Beneficenza, nobiltà e altre misure superficiali non ci aiuteranno ad affrontare la crisi

charityUna domanda che ho ricevuto: Il Vice-Presidente dell’Unione russa degli industriali e degli imprenditori ha dichiarato quanto segue circa l’esito della crisi finanziaria: “Non puoi scappare dalla crisi. Il mondo di oggi è globalizzato, quindi è stupido pensare che, nel grande oceano di instabilità, vi siano isole di prosperità che rimangano. Prima di tutto, i cittadini devono ridurre la spesa fatta per essere ostentata. Nel corso degli ultimi cento anni, gli americani hanno sviluppato la nozione del ‘nobile comportamento nel corso di una crisi’, che comprende la carità“.

Il mio commento: Questo non è sufficiente. Quello di cui abbiamo bisogno è una revisione completa della coscienza umana e dell’atteggiamento verso se stessi, il mondo e il Creatore. La nobiltà e la carità non possono correggere nulla.

Gradualmente, il mondo sta ottenendo il riconoscimento dei compiti “non-terreni” che ora deve risolvere e la gente scoprirà allora il metodo per risolverli, la Kabbalah. Ma per il momento, il mondo è ancora confortato dal pensare che è possibile tornare indietro nel passato, facendo superficiali cambiamenti.

Ecco cosa ha scritto Martin Wolf nel “The Financial Times”: “Le scelte effettuate nel 2009 forgeranno il destino del mondo” Benvenuti nel 2009. Questo è un anno in cui il destino dell’economia mondiale sarà determinato, forse per generazioni. Alcuni mantengono la speranza che si possa ristabilire lo sbilanciato sviluppo economico mondiale cresciuto nella metà degli anni di questo decennio. Si sbagliano. La nostra scelta è solo su ciò che lo sostituirà. È la scelta tra un’economia mondiale più equilibrata e la disintegrazione. Tale scelta non può essere rinviata. Essa deve essere effettuata nel corso di quest’anno. Siamo in preda della più significativa crisi finanziarie mondiale da sette decenni. Di conseguenza, il mondo non è meritevole di credito, su larga scala, di prestiti privati disponibili. L’alternativa di contare su un vasto disavanzo di bilancio degli Stati Uniti e l’espansione del credito della banca centrale è un temporaneo – seppure necessario – espediente. Ma non consegnerà un ritorno duraturo alla crescita.

Sono necessarie modifiche fondamentali.

Discussioni | Condividi commenti | Fai una domanda




Laitman.it commenti RSS Feed