Pubblicato nella '' Categoria

Il Risveglio dei desideri morti

Dr. Michael LaitmanDalla Torah (Numeri, “Chukat,” 19:11): “Chiunque tocchi il cadavere di un’anima umana diventerà impuro per sette giorni”.

Questo versetto si riferisce alle proprietà interiori dell’uomo e non ai cadaveri.

Le proprietà che sono morte dentro di noi sono le nostre qualità egoistiche che non volevamo utilizzare in questa forma.

L’uomo impiega molta fatica e tempo per farle morire. Tuttavia, ad un certo punto, vuole farle rivivere, in quanto possono essere utilizzate in modo diverso, per il bene della dazione. Questo è chiamato “Il risveglio dei morti”.

Noi tocchiamo le nostre proprietà egoistiche morte e scopriamo come lavorarle, come correggerle ed essere ancora santi, ovvero, come lavorare per la dazione.
[169796]

Dalla trasmissione di Kab TV “I Segreti del Libro Eterno” 24.06.2015

Materiale correlato:
La “Moltitudine Mista” nel lavoro spirituale
Annullare i nostri desideri egoistici
Un mosaico di desideri