Pubblicato nella '' Categoria

Lezione quotidiana di Kabbalah – 03.08.2012

Preparazione alla Lezione
Video / Audio

Scritti di Rabash, Articolo 17 “Riguardo l’ Importanza degli Amici
Video / Audio

Workshop
Video / Audio

TES, Volume 1, Parte 3, Capitolo 4, Punto 7, Lezione 11
Video / Audio

Scritti di Rabash, Shlavey HaSulam, Articolo 22
Video / Audio

Conversazione riguardo il rapporto tra marito e moglie
Video / Audio

Domande riguardo il Workshop
Video / Audio

Non aspettarti un forse

Domanda: Una donna che studia Kabbalah dovrebbe mantenere un equilibrio tra la vita materiale e quella spirituale, è necessario questo? Lei dovrebbe semplicemente allontanarsi da tutto ciò che è materiale e aspirare unicamente alla spiritualità?

Risposta: Non capisco perché si debba applicare questo alle donne. Perché non applicarlo a tutte le persone? Prima di tutto, non importa se si tratta di un uomo o di una donna.

In nessun modo dobbiamo allontanarci dalla vita materiale. La Kabbalah non è a favore della vita monastica né all’isolamento. Dobbiamo pensare a questo mondo, alle cose essenziali della vita, questo è chiaro nella Kabbalah. Una persona deve provvedere a tutti i propri bisogni, piuttosto che aspettarsi che “forse qualcuno potrà aiutare”. Deve avere un posto e un introito ragionevole. È necessario! E dobbiamo interessarci di questo prima di tutto, invece di appoggiarci agli altri, aspettando un aiuto.
[81942]

(Tratto da una conversazione durante un pasto nel Congresso di Toronto, 19.06.2012)

Materiale correlato:

Laitman blog: Rivelare l’unione della Natura
Laitman blog: E’ un lungo cammino verso casa

Il danno in esempi negativi

Domanda: Nel discutere l’istruzione dei bambini da due a tre anni fa, ho portato un libro di G.B. Oster, Un Cattivo Consiglio. In questo libro, l’autore insegna cose buone attraverso un paradosso, in modo deformato, come ha colpito la nonna, prendendo le caramelle, e così via. Perché questo metodo è considerato sbagliato dal punto di vista di integrazione?

Risposta: Perché le persone che ascoltano e assorbono le informazioni negative dipingono le immagini dentro di sé contro la loro volontà. I Frammenti negativi rimangono in loro, che poi permetteendo loro di agire. Non importa che in questo momento la persona non è d’accordo con esso, questo frammento, questa immagine, questa azione è registrata ancora in loro. Penso che questo non è il modo di lavorare.

E ‘molto difficile per una persona lavorare da un esempio negativo. Ciò richiede un’analisi speciale, la forza di salire, superare, e riconoscere il male, per portare la bontà di fronte al male, per capire cosa deve essere fatto per superare il male, e per costruire un buon atteggiamento, che si trova di fronte al male, in altre parole, per invertire completamente nella direzione opposta. Ciò richiede un grande sforzo e la mente. Una persona normale non può semplicemente farlo.

Fagli provare a fare qualcosa di positivo invece di fare qualcosa di negativo, non solo nei colori ma nelle espressioni e nelle pose. Lascialo “trasferire” non solo il sorriso o un’espressione maligna da un’immagine a un’altra, ma anche con posture, i gesti, la corrispondenza tra i corpi, e così via.

Una persona che non capisce come completa è la differenza tra il positivo e il negativo. Naturalmente, quando ad una persona viene mostrato uno scenario severo negativo, lo rifiuta perché non è pienamente in questo scenario. Ma diventa memorizzato, registrato da qualche parte in lui, e la persona lo utilizza ancora! Non si può imparare le buone azioni attraverso esempi negativi.

Commento: Ci sono autori della società russa, come Mikhail Zhvanetsky, che la gente ascolta, ma sono considerati molto saggi. Zhvanetsky basa le sue opere su esempi negativi. Prende una certa situazione negativa, e, ogni volta, si trova una soluzione divertente, una via d’uscita.

Risposta: Con tutto il rispetto, io non credo che Zhvanetsy e gli altri “filosofi” come lui creerebbero una rivoluzione nella società. Egli mette in risalto i difetti della società, li mostra al popolo, e gli piace.
Questo assomiglia al cartone animato in cui un lupo che non ha fame mangia un coniglio e poi si siede e prende i denti. Gli si spiega la sua cattiva azione , e lui è d’accordo: “Sì, davvero …”

Il pubblico si siede e ascolta i suoi difetti, ma non c’è nessun risultato. Anche se vi è una certa necessità per questo è una domanda sociale, questo non è l’istruzione.

Commento: l’intera cultura sotterranea di intellettuali russi, per esempio, gli scritti di Igor Guberman, si basano sul confronto tra bene e male.

Risposta: Tra noi, questo è puramente un approccio ebraico. Raykin e tutti gli altri hanno utilizzato anche questo. Ecco come gli ebrei si conservano. Ridevano di loro stessi. In questo modo, si sono difesi girando tutto ciò che è negativo in qualcosa di positivo, uno scherzo. Hanno fatto meglio la situazione con le emozioni positive, al fine di sopravvivere a tutto.

Non vedo questo stesso approccio umoristico tra le altre nazioni. Questa è una conseguenza di esilio e di sofferenza. Questa filosofia appartiene a un popolo in esilio, degradati che sono stati colpiti in faccia e stanno cercando di trasformarlo in uno scherzo perché altrimenti la situazione sarebbe molto dolorosa per loro. In altre parole, questa filosofia non comporta un cambiamento nella società.
[82722]

(Tratto da una conversazione sull’ educazione integrale 28.05.2012)

Materiale correlato:

Laitman blog: Attacco massiccio
Laitman blog: Educazione Integrale, Conversazione 1