Pubblicato nella '' Categoria

Attraversare la crisi verso la terra promessa

ravcorre1La domanda che ho ricevuto: Anche oggi ho già letto a mia madre, che vive in Ucraina, il tuo blog.  Lei è d’accordo con te su tutto. La sua sola domanda è stata “Allora dimmi, cosa dovrei fare adesso?” E tutto ciò che ho potuto risponderle è stato: “Studia”.  In un momento in cui per lei ogni giorno è una battaglia per sfamare la sua famiglia, tutto ciò che le posso offrire è di cominciare a studiare?

La mia risposta: Solo la divulgazione della Kabbalah verso le masse darà loro l’opportunità di rendersi conto della necessità del cambiamento:

- Ricevere solo ciò che è necessario per la propria sopravvivenza (come la manna nel deserto)

- Tutto ciò che viene prodotto in eccesso oltre le proprie necessità dovrebbe essere devoluto alla società.

- Ė necessario istituire un sistema di educazione globale che insegnerà agli uomini le leggi della natura in un mondo globalmente interconnesso. Allora tutti capiranno come si dovrebbe vivere.

- Dobbiamo raggiungere la condizione di un sostegno reciproco globale (responsabilità comune, come durante il ricevimento della Torah) in cui ogni uomo capisce che ognuno dipende dall’altro.

- Dobbiamo poi gradualmente passare da “L’amore per gli altri” all’ “Amore per il Creatore”. Questo perché quando le condizioni sopra indicate saranno soddisfatte, cominceremo a rivelare il Creatore – la Forza Superiore generale della Natura, secondo la legge dell’equivalenza della forma.

Con la realizzazione di queste condizioni, o anche con l’essere disposti a impararle, attireremo le forze positive della Natura su di noi. Poiché la crisi non è altro che il risultato della nostra opposizione alla Natura, attraverseremo la crisi e raggiungeremo una vita di prosperità, “la terra promessa”.

materiale correlato:

la crisi finanziaria: uno stimolo per il cambiamento

Il tema della conferenza di Herzliya dovrebbe essere: Come può Israele ristabilire l’ “Ama il prossimo tuo come te Stesso?”

words Nelle notizie: L’Istituto di Politica e Strategia nel corso del Centro Interdisciplinare di Herzliya ospiterà la 9a Conferenza annuale di Herzliya, su “Il bilancio della Forza Nazionale e della Sicurezza di Israele “
il 2-4 febbraio, 2009. Il programma include:

- Affrontare Hamas
- Fare i conti con il terrorismo islamico asimmetrico
- L’Iran sulla Soglia del nucleare
- La legittimità di Israele sotto attacco
- Superare la tempesta: Israele e la crisi economica mondiale
- Perché gli studenti israeliani falliscono? La rivoluzione digitale può cambiare la realtà didattica?
- Sostenibilità nazionale e Rete verde di sicurezza Israeliana
- Da R&D all’applicazione commerciale ed economica, come parte della politica nazionale
- Ricongiungimento di Israele con i suoi espatriati

Il mio commento: Per il momento, nessuno di questi problemi è di prossima soluzione ed i problemi stanno solo iniziando a peggiorare. La mancanza di comprensione del popolo israeliano circa il suo ruolo nel mondo, sta portando ad un deterioramento dello stato e del suo popolo.  La nazione d’Israele può esistere solo secondo il principio di “Ama il tuo prossimo come te stesso.” È stata creata sotto questa condizione, da Abramo, 4500 anni fa e fu costituita dai suoi studenti. Ma non appena essi sono scesi da quel livello a quello di “odio infondato”, hanno cessato di essere una nazione e sono stati esiliati dal loro territorio.  Sono tornati qui, nel 20° secolo, ma, come spiegato nella Kabbalah, possono rimanervi solo a condizione che si ristabiliscano attraverso la legge, “Ama il prossimo tuo come te stesso”. Questo è il modo in cui saremo ancora una volta una nazione. Tuttavia, se non si realizza questa condizione, allora saremo ancora nuovamente espulsi dalla terra di Israele, dal momento che non saremo adatti ad essa. Questo dovrebbe essere il tema della Conferenza di Herzliya. Ad ogni modo, nello stesso periodo, il 2-4 febbraio, noi presenteremo il nostro Congresso, dove saremo uniti in una singola mini-umanità. Questo creerà enormi cambiamenti nel mondo poiché, qualitativamente parlando, questa sarà l’unità più potente e influente di tutto il mondo.
materiale correlato:

ama il tuo amico come te stesso

il ruolo della nazione di Israele