Life n.30 – La comunicazione interpersonale
Il Dott.Michael Laitman in una conversazione con Oren Levi e Nitzah Mazoz

Riepilogo

Nella comunicazione interpersonale e nell’ascolto, ognuno comprende che il mondo altro non è che la propria immagine. Vedo i miei stessi difetti dinanzi a me e mi rendo conto che devo cercare di salire al di sopra di tutte le corruzioni e stabilire una connessione con gli altri. Se entrambi i partner nella relazione prendono parte a questo processo, si aiutano a vicenda e si perdonano a vicenda.

Dalla trasmissione di KabTV “New Life n.30 – La comunicazione interpersonale”, il 2/07/2012