Pubblicato nella '' Categoria

“Il Signore apparve nella tenda in una colonna di nubi”

Dalla Torah, (Deuteronomio 31:14 – 31:15): “Il Signore disse a Mosè: «Ecco, il giorno della tua morte è vicino; chiama Giosuè e presentatevi nella tenda del convegno, perché io gli comunichi i miei ordini». Mosè e Giosuè dunque andarono a presentarsi nella tenda del convegno. Il Signore apparve nella tenda in una colonna di nubi e la colonna di nubi stette all’ingresso della tenda.”

L’apparizione del Creatore in una colonna di nubi rappresenta la linea di mezzo, raggiunta da Mosè e Giosuè, e alla quale si avvicina la nazione d’Israele.

Quando Mosè finì il proprio lavoro, si trovavano tutti in un particolare stato spirituale. Tuttavia, stava accadendo tutto per Mosè, ma la parte attiva e operativa era il suo livello più basso, Giosuè, o in altre parole la volontà di ricevere per dare.

Da un lato, Giosuè usava il proprio egoismo, dall’altra parte, il suo lavoro nell’egoismo era più alto di quello di Mosè. Così succede: più in basso si è caduti, più in alto è possibile risalire.

Domanda: Che cosa sta a significare “La colonna di nubi stette all’ingresso della tenda”?

Risposta: Abbiamo di fronte sia la colonna del fuoco che la colonna delle nubi, a seconda del tipo di qualità, del tipo di desideri in cui il Creatore viene rivelato. Qui, è ancora rivelato solo in quelle qualità che essi sono stati in grado di correggere, in altre parole, nella pura qualità di Bina di Mosè. Ed è per questo che la colonna è una nube.

La correzione di Mosè è stata completa: il viaggio di quarant’anni attraverso tutte le nostre qualità interiori è stato corretto per la pura dazione: la qualità di Bina, la qualità della fede, la qualità di Hassadim (misericordia).

E ora ciò che entra in azione è la prossima correzione, la prossima parte: Giosuè, che deve ricevere per dare, lavorare con più egoismo e quindi raggiungere livelli più alti. Da una parte avviene questo.

Ma dall’altra parte, la purezza dell’opera di Mosè rimarrà sempre come un deposito, come qualcosa di assolutamente necessario. Ecco perché dopo lunghi millenni dovrà ancora aspettare che le anime ritornino nuovamente al loro stato corretto e che possa essere in grado di condurle ulteriormente in avanti.

[214407]

Dalla trasmissione di KabTV “I Segreti del Libro Eterno”, 23/01/2017

Materiale correlato:
Chi condurrà la nazione verso la Terra di Israele?
Tutto E’ Per L’Ascesa Spirituale
Il Libero arbitrio sulla via dell’ascesa spirituale